Connect with us

Volley

Il volley pistoiese di C e D: il Montebianco/Oasi torna alla vittoria, 3-1 sul Riotorto

Il Montebianco/Oasi di coach Branduardi dopo la vittoria contro Riotorto

Tantissime emozioni nelle gare incandescenti delle squadre del volley pistoiese: AM Flora Buggiano fa suo il derby di Pescia (3-0). La Fenice, sconfitta in tre set a Montelupo

Questi gli esiti dei big match che hanno visto impegnate sotto rete le formazioni del volley pistoiese: D Femminile, Montebianco campione d’inverno con un turno di anticipo (3-0 a Ponte a Elsa). Aglianese, k.o. soltanto al tie-break nello scontro diretto con Euroripoli. Passi falsi in tre set per Ctt Monsummano (a Seravezza con il Versilia) e per il Blu Volley (a Borgo San Lorenzo)

Girone B, Montebianco/Oasi tiene accese le speranze salvezza: grande vittoria interna con le tirreniche del F&F Architetture.

D Maschile: Zona VV.F. Mazzoni si impone nel classico di Pistoia contro Pieve (3-0). Pescia alza bandiera bianca con la super capolista Tomei Livorno (3-0)

SERIE C – GIRONE A

PALLAVOLO DELFINO PESCIA-AM FLORA BUGGIANO (0-3, 25-27/17-25/13-25)

Due squadre che annoverano elementi di altissimo valore, a prescindere dalle differenti posizioni in classifica. Le emozioni del derbyssimo valdinievolino, presso il palazzetto di Alberghi, si condensano tutte in un primo set nel quale le padrone di casa rossoblu sfiorano il vantaggio: il Delfino di Politi e Bettazzi fa la voce grossa al servizio ed in difesa (interessante il duello tra due liberi di qualità eccelsa come Rosellini e Sasselli, che insieme avevano giocato proprio a Buggiano nella stagione 2011/12). Dopo una prima fase di difficoltà, complice un po’ di comprensibile tensione per questo sentito impegno da entrambe le parti, AM Flora ritrova le proprie certezze, rimonta lo svantaggio ed acciuffa lo 0-1 grazie a due ace di Caterina Grosso, sorprendendo un Pescia per larghi tratti impeccabile, a riprova dell’ottima preparazione al match da parte di staff tecnico e squadra di casa. Da qui, però, inizia la marcia trionfale della più blasonata compagine gialloblu, che a poco a poco fa emergere il suo tasso tecnico superiore: le ragazze di Ribechini aumentano la pressione al servizio, Pescia accusa non pochi problemi in ricezione, costringendo Bontà a giocare più volte staccata da rete, mentre dall’altra parte sono decisivi gli attacchi di una delle tante ex di turno, Sorini, nell’occasione schierata opposto (ruolo già ricoperto a Monsummano), insieme ai colpi dell’ottima Barberini, che così spingono l’Upv verso il raddoppio. Terzo set senza storia: il Delfino molla mentalmente e Buggiano chiude la partita. Tre punti che rendono ancora più solido il secondo posto delle borghigiane, che toccano quota 30, allungando su Cascina, raggiunto da Calci a 25. Cecina sempre capolista a +5. Cambia poco la situazione del Delfino, nuovamente al penultimo posto (8), ma restano tre le lunghezze di distanza rispetto alla salvezza, dove a 11 ci sono Luca Consani Grosseto e U 21 Pediatrica Specialist Livorno.

Am Flora Buggiano: Sorini 14, Barberini 9, Grosso 9, Falseni 7, Fagni 4, Fenili1, Ghezzi 1, Marcheschi 1, Sasselli, Alexandru, Donati, Pastorelli  I All Ribechini Dir Acc Irmeni

SERIE C – GIRONE B

U 21 SAVINO DEL BENE VOLLEY PROJECT MONTELUPO-PISTOIA VOLLEY LA FENICE (3-0, 25-20/25-22/25-21)

Esce a testa alta dal PalaBitossi, ma viene sconfitta La Fenice di Daniele Tonini e Claudio Caramelli. Pur con parziali alti, alla fine, ad esultare per la conquista dell’intera posta in palio è il Montelupo Savino Del Bene della coppia pistoiese Mauro Innocenti-Meri Malucchi, nonché i due tecnici che da anni stanno facendo le fortune del sodalizio di patron Canzano, riuscendo spesso e volentieri a portare le formazioni giovanili alla disputa delle fasi nazionali, ed ottenendo al tempo stesso risultati strepitosi in ottica prima squadra, formata dalle atlete che crescono presso il fiorente settore giovanile montelupino. Una gara dove comunque le impavide fuxia-blu hanno lottato, ma, rispetto all’uscita vincente contro Calenzano, sono mancate in aggressività e freddezza proprio nelle battute finali delle tre frazioni, dove, al contrario, il giovane Montelupo ha avuto qualcosa in più. Padrone di casa più abili nella correlazione muro-difesa, lasciando poco spazio al gioco offensivo delle pistoiesi, nell’occasione poco prolifiche proprio per la bravura del Montelupo in seconda linea, con le ragazze di Innocenti brave a trasformare in contrattacco dopo il grande lavoro difensivo. Buone prove delle centrali a disposizione di Tonini, con La Fenice sofferente in ricezione di fronte alla battuta corta avversaria. Sicuramente resta un po’ di rammarico perché questa gara poteva dare l’opportunità a Baroncelli e co. (13) di avvicinare in classifica l’avversario di giornata, che ora si allontana, con Montelupo che tocca i 20 punti. Sul piano della classifica, ad ogni modo, una sconfitta che non fa tanto male, perché le fenicine continuano a preservare 4 punti di vantaggio sulla zona retrocessione, complice la sconfitta del Chianti (9) in casa dell’Euroripoli.

SERIE D – GIRONE A

V.P. VOLLEY-U 18 CTT MONSUMMANO (3-0, 25-18/25-22/25-14)

Seconda sconfitta consecutiva per l’under 18 del Ctt Monsummano, questa volta all’impianto Pea di Seravezza, dove a vincere in tre set è la squadra di casa del Versilia Volley, non più trainata in panchina da Fabio Giannotti, esonerato in settimana, bensì da Emanuele Roni, già tecnico del settore giovanile della stessa società del mare, in pratica un ritorno per lui alla guida della prima squadra, visto che fino all’anno scorso era il primo allenatore della serie C. Un k.o. netto, specialmente nel primo e terzo parziale, nei quali è emersa la superiorità della squadra di casa. Il Ctt ha provato ad opporre resistenza solo nella seconda parte. Momento non facile per la giovanissima squadra di Galatà e Arinci, che in questo periodo sta pagando anche l’indisponibilità di alcune atlete infortunate ed altre non al meglio della condizione fisica. Sicuramente è necessario che lo staff tecnico del Ctt possa disporre dell’intero organico per far sì che la squadra riesca a sfornare le belle prestazioni tipiche della prima parte di campionato e che rientrano nelle possibilità del validissimo gruppo monsummanese. In classifica, con la salvezza già in cassaforte, il Ctt si trova al decimo posto con 16 punti, sempre +6 sull’Elsasport. Il Versilia resta nel gruppone delle big che mirano alla qualificazione playoff, 22 punti, a -3 da Borgo San Lorenzo, in terza posizione, nonché l’ultima disponibile per accedere agli spareggi promozione.

VOLLEY AGLIANESE-CERT 2000 (2-3, 25-22/24-26/27-29/25-17/13-15)

C’è di tutto nel pazzo big match della Sestini, dove, dopo ben cinque set al cardiopalma, a fare festa è l’Euroripoli Cert 2000 di Caini e Mercatali. Ai punti fatti, nel complesso, vincerebbe l’Aglianese (114 contro 109), che raccontano come le neroverdi si siano imposte con una certa autorità nei due parziali vinti, mentre nei restanti tre, conquistati dalle ospiti, è emerso il killer instinct della formazione fiorentina, assolutamente cinica e glaciale nel piazzare le zampate micidiali, decisive ai fini della conquista dei due punti. Guidi si aspettava una gara simile, dove l’Euroripoli si è contraddistinto per la sua altissima abilità nel gioco difensivo, costringendo spesso all’errore Torracchi e compagne. Tuttavia, la squadra di casa recrimina per il mancato raddoppio nel secondo set, quando, avanti 24-20, non è stata in grado di chiudere e quindi infliggere una mazzata morale alle gigliate, che, invece, hanno assunto maggiore consapevolezza dei propri mezzi, spuntandola al fotofinish anche nel terzo, oltre che al tie-break. Questo è il rammarico principale del collettivo aglianese, nell’occasione poco efficace con i suoi attaccanti di palla alta, al di là delle doppie cifre di Torracchi e Bartolini, mentre molto buone sono state le prove dei posti tre. Per quanto riguarda la classifica, ad approfittare della spartizione della posta in palio tra le due squadre, è il Montebianco che allunga a +4 sull’Euroripoli (26), e +6 su Agliana (24), ma le ragazze di Guidi e Luchetti scendono di una posizione, quarto posto, a causa del contemporaneo successo della Pallavolo Borgo, che ora si trova sul gradino di bronzo con 25.

Aglianese: Maini 2, Frashri 5, Bartolini 14, Torracchi 19, Fasola 22, Romanelli 9, Quadrino I. (L1), Boso 9, Pastacaldi 6, Quadrino S. 3, Romagnani, Perselli (L2), Mungai.

Euroripoli: Puccetti 9, Del Bono G. 6, Taddei 25, Serio 16, Cassetti 3, Picariello 7, Pesce (L1), Parrini 4, Magni 3, Battaglini, Fantechi, Morandini, Del Bono C. (L2).

ELSASPORT VOLLEY-MONTEBIANCO VOLLEY (0-3, 18-25/22-25/13-25)

Pronostico pienamente rispettato, il Montebianco supera agevolmente anche l’ostica trasferta di Ponte a Elsa e si aggiudica i tre punti che permettono alla squadra di Russo e Silvestri di tagliare il traguardo dei 30, e di festeggiare il titolo, buono per il morale, di campione d’inverno. Contro l’Elsasport non c’è storia, con le pievarine che mettono le cose in chiaro sin dal primo set. Il Montebianco blocca subito i varchi all’attacco temibile delle empolesi, in particolare all’opposto Emirene Puccioni, l’anno scorso incubo delle valdinievoline ai playoff quando era in forza a San Miniato, ma in questa occasione poco efficace e presto sostituita da coach Cervigni. Le note liete sul versante pievarino riguardano le ottime prestazioni della top scorer Amadei (18), il capitano, ed i 12 punti a testa di Vanuzzo e della giovane talentuosa Bicci, che festeggia alla grande il proprio compleanno. Bene anche Francia (8). Prosegue così la marcia spedita di Amadei e compagne, con il roster che ha saputo rispondere presente ancora una volta, ed il dato che fa più piacere allo staff tecnico è rappresentato dalle ottime risposte che le singole giocatrici sono in grado di fornire quando vengono schierate, a riprova di come Russo e Silvestri possano fare affidamento su un organico di altissima qualità, ed ogni giornata sembra testimoniare al massimo questo concetto. Pieve sempre più capolista solitaria, aumentando il vantaggio sulle inseguitrici (vedi commento gara Aglianese-Euroripoli)

GS PALLAVOLO BORGO-U 18 BLU VOLLEY BARGA (3-0, 14/17/14)

In appena un’ora di gioco il Blu Volley deve cedere sul campo della squadra, ad oggi più in forma del girone, vale a dire la Pallavolo Borgo San Lorenzo. La netta differenza di valori tra le due squadre viene fuori fin dai primi minuti e le mugellane incanalano la sfida sul proprio versante, portando a compimento la vittoria. Poco da fare per le quarratine di Andrea Beccani, che stavolta, ad eccezione di un timido tentativo nel secondo set, non sono riuscite ad aumentare il proprio livello di gioco, come invece era accaduto contro la Lucchese. Il percorso di crescita delle mobiliere passerà attraverso i prossimi impegni, sebbene nel turno successivo Montagni e compagne siano attese da un altro scontro al cospetto di una big: al PalaMelo arriverà, infatti, il forte Vba Hoster Food, quinto della fila.

SERIE D – GIRONE B

MONTEBIANCO/OASI-F & F ARCHITETTURE (3-1, 25-19/20-25/25-23/25-14)

Finché c’è vita c’è speranza. Quella che tiene accesa il Montebianco/Oasi, chiamato all’impresa di vittoria da tre punti per tornare a credere nell’obiettivo salvezza, e questa è puntualmente avvenuta grazie allo strepitoso successo di Lippi e compagne nella gara interna contro le tirreniche del Riotorto. La squadra di Branduardi e Paladini si è imposta per 3-1 in un match dove è stato decisivo il nuovo vantaggio delle padrone di casa nel terzo set. Tante le belle notizie della giornata: buone prestazioni, importanti ai fini della vittoria, dell’opposto Tedeschi – in campo nonostante un infortunio patito in settimana -, della schiacciatrice Angeli e dell’esperta Silvia Martini al centro. Dopo il pareggio del Riotorto di coach D’Alesio, nel terzo set arriva il contributo importante della banda Chiara Lippi e la crescita nel gioco al palleggio della talentuosa Chiara Gori. Determinante, in questa parte dell’incontro, l’ingresso di Melania Mariotti, che ha dato la svolta ed ha permesso alla squadra di casa di afferrare con le unghie e con i denti il 2-1, quindi dominando nell’ultima frazione. Tre punti pesantissimi, perché ora il Montebianco/Oasi sale a 9, accorcia le distanze da Cecina (impegnata nel posticipo così come l’Etrusca, altra pericolante) e, in attesa delle gare di domenica pomeriggio delle due squadre sopracitate, il team di Branduardi si lascia alle spalle la zona retrocessione.

SERIE D MASCHILE – GIRONE A

ZONA VV.F. MAZZONI-MONTEBIANCO VOLLEY (3-0, 25-20/26-24/25-22)

Il derby del volley maschile pistoiese va alla Zona Market Mazzoni, che all’Anna Frank sconfigge in tre set il Montebianco Pieve. Una gara complessivamente non di alto livello né da una parte, né dall’altra, dove sono stati numerosi gli errori commessi da entrambe le squadre, soprattutto da parte dei pievarini (44), apparsi in netta difficoltà in ricezione e con poca efficacia a muro. Nel primo set, in particolare, il Mazzoni ha fatto la voce grossa al servizio con ben 8 ace. Nel secondo set Pieve gioca meglio, impattando sul 24 pari, ma poi due errori consegnano il raddoppio alla squadra di Grassi, che dilaga nel terzo andando sul 7-0. I valdinievolini rimontano, portandosi avanti sul 14-15, prima di incassare la risposta dei vigili del fuoco (20-17), che poi chiudono tutto nonostante il buon turno ospite al servizio con Tiso (bene anche Allori in questo fondamentale). Nei padroni di casa buone prove di Cosimo Borghi e Lombardi. Nelle file pievarine si salva solo Pasquetti, specialmente al servizio. Qualche colpo del rientrante Magni tra primo e secondo set non è bastato per dare la scossa ad un Montebianco sottotono un po’ in tutti i fondamentali, con una difesa nella circostanza poco reattiva. Grazie ai tre punti conquistati nel derby, il Vv.f. Mazzoni rafforza il terzo posto con 19 punti, +6 rispetto al Montebianco, alla sua quarta sconfitta stagionale. I pievarini occupano il quinto posto, restando a 13 punti.

PALLAVOLO DELFINO PESCIA-VVF TOMEI LIVORNO (0-3, 15-25/20-25/19-25)

Niente da fare per il Delfino Pescia: al palazzetto di Alberghi prevale la forza della super capolista Tomei Livorno, che supera in tre set i rossoblu. Una gara dal pronostico favorevole alla forte compagine labronica, che già nel primo parziale mette in mostra il suo migliore tasso tecnico, imponendosi facilmente. Lodevoli gli sforzi della cresciuta squadra di Pocai e Pellegrini nei due set successivi, provando ad impensierire i ragazzi di Giannetti, che nella seconda parte delle seguenti frazioni mette la freccia e si conferma a punteggio pieno in classifica con 27 punti. Cade per la prima volta tra le mura amiche il Delfino Pescia, ma di fronte aveva pur sempre l’imbattuta prima della classe, e sicuramente sono altre le gare nelle quali Frizzi e compagni devono cercare di conquistare punti preziosi per recuperare qualche posizione in classifica. Delfino settimo a 10 punti.

  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + dieci =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com