Connect with us

Basket / Serie A

Lovari 2018, al fotofinish il Pistoia Basket mette ko Torino 77-75

Martini in azione contro Torino (Bonelli/PtSport)

Nella finale per il terzo e quarto posto del Lovari 2018 di Lucca è ancora un grande Pistoia Basket, soprattutto per cuore e spirito di sacrificio. Un ottimo Peak, la decide Kerron Johnson a 20″ dalla fine

Il Pistoia Basket saluta il Lovari di Lucca con un terzo posto ma tante belle impressioni. Dopo aver tenuto testa a Venezia, è la volta di battere Torino grazie, soprattutto, a una grinta in difesa che anche nel corso della stagione non dovrà mancare. Il punteggio finale è di 77-75, il mattatore è Peak con 23 punti, 6 rimbalzi e tanta garra dietro. Bene anche Martini e Dominique Johnson, in ripresa Kerron Johnson.

ORIORA PISTOIA – FIAT TORINO: LA TRAMA

DEFEZIONI Si affrontano per il terzo e quarto posto una Pistoia e una Torino piuttosto sperimentali. Entrambe le squadre hanno le stesse assenze della semifinale. La Fiat ha perso contro Milano ma è bene ricordare come in questo torneo non possa contare su diversi giocatori. Nello specifico sono out McAdoo e Cusin, mentre Taylor e Jamil Wilson sono attesi a Torino nei prossimi giorni. Per la OriOra le “solite” assenze di Krubally e Auda e un Kerron Johnson con un piede non al meglio.

SOLITO PECHACEK Dopo i due timbri di Pechacek, è Torino che trova la retina con più continuità, arrivando sul +6 con Poeta a metà prima frazione. La premiata ditta K e D Johnson scuote i biancorossi e aiutata da Pechacek ricuce il gap. Il pareggio (12-12 al 9’) nasce da un bel recupero difensivo di Dominique Johnson. Nei secondi finali, però, due brutti attacchi lanciano in contropiede la Fiat che torna avanti.

MARTINI SHOW Il livornese ex Legnano è un fattore nel secondo quarto. 10 punti, di cui 7 consecutivi. Grazie a lui la OriOra chiude un break di 9-0 e conduce 23-20. Torino si rifà sotto ma Pistoia tiene botta nonostante Ramagli lasci a lungo a riposo sia Pechacek (tutto il quarto) che i due Johnson. Quando Dominique rientra, è decisivo per il 39-32 finale.

ROCCIOSI DIETRO Anche perché in attacco arrivano quattro punti in 5’ ma Torino li impiega tutti prima di pareggiare (43-43 grazie a Delfino). Il digiuno si prolunga e i gialloblù colpiscono fino al 46-50 complice una bomba di Anumba. Nel finale del terzo quarto si desta Peak e insieme a Martini il distacco torna a una distanza ragionevole: -2 con 10’ di gioco rimanenti.

ASSO DI PEAKKE È lui che con un 3+1 in avvio dà la giusta carica ai biancorossi. E dall’altra parte del campo non è un problema con il suo atletismo tenere Delfino, chiudendo un’altra gara con cifre di rilievo e letture adeguate. Dopo il pareggio a quota 57 impattato da Martini, è la Fiat, nonostante le rotazioni cortissime, che mette ancora la testa avanti (63-57 al 35′) cavalcando Stojanovic. Proprio quando c’è bisogno sotto canestro Severini è fuori per falli e Pechacek si fa fischiare in attacco il terzo fallo.

Nella volata finale è Peak ad essere decisivo: a 2′ dal termine la tripla vale il 70-69 dopo diversi minuti di svantaggio. Pechacek ribadisce mentre Martini dà tutto in difesa: il finale è 77-75 con segnatura importante di Kerron Johnson.

ORIORA PISTOIA – FIAT TORINO, IL TABELLINO

OriOra Pistoia – Fiat Torino 77-75

Pistoia: Della Rosa, Johnson K. 9, Peak 23, Johnson D. 5, Querci, Martini 15, Bolpin, Riisma ne, Di Pizzo 2, Severini 9, Ani ne, Pechacek 14. All. Ramagli

Torino: Anumba 9, Carr 21, Guaiana ne, Poeta 7, Delfino 7, Caruso 8, Stojanovic 14, Cotton 1, Demetrio 8. All. Brown

Parziali: 12-18, 39-32, 51-53

Arbitri: Costa, Galasso, Baldini

  • 98
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Di giorno studia Lingue e Letterature Straniere e Moderne all'Università di Bologna, di notte scrive per il suo quotidiano online preferito, Pisoiasport.com. Giornalista pubblicista, se la cava come addetto stampa.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − 3 =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com