Sabato, 15 Dicembre 2018

Domenica, 11 Maggio 2014 07:55

Maledizione Monsummano in semifinale - Agliana e Pescia sull'1-0 nella strada per la DNC

di 

Meridien battuta in gara1 di semifinale playoff di Dnc in casa da Civitanova: ora servirà l'impresa per andare avanti. Parte l'avventura dei playoff di C Regionale con Cipros Agliana e Cestistica Pescia favorite per salire in Dnc - Aggiornamenti.

Il nostro logo relativo alla rubrica (Pt Sport) Il nostro logo relativo alla rubrica (Pt Sport)

Fase più che calda della stagione delle minors di casa nostra visto che oramai in lizza sono rimaste in poche. Fra chi si è salvato e chi ha già vinto il proprio campionato (e fortunatamente nessuno è retrocesso), vediamo per cosa si lotta ancora sotto i tabelloni della nostra provincia.

Le maggiori attenzioni, ovviamente, sono sull'ennesima sfida di Mario Boni: la sua Meridien, dopo aver asfaltato Empoli nei quarti playoff, trova uno scoglio duro come Civitanova che, entrata di rincorsa, prova a fare l'outsider fino in fondo.

E poi c'è anche la DNC del futuro, con una raffica di promozioni che potrebbero far gioire Agliana e Pescia. Le due compagini partono favorite contro Vaiano e San Miniato, però occhi aperti.

Infine la serie D con le speranze di Chiesina (più concrete) e di Massa e Cozzile (un po' più complicate) di giocarsi il passaggio in C Regionale.

 

DNB - GIRONE A

Tutto finito per la Missardi Montecatini. Obiettivo raggiunto dai ragazzi di Barsotti che hanno centrato la salvezza con 3 giornate d'anticipo, grazie ad un bel rush finale di stagione. Ci potevano essere anche i margini per provare ad accarezzare in extremis il sogno playoff ma, soprattutto la sconfitta contro Mortara, non ha permesso a Giarelli e compagni di arrivarci. Comunque stagione positiva, ora ci sarà da capire cosa riserverà il futuro.

 

DNC - PLAYOFF GIRONE D

Meridien Monsummano-Naturino Civitanova 62-70 (serie 0-1)

MERIDIEN: Zani 3, Bargiacchi, Barontini, Vannini 18, Tempestini 2, Ambrosino 1, Boni 17, Circosta 13, Piccoli ne, Verdiani 8. All.: Tommei.

NATURINO: Centanni 6, Felicioni 3, Tessitore 10, Ferraro 6, Vallasciani 8, Baldoni 17, Tegazi ne, Poletti ne, Magrini, Contigiani 20. All.: Rossi.

PARZIALI: 12-25, 30-36, 49-55.

La maledizione dei playoff perseguita ancora Monsummano, che come l’anno scorso perde garauno delle semifinali in casa per mano di una Naturino Civitanova che non ha rubato nulla (70-62). Il match si decide in pratica sull’inizio monstre degli ospiti, che girano subito la serie a proprio favore facendo vedere le streghe alla squadra di Tommei.

L’inizio di gara per Monsummano è da incubo. Civitanova segna da tre punti da tutte le posizioni e la difesa della Meridien rimane sorpresa. Contigiani, Baldoni e Tessitore siglano un incredibile 6/8 da tre punti che spinge gli ospiti ad un vantaggio importante (9-22). Monsummano si fa prendere dalla frenesia e inizia a forzare, senza pensare di poter recuperare punto su punto. Il vantaggio ospite dopo un tempino è sacrosanto (12-25) e coach Tommei prova a scuotere i suoi, frullando cambi e difese. La reazione arriva all’inizio del secondo quarto con Verdiani e Boni ma Baldoni ributta Monsummano indietro (16-30). Il cuore dei padroni di casa segna nuovamente positivo e Monsummano piazza un 14-6 alla fine del terzo quarto, grazie anche al fisiologico calo nel tiro da tre degli ospiti. La tripla di Circosta a 20” dalla sirena infiamma il Palameridien e all’intervallo la gara è tutta da giocare (30-36). Nel terzo quarto Monsummano dimostra di essere entrata nella serie, Vannini è attivissimo sotto canestro (chiuderà con 18 punti e 20 rimbalzi) e Boni sigla il primo vantaggio dei padroni di casa (44-42). L’impressione è che la Meridien possa prendere per mano la gara ma l’imprevisto è dietro l’angolo. Nel momento più difficile della partita gli ospiti ricevono in dono sei tiri liberi, frutto di tre falli tecnici quasi consecutivi fischiati dagli arbitri, uno a Boni per simulazione (molto dubbio), gli altri due alla panchina. Alla terza sirena gli ospiti tornano avanti (49-55) e consolidano la vittoria nell’ultimo quarto, con una difesa praticamente perfetta che chiude ogni varco a Circosta e Zani.

Le idee di Monsummano iniziano a essere confuse e col passare dei minuti la Naturino si accorge che l’impresa è vicina, concretizzata da un recupero di Baldoni e relativo contropiede. Monsummano perde la prima battaglia ma non la guerra, giovedi in garadue dovrà fare tesoro degli errori e provare a giocare la sua pallacanestro.

 

PISAURUM PESARO - BOLDRINI FUCECCHIO 92-60 (serie 1-0)

 

C REGIONALE - PLAYOFF

Cest.Pescia-Valbisenzio 91- 86 (1-0)

CESTISTICA. Panattoni 12, Buzzo 4, Vanni 14, Cempini 20, Di Noia 26, Brogi 4, Monti 11, Giannotti ne, Nannini ne, Mattiello ne.

Valanga di canestri al PalaBorelli con Pescia che sembra poter mettere in ghiaccio la gara anzitempo, quando al riposo conduce con 21 punti di vantaggio (58- 37, mentre il primo parziale si era chiuso sul 29- 17). Il secondo tempo però racconta un'altra storia: Vaiano recupera quasi tutto lo scarto (68- 59 al 30') e Pescia si lascia prendere dal nervosismo, rischiando un po' nel finale. Alla fine però la squadra di Santi porta a casa la vittoria e va avanti nella serie.

Cipros Agliana-Etrusca S.Miniato 72- 48 (1-0)

CIPROS. De Leonardo 2, Bogani 10, Piccioli 14, Meoni, Limberti 8, Taiti 8, Brunetti 5, Nieri 19, Cavicchi 6, Salute. All. Bertini
BLUKART SAN MINIATO. Meucci A. 5, Stefanelli F. 10, Panchetti 2, Fraschetti 4, Parrini 8, Castelacci, Meucci F. 6, Straffi 4, Susini 8, Stefanelli T. All. Ialuna

Per tutti è la sfida playoff di serie C più incerta ma il primo round ha smentito tutti. La Cipros si è sbarazzata dell'irriconoscibile squadra di Ialuna, mettendo subito le cose in chiaro nel primo quarto (20- 9) e chiudendo la pratica nel terzo (57- 34). Se dopo l'avvio spedito di Agliana, con super Nieri (7 punti in 10'), San Miniato sembra rientrare in gara nel secondo parziale dove alza un po' le percentuali, è Piccioli dopo l'intervallo a mettere la partita sui binari aglianesi. Con due missili e 10 punti in 10', Piccio dilata ancora il vantaggio neroverde e al 26' il punteggio di 52- 27 la dice lunga sulla prestazione horror di San Miniato. Il 57- 34 della terza sirena sembra l'antipasto della rimonta ospite ma il fuoco di Parrini e F. Stefanelli si spegne di nuovo sotto i colpi dei Bertini' boys. Agliana si porta sull'1-0, la sfida è ancora lunga ma esser partiti bene deve dar fiducia alla squadra neroverde. Domenica prossima a San Miniato c'è gara2. La serie è alla meglio delle cinque partite.

 

 

LE ALTRE SERIE PLAYOFF:

Virtus Siena-Basket Grosseto 1-0 (72-66)


D REGIONALE - PLAYOFF

Unione Livorno-Don Carlos Chiesina Uzzanese 75-68 (serie 2-0)

Don Carlos: Salani 2, Amico, Ormeni 4, Boncristiani 3, Lavarini 2, Iozzelli 4, Incerpi 8, N'Diaye 10, Martelli 5, Puccinelli 30. All.: Traversi.

Parziali: 14-14, 25-39, 43-47

Si ferma decisamente troppo presto il sogno playoff del Don Carlos che, dopo essere stato superato in casa la scorsa settimana da Livorno, perde anche sulla costa labronica e così deve dire addio ai sogni-promozione. Partita dai due volti con Chiesina travolgente nella prima parte (all'intervallo +14), mentre nella ripresa il Brusa si rifà sotto e nel finale trova i canestri decisivi per portarla a casa. Il tutto nonostante animi agitati in casa labronica: in 40' si vedono fischiarsi 3 falli antisportivi e 4 falli tecnici.

Madras Massa Cozzile-Basket S.Vincenzo 55-59 (serie 2-0)

Madras: Nannini, Testa 2, Mugnai 11, Cappellini 11, Meucci 17, Maddaluni, Bernardi 3, Chiti 2, Santini, Keraj 8. All.: Mencarelli.

Parziali: 18-17, 34-27, 43-43

Ci ha provato in tutti i modi la Madras ad allungare la serie contro San Vincenzo ma alla fine è venuta fuori la forza dei livornesi, a dimostrazione della differenza di livello fra i due gironi di serie D di questa stagione. Inizio decisamente positivo per i padroni di casa che arrivano anche al +10 (34-24) prima dei tentativi di rimonta di San Vincenzo che torna in parità al 23' nonostante la verve di Meucci. I livornesi provano a scappare via ma al 39' Cappellini segna la tripla del 55-56 ed il tutto si decide nei secondi finali: San Vincenzo segna in penetrazione, secondo la panchina di casa però ci sarebbe infrazioni di passi e partono le proteste che portano al fallo tecnico che chiude il match. Stagione comunque positiva per la Madras, partita con l'intento di mantenere il posto in categoria e che invece è uscita a testa alta dai playoff.

Letto 1732 volte

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)