Giovedì, 17 Gennaio 2019

Martedì, 29 Settembre 2015 00:00

Serie A Beko, tutte le amichevoli del precampionato

di 

Un articolo lungo quasi due mesi: gli aggiornamenti di Pistoia Sport sulle amichevoli delle 16 squadre che prenderanno parte alla prossima Serie A Beko. Per non arrivare impreparati al 4 di ottobre.

Il logo della LegaBasket SerieA Beko Il logo della LegaBasket SerieA Beko

E' oramai una tradizione per Pistoia Sport, un modo per tenere aggiornati tutti gli appassionati di basket ai quali non interessano solo le sorti della Giorgio Tesi Group ma che vogliono conoscere anche i movimenti delle avversarie, i giocatori nuovi del campionato, infortuni, polemiche e quant'altro.

Così dopo che tutte le 16 compagini di Serie A Beko hanno iniziato la loro preparazione (l'ultima è stata proprio la squadra biancorossa di coach Esposito), vi teniamo aggiornati in questo articolo da fine agosto ai primi di ottobre su quello che accadrà nei vari scrimmage, amichevoli e quadrangolari che vedranno come protagoniste le squadre del massimo campionato di basket.

 

AGOSTO

 

22/08/2015

Obiettivo Lavoro Bologna - Bondi Ferrara 94-67

Parziali 19-17, 26-16, 30-15, 19-19

Bologna: Vitali 11, Ray 9, Fontecchio 13, Mazzola 13, Pittman 13, Fabiani, Varrone 1, Vercellino 4, Williams 9, Oxilia 7, Odom 14, Grazian ne.

La prima a partire con la preparazione e, di conseguenza, anche la prima a scendere in campo. A Lizzano Belvedere, per cercare un po' di fresco, tocca alla Virtus di coach Valli disputare la prima amichevole che è un derby contro Ferrara (LegaDue). All'appello mancavano Gaddy e Cuccarolo, quest'ultimo infortunato, ma le sensazioni sono state subito positive. Ottima distribuzione dell'attacco, con Allan Ray pronto a smistare assist per i compagni. Bene anche Michele Vitali, così come gli altri giovani con Oxilia e Vercellino spremuti fin da subito da coach Valli.

 

27/08/2015

Obiettivo Lavoro Bologna – Stanford University 75–63

Parziali: 13-12/ 14-26/ 27-12/ 21-13

OL Bologna: Pittman 19, Fabiani 0, Varrone 0, Vercellino 0, Gaddy 9, Williams 3, Fontecchio 9, Mazzola 7, Oxilia 3, Graziani 1, Odom 11, Ray 13. Coach Valli.

Stanford: Sanders, Cartwright 2, Allen 1, Humphrey, Pickens 10, Sheffield 1, Allena Marcus 16, Sharma 2, Walker 2, Travis 19, Allen Rosco 10, Verhoeven. Coach Dawkins.

Lo scrimmage del PalaGira di Ozzano contro i californiani della Standford University, viene interrotto solo dopo tredici minuti di gioco quando una schiacciata di Pittman causa la rottura del tabellone. Il match, trasferito a Castel San Pietro, regala comunque buone indicazioni al coach di casa Valli che nonostante la trama di gioco farraginosa e gli schemi offensivi ancora in rodaggio, si gode qualche ottima azione difensiva corale dei suoi. Gara giocata ad alti livelli di intensità in cui le Vunere soffrono solamente nei secondi 10 minuti, subendo un parziale di 12 punti. Assenti Cuccarolo e Vitali.

 

Bayer Monaco – Dolomiti Energia Trentino 76–67

Parziali: 15-21/ 35-35/ 56-45

Trento: Forray 8, Sanders 15, Lockett 8, Baldi Rossi 11, Lechthaler 3, Floccadori 8, Sutton 10, Lofberg 4, Bellan, Bertocchi. Coach Buscaglia.

Bayer Monaco: Beyschlag, Thompson 13, Seifeth 2, Dedovic 24, Freudeberg, Sevanovic 6, Kovacevic, Gorsch, Ognusipe, Jallow 4, Mayrne, Taylor 16, Bryant 11. Coach Pesic.

I tedeschi di coach Pesic, in preparazione proprio sul Lago di Garda, trionfano sulla Dolomiti Energia Trentino al termine di una gara giocata ad alti livelli nonostante fosse il primo test stagionale per entrambe le squadre, prive anche dei loro nazionali (Pascolo e Poeta per la formazione di Trento). Arrivati al giro di boa in perfetta parità, al rientro sul parquet sono i tedeschi a condurre e a controllare l'inerzia del match salvo poi farsi rimontare, fino al -1 negli ultimi minuti di gioco. È comunque l'ultimo lampo della squadra di Buscaglia che poi è costretta ad arrendersi alla superiorità del Bayer. Incontenibile a tratti Sanders, un'ottima prova di carattere e di attributi del gruppo.

 

28/08/2015

EA7 Milano – Monaco 64–50

EA7: Amato 6, Jenkins7, Cerella 6, Hummel 22, Mc Lean 12 Macvan 11, Urtasun, Radic, Toffali. Coach Repesa.

Monaco: Drew 5, Shuler 7, Ilic 4, Uter 8, Sy 2, Mitchell 1, Kant 3, Outtara 16, Meida 2.

Parziali: 17-16/ 21-20/ 27-13

È partita così la nuova stagione dell' Emporio Armani Milano che, seppur privo di gran parte della rosa ufficiale, ha domato il Monaco. Solito scrimmage da quattro periodi con tabellone luminoso azzerato al termine di ognuno, in cui coach Repesa ha potuto testare l'affidabilità della sua coppia di lunghi Hummel–Mc Lean: l'ex Timberwolves lotta sotto canestro ma mette in mostra anche le sue doti dalla distanza. Alla fine mette a segno 22 punti e si dimostra il vero trascinatore dei suoi. Il Monaco resta aggrappato alla partita solamente per i primi due quarti grazie ai punti di Outtara e le numerose occasioni dalla lunetta.

 

29/08/2015

Giorgio Tesi Group - Valentina's Bottegone 82-66

Primo scrimmage della stagione per la squadra di coach Esposito, di fronte a quasi 1500 spettatori. Il nostro resoconto completo della serata al PalaCarrara.

 

Vanoli Cremona – Dolomiti Energia Trento 82 – 72

parziali: 18-21/ 18-16/ 22-15/ 29-23

Cremona: Southerland 8, Cucco, Milan 11, Gaspardo 7, Cazzolato 6, Washington 14, Pisacane, Biligha Boccasane,
McGee 21, Turner 18. Coach Pancotto.

Trento:Trento: Forray 8, Sanders 9, Lockett 15, Baldi Rossi 9, Lechthaler 1, Floccadori 12, Sutton 21,
Lofberg, Bellan, Bertocchi. Coach Buscaglia.

Scrimmage da quattro mini-partite che vede i ragazzi di coach Buscaglia offrire un ottimo basket nel primo
quarto – Sanders, Flaccadori e Sutton i più ispirati - e poi cedere alle gambe pesanti causa la dura
preparazione fisica ma anche l'amichevole giocata giovedì contro il Bayern Monaco.
Cremona, nonostante qualche assenza tra infortunati e nazionali, spinge molto e si porta a casa i restanti tre
periodi grazie alle magie di Washington prima e Turner e McGee dopo.

 

Operazione Lavoro Bologna – Brown University 84 – 72

parziali: 23-21/ 26-21/ 20-18/ 15-12

OL Bologna: Pittman 23, Fabiani, Vitali 12, Varrone, Vercellino 3, Gaddy 9, Williams 6, Fontecchio 2, Oxilia
6, Graziani, Odom 5, Ray 20. Coach Valli.

Brown University: Spieth 4, Blackmon 14, Sharkey, Hobbie 15, Williams, Martin, Kuakumwesah 15, Haber 17,
Massey 5, Liuboja. Coach Martin.

Può dichiararsi soddisfatto coach Valli, per l'ottima prova dei suoi davanti ai 500 spettatori del Palasport
di Anzola; ormai al terzo test pre-campinato, le Vunere mostrano sprazzi di bel gioco e meccanismi ben più
oliati rispetto all'ultima uscita.
Pittman è il vero faro dei bolognesi segnando tanto (11/13 da 2), lottando sotto canestro e smistando palle
per i compagni, che trovano conferme anche in Ray (20) e nell'ispirato play Vitali (12).
Ottimo basket anche dall'altro lato del campo dove la prestigiosa Brown University non molla mai ed è sempre
pronta a rientrare in partita, costringendo la panchina casalinga a numerosi time-out con l'obiettivo di
evitare cali di concentrazione. Punteggio basso negli ultimi dieci minuti dove protagonisti sono stati il
caldo e i molti giovani sul parquet.

 

Auxilium Torino – Derthona Basket 70-73

parziali: 20-23/ 7-18/ 23-12/ 20-20

Inizia in via ufficiale anche la stagione dell'Auxilum Torino, neopromossa che se la vede in casa con la
formazione del Derthona Basket di Demis Cavina, davanti ad una cornice di 1500 spettatori.
Quattro tempi con punteggio azzerato ad ogni sirena, ma le mani del Palaruffini sono subito costrette a
scaldarsi davanti alle prodezze di Rosselli, Mancinelli ed Ebi, purtroppo un po' appannati nel finale con gli
ospiti chiudono avanti di tre lunghezze.
Padroni di casa ancora in difficoltà nei secondi dieci minuti, in cui non riescono a finalizzare come
vorrebbero le azioni offensive - capitolando per 18-7 - salvo poi ritrovarsi nella ripresa quando Hawkins e
Miller aprono il fuoco dai 6,75 e regalano all'Auxilium la prima gioia del match.
L' ultimo periodo di gioco si chiude in parità, con i ragazzi di Luca Bechi costretti così alla resa. Gli
alibi non mancano, dalle assenze precauzionali di Robinson e Giachetti ai dieci giorni di duro lavoro fisico.
All'inzio del match è stato riservato un minuto di silenzio alla scomparsa dell'ex beniamino dei tifosi
gialloblù Darryl Hawkins, fermato da un infarto.

 

30/08/2015

Enel Brindisi -  Bawer Olimpia Matera 77-63

Al PalaPentassuglia, davanti ai calorosi 1300 spettatori, l'Enel Brindisi trionfa al debutto stagionale contro
l'Olimpia Matera, proveniente dalla serie cadetto.
Partita divertente nonostante le gambe imballate, solito scrimmage con regole all'italiana in cui la squadra
di Bucchi domina tutti i 40 minuti. I tifosi devono pazientare ancora un po' per porte vedere la vera Enel
dato le assenze di Reynolds, Banks e Scott aggiunte a Kadij, ancora impegnato in Coppa d'Africa.

 

Consultinvest Pesaro – Standford University 84 – 81

Nel borgo rurale di Montecchio, dove i ragazzi di coach Paolini stanno svolgendo la loro preparazione, debutta
Pesaro contro gli americani della Sandford University, già protagonista di un match contro i virtussini. Alla
fine è la squadra di casa a vincere, anche se di misura, causa le gambe pesanti e soprattutto i molti minuti
di difesa a zona da parte degli avversari.

Reggio Calabria – Capo d'Orlando 62 – 57

parziali: 12-17/ 12-16/ 17-9/ 21-15

Capo d’Orlando: Ihring 3, Basile 5, Laquintana 12, Perl 8, Babilodze, Saunders, Munastra, Bowers 11, Vujicevic
3, Oriakhi 15. All: Griccioli

Da segnalare le molte assenze: Mordente e Brackins per la squadra di casa mentre Simas Jasaitis (leggera
infiammazione al tendine d’ achille) Sandro Nicevic e il play e nazionale macedone Vlado Ilievski per
l'Orlandina.
Nonostante il caldo e le gambe pesante qua il ritmo regge per tutti e 40 i minuti e si registrano pochissimi
cali di intensità, Alla fine le due squadra di spartiscono due tempi a testa; meglio Reggio nella ripresa che
sulla sirena si trova avanti di cinque lunghezze.


SETTEMBRE

 

01/09/2015

Tigers Lugano - Acqua Vitasnella Cantù 66-65

parziali: 23-13/ 18-18/ 14-20/ 11-14

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 6, Cesana, Laganà 2, Ross 16, Zugno, Hasbrouck 8,
Hall 12, Wojciechowski 10, Fioravanti ne, Berggren 6, Tessitori 1, Johnson 4, Baparapè ne. All. Corbani.

Tigers Lugano: Arnaboldi, Rambo 15, Cafisi, Stockalper 22, Brnas 3, Mussongo, Kozic 6, Aw 3, Fontanini,
Sztarkman, Mussongo, Koludrovic, Watson 17. All. Jaumin.

Cade all'esordio in Svizzera, la compagine allenata da coach Corbani pagando una prima frazione non all'altezza
e una preparazione fisica iniziata in ritardo rispetto alle Tigri di Lugano che già sabato affronteranno il
primo impegno ufficiale in supercoppa. Meglio la ripresa, in cui i nostrani sono trascinati da Ross e da una
vecchia (anche se non troppo) conoscenza del basket pistoiese: Langston Hall.

02/09/2015

FMC Ferentino - Juve Caserta   66-64 

parziali: 12-19, 16-18, 17-18, 21-9.

FMC Ferentino: Bulleri 10, Gigli 14, Raspino 3, Benevelli 4, Mazzantini 4, Imbrò 12, Carnovali 2, Benvenuti 2,
Bowers 4, Raymond 11. Allenatore: Fucà.

Soliti quattro periodi e azzeramento del punteggio, utili al Ferentino basket per mettere a segno la seconda
vittoria consecutiva in questo precampionato battendo la Juve Caserta nelle mura amiche.
In difficoltà per i primi tre quarti, la squadra di Fucà mette in scena un'incredibile rimonta negli ultimi
dieci minuti, ribaltando con un 21-9 il match.


EA7 Milano - Darussafaka   74-78 

parziali: 19-21/ 16-19/ 21-19/ 18-19

EA7: Amato 8, Jenkins 15, Cerella 6, Hummel 12, McLean 14, Urtasun 7,
Radic, Toffali, Macvan 8.

Darussafaka: Gordon 10, Redding 9, Preldzic 6, Harangody 9, Bjelica 10, Yagmur 5,
Ozdemeroglu 3, Arslan 5, Dudley 9, Turen 2, Samet 4.

Piena emergenza per Repesa che è costretto a schierare un roster letteralmente dimezzato contro gli agguerriti turchi trascinati dalle triple di Gordon. Le buone novità in casa Emporio Armani sono la grinta e l'attaccamento al match dimostrata dai protagonisti dello scrimmage di inizio settembre, oltre al costante rendimento di Hummel e McLean sotto canestro. Ottima prova anche del 17enne Davide Toffali.

 

4 e 5 Settembre

Trofeo "Pieralberto Baldoni" Memorial

Porto San Giorgio ospita il quadrangolare che vede protagoniste, oltre alla formazione turca del Banvit, tre compagini della nostra Serie A Beko. Si sono infatti sfidate venerdì - incontri valevoli per le semifinali - Enel Brindisi e Auxilium Torino prima, Cremona e Banvit dopo.

Auxilium Torino - Enel Brindisi 65-77

La squadra di coach Bechi si affida soprattutto a Stefano Mancinelli ma i suoi 15 punti non sono abbastanza per battere i brindisini che sfruttano al meglio le palle perse dei gialloblù e sono letali in contropiede.

Torino: Mancinelli 15, Rosselli 4, Fantoni 6, Robinson 6, Merlati n.e., Mascolo 3, Sirakov, Dawkins 10, Miller 15, Ebi 6. Coach Bechi.

Brindisi: Banks 10, Reynolds 2, Scott 13, Cournooh 10, Harris 14, Cardillo, Milosevic 11, Gagic 11, De Gennaro n.e., Zerini 6, Marzaioli, Draskovic. Coach Bucchi.

Vanoli Cremona - Banvit 55-69

Cremona: Southerland 7, Cazzolato, Washington 9, Biligha 6, Turner 17, Milan 5, Gaspardo, Adegboye, Lampropoulos 4, McGee 2. Coach Pancotto.

Banvit: Fortson 21, Johnson 9, Gecim 2, Carmichel 8, Moerman 2, Yilmaz 2, Ulusoy, Simmons 8, Vidmar 11, Altunbey, Yildirim 6. Coach Sernak.

Nella seconda sfida del PalaSavelli , dopo aver tenuto botta ai turchi per gran parte della gara, la Vanoli Cremona è costretta ad arrendersi ai turchi del Banvit, che prenderanno parte alla prossima Eurocup.
Da segnalare le ottime prestazioni di Turner da una parte e di Fortson dall'altra.

Le finali di sabato hanno visto il Banvit passeggiare sopra i ragazzi di coach Bucchi e aggiudicarsi la manifestazione, mentre nella gara valida per il terzo e il quarto posto, capitola per la seconda volta in due giorni la Manital Torino che cede il passo ad una Cremona molto più presente dal punto di vista atletico.

Enel Brindisi - Banvit 64-82

Brindisi: Banks 12, Reynolds 11, Gagic 5, Zerini, Scott 14, Milosevic 9, De Gennaro n.e., Cournooh, Marzaioli, Harris 10, Cardillo 3, Draskovic n.e. Coach Bucchi.

Banvit: Simmons 11, Vidmar 13, Altunbey 4, Fortson 14, Johnson 15, Ylmaz 2. Moerman 15, Ulusoy, Yldirim 5, Gecim 3. Coach Sernak.

Auxilium Torino - Vanoli Cremona 58-78

Torino: Miller 6, Dawkins 3, Ebi 10, Rosselli 2, Mancinelli 12, Mascolo 3, Robinson 7, Fantoni 10, Sirakov 5. Coach Bechi.

Cremona: Mian 20, Washington 6, Biligha 7, McGee 4, Turner 9, Gaspardo 8, Southerland 6 Adegboye 12, Lampropoulos 6. Coach Bucchi.

 

5/09/2015

Mens Sana Siena - Giorgio Tesi Group 87-85

Scivola via in volata il match alla Tesi Group nello scrimmage del PalaSclavo con punteggio azzerato ad ogni periodo. Fuori Thornton per Pistoia, Siena aveva preso questa sfida come un derby vero ed alla fine è riuscita a spuntarla.

Questa l'analisi completa del match.

Pallacanestro Varese A - Pallacanestro Varese B 86-90

parziali: 23-21/ 49-44/ 64-74

Pallacanestro Varese A (Bianchi): Wayns 25, Junakovic 4, Ferrero 14, Thompson 14, Campani 12, Faye 10, Pietrini 7. Coach Stefano Vanoncini.

Pallacanestro Varese B (Rossi): Galloway 11, Cavaliero 12, Shepherd 30, De Vita 2, Davies 19, Molinaro 7, Testa 9. Coaoch Paolo Conti.

A chiudere il ritiro della Openjobmetis a Chiavenna, i ragazzi di coach Paolo Moretti si sono sfidati in un'amichevole interna dividendosi in due formazioni: una bianca (Varese A) e una rossa (Varese B).
A trionfare sono stati i ragazzi in canotta rossa, top-scorere del match invece Wayns, schierato con i "bianchi".

Umana Reyer Venezia – KK Portoroz 102-61

Parziali: 33-17/ 59-32/ 82-44

Umana Reyer: Peric 20, Goss 15, Antelli 2, Tonut 13, Green 7, Ruzzier, Bramos 8, Owens 21, Ress 2, Ortner 2, Viggiano 12. Coach Recalcati.

Portoroz: Kosic, Barbaric 15, Vukovic 7, Hodzic 13, Borse 4, Brodnik 9, Katonar, Kozlica 1, basedic, Trampus 2, Fifolt 4, Karavdic 6. Coach. Subotic.

Non poteva esserci esordio migliore per la Reyer Venezia che nella ormai "sua" Caprile -il terroitorio veneto ospita l'Umana ormai da quattro anni- vince e convince ai danni del KK Portoroz. La prima uscita stagionale è bagnata dal canestro di Jeff Viggiano, che dà fiducia alla formaizone di Recalcati, subito avanti 6-0 e 33-17 sulla prima sirena.
Gli sloveni non rientrano mai in partita e così la Reyer dilaga nel punteggio. Nessun calo di intensità nel finale dove gli alibi potrebbero essere molti, dalle gambe pesanti ai diversi under in campo.

 

 

5 e 6 Settembre

III Torneo Internazionale Geovillage

 

Brose Bamberg - Sidigas Avellino 84-68

parziali: 18-23/ 27-13/ 20-14/ 19-18

Brose Bamberg: Staiger 10, Theis 8, Wanamaker 9,  Mueller 7, Kratzer, Miller 14, Dragovic 7,  Olaseni 9,  Heckmann9,  Idbihi 11, Taras. Coach Andrea Trinchieri.

Sidigas Avellino: Norcino 3, Picariello, Veikalas 9, Acker 11, Gioia, Green 17, Severini, Pini 9,  Buva 16,  Parlato 3. Coach Pino Sacripanti.

Prima giornata della terza edizione della manifestazione targata "Geovillage" e in scena al Geopalace vanno subito Brose Bamberg e Sidigas Avellino: sfida che apre la manifestazione alle ore 19:00. I tedeschi del mai dimenticato ex play pistoiese Wanameker si trovano in svantaggio già dopo i primi dieci minuti di gioco, ma già al 15' hanno raggiunto la parità e all'intervallo lungo conducono 45-36. Non ci saranno capovolgimenti fino al termine, con la formazione di Sacripanti che vede così sfumare la finale.
 

Dinamo Banco di Sardegna - Darussafaka Dogus Istanbul 70-66

parziali: 15-17/ 17-14/ 16-1/ 21-19

Dinamo Banco di Sardegna: Haynes 14, Petway 6, Logan 17, Formenti, Togashi, Pellegrino, Devecchi,  Alexander, D’Ercole,  Marconato, Sacchetti 10, Eyenga 17, Varnado 5. Coach Meo Sacchetti.

Darussafaka: Yagmur, Redding 6, Turen, Geyik 7, Ozdemiroglu 5, Gordon 6, Arslan 1, Ersin 12, Slaughter, Harangody 16, Bjelica 10, Preldzic 3.  Coach Oktay Mahmuti.

Seconda sfida della giornata con Dinamo Sassari e Darussafaka Istambul in campo alle ore 21:00. In avvio è Sassari a dettare il ritmo grazie alle conclusioni di Haynes e Logan, ma i turchi non si fanno trovare impreparati e chiudono la prima frazione avanti due lunghezze. La situazione è capovolta all'intervallo lungo (32-31) e prosegue in positivo per i ragazzi di Meo Sacchetti che sono più lucidi negli ultimi minuti conquistando così la finale .



Nelle finali di Domenica, il Darussafaka rifila un ventello ( e qualcosina in più ) alla squadra di Sacripanti mentre la Dinamo si aggiudica la terza edizione del Torneo Geovillage per il secondo anno consecutivo. Top scorer per i campioni d'Italia in carica Logan, seguito da Eyenga.

Sidigas Avellino – Darussafaka Dogus 54 - 75

Parziali: 11-14;13-23;22-16; 8-22.

Avellino: Norcino, Picariello, Veikalas 7, Acker 2, Gioia, Green 20, Severini 2, Pini 3,  Buva 20,  Parlato. All. Stefano Sacripanti

Darussafaka: Mehmet 7, Redding 6, Turen 3, Geyik 6, Ozdemiroglu 4, Gordon, Arslan 3, Slaughter, Harangody 15, Bjelica 18, Preldzic 3.  Coach Oktay Mahmuti.

Dinamo Banco di Sardegna – Brose Baskets Bamberg 83-78

Parziali: 17-15/ 13-9/ 17-25/ 25-23/ OT: 11-6.

Dinamo: Haynes 14, Petway 8, Logan 23, Formenti 1, Togashi 3, Pellegrino, Devecchi,  Alexander, D’Ercole,  Marconato, Sacchetti 9, Eyenga 17, Varnado 8. Coach Meo Sacchetti.

Bamberg:Staiger 14, Theis 10, Wanamaker 19,  Mueller 2, Kratzer, Taras, Miller 11, Dragovic 3,  Olaseni 9,  Heckmann 2,  Idbihi 8, Dumars. Coach Andrea Trinchieri.

 

 

06/09/2015

Grissin Bon Reggio Emilia - Energia Dolomiti Trento 88 - 90

parziali: 23-22/ 51-47/ 73-71

Grissin Bon: Lilov 8, Lavrinovic 14, De Nicolao 11, Pechacek 25, Soo ne, Kaukenas 13, Igrutinovic, Lusvarghi ne, Lever, Gentile 8, Mitt, Zukauskas 9. Coach Menetti .
 
Energia Dolomiti: Poeta 3, Sanders 6, Baldi Rossi 13, Forray 4, Lofberg 10, Flaccadori 8, Bertocchi ne, Bellan, Sutton 25, Lockett 8, Lechthaler 4, Wright. 9 Coach Buscaglia.

In un PalaCattaneo tutto esaurito è servito un piccolo anticipo della Serie A Beko che sarà. Un match tenuto in equilibrio dai punti dei lunghi Pechacek e Lavrnovic da una parte e dalle giocate di Baldi Rossi e Flaccadori dall'altra. La parità è interrotta nel finale quando Sutton - ottima partita e 25 punti per lui -
mette a segno cinque punti consecutivi che valgono la vittoria alla Dolomiti Energia Trento.

 

Benacquista Latina – Juvecaserta 72 – 77

parziali: 20-21/ 37-36/ 60-56

Benacquista: Veccia 9, Tavernelli 2, Tagliabue 6, Ihedioha 5, Mei 9, Uglietti 6, Pastore 3, Stanback 19, Di Ianni 2, Mosley 11. Coach Gramenzi.

Juvecaserta: Gravina, Hunt 2, Cinciarini 20, Amoroso 21, Ventrone, Gaddefors 8, Iovinella ne, Giuri 2, El-Amin 12, Ingrosso 12. Coach Dell’Agnello.

Grazie ad una convincente prestazione nei primi 20' di gioco, Latina arriva in vantaggio all'intervallo lungo proseguendo poi la sua marcia fino a toccare il +10. Fondamentali soprattutto le giocate di Stanback. Ritorna in carreggiata Caserta quando salgono in cattedra Cinciarini e Amoroso; gli ex Giorgio Tesi Group rimettono le cose a posto - o quasi - dato che sulla sirena Caserta è ancora sotto di quattro punti. Nel finale viene comunque a galla la maggior esperienza della Juve, che al termine dei 40' di gioco trionfa 72-77.

 

Acqua Vitasnella Cantù - AS Monaco 42 - 39

parziali: 14- 14/ 35- 32/ 42- 39…

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 13, Cesana ne, Laganà 2, Ross 3, Zugno ne, Hasbrouck 11, Hall 2, Wojciechowski , Fioravanti ne, Berggren 2, Tessitori 2, Johnson 7, Baparapè ne. CoachCorbani.

AS Monaco: Drew 5, Shuler 5, Ilic ne, Aleksic, Buedo ne, Uter 2, Sy 6, Mitchell 2, Kantè 6, Ouattara 8, Mbida 2, Akpomedah 3. Coach Mitrovic.
 
Dopo due quarti giocati ad alta intensità ed animati dalle giocate dei padroni di casa a cui risponde la stella dei Transalpini Outtara, la partita subisce un improvviso stop. La polemica nasce da un tecinico fischiato alla panchina ospite, l’allenatore dei francesi - Zvezdan Mitrovic - non la prende molto bene e decide di ritirare la propria squadra al 35', quando Cantù conduceva per 42-39.

 

 

07/09/2015

Banvit - Brindisi 79 - 68

parziali: 22 – 14/ 42 – 34/ 61 – 48

Banvit: Simmons 11, Vidmar 22, Altunbey 3, Fortson 11, Johnson 11, Ylmaz, Moerman 9, Ulusoy 2, Yldirim 5, Gecim 5. All. Sernak

Brindisi: Banks n.e., Reynolds 9, Scott 11, Cournooh n.e., Harris 20, Cardillo 1, Milosevic 13, Gagic 4, De Gennaro n.e., Zerini 1, Marzaioli, Kadji 6. All. Bucchi

Dopo la sconfitta in occasione della finale del trofeo "Pieralberto Baldoni" Memorial, Brindisi torna a sfidare i turchi del Banvit. Anche stavolta è la truppa di coach Sernak ad imboccare la strada della vittoria, trascinata dai punti di Vidmar e Fortson.

 

 

08/09/2015

OL Bologna - Shangai Sharks 95-66

parziali: 22-18/ 30-20/ 16-23/ 27-5 8/9

OL: Vitali 15, Varrone 3, Vercellino 4, Gaddy 8, Williams 8, Fontecchio 12, Mazzola 13, Oxilia 7, Odom 10, Ray 15. Coach Valli.

Shangai Sharks: Liang 10, Husehlin 11, Yang 12, Wei 2, Qi 2, Yi 2, Tong 4, Peng 15, Guanxi 4, Zhaoux 4. Coach Max de Panfilis.

Il test amichevole contro una formazione meno quotata, come quella cinese degli Shangai Shark, fornisce importanti indicazioni al tecnico di casa, Valli.        Se la Virtus risponde presente sul piano del carattere, risulta da migliorare la sterile manovra offensiva a cui si aggiunge una certa imprecisione dai 6.75 e dalla lunetta. L'alibi dei bolognesi è da ricercare nell'assenza del lungo Pittmann, i cui centimetri sotto le plance mancano eccome nell'amichevole di Castel San Pietro.

Dopo i primi dieci minuti Vitali e compagni chiudono avanti di quattro lunghezze ma gli ospiti sono bravi a non farsi staccare e soprattutto grazie alle tante conclusioni dalla distanza mantengono il match in parità quando siamo all'intervallo lungo. Terzo periodo un po' appannato per l'Obiettivo Lavoro e che viene perso di sette lunghezze, ma nel finale -viziato dall'espulsione di Yang per proteste- le vunere si riscattano, dilagano e vincono.



09/09/2015

Juvecaserta - Bawer Matera 96-55

parziali: 26-12/ 21-11/ 31-13/ 18-19

Come ammette lo stesso Dell'Agnello - allenatore dei padroni di casa - la preparazione della Juve è sicuramente rallentata a causa degli infortuni, ma nel test contro la Bawer Matera qualche miglioramento si è visto. Solito scrimmage con azzeramento del punteggio ad ogni quarto; Caserta domina nei primi tre, perdendo di un punto l'ultimo periodo.


Umana Reyer – Sencur Kranj 97-75

parziali: 22-17/ 49-39/ 75-55

Umana Reyer: Peric 7, Visconti 2, Antelli 2, Tonut 10, Jackson 7, Green 16, Ruzzier ne, Bramos 10, Owens 17, Ress 7, Ortner 5, Viggiano 11, Simioni 3. Coach Recalcati.

Sencur Kranj: Kristo 7, Kosec 6, Jokic 4, Jersin 4, Martincic 2, Pavic 20, Erzen 10, Miljkovic 2, Span 4, Grum 7, Blazevic 9. Coach Keselj.

Una Umana Reyer Venezia con due assenze importanti vince con merito l'amichevole di San Stino di Livenza contro gli Sloveni del Sencur Kranj. Gli assenti sono l'influenzato capitan Goss e Ruzzier reduce da un risentimento muscolare.
Venezia subito avanti al termine dei primi dieci minuti (22-17), ma i ragazzi di Keselji non si demoralizzano e inscenano un ottimo secondo periodo. La parità regge finchè Green e Owens non decidono di mettersi in proprio: all'intervallo lungo l'Umana è avanti di dieci lunghezze dilagando poi nella ripresa.
Nel finale ampia le rotazioni Recalcati, dando spazio ai canterani che sfruttano al meglio l'occasione.


Dinamo Banco di Sardegna - AEk Atene 78-72

parziali: 23-20/ 11-19/ 19-21/ 25-12

Dinamo: Haynes 6, Petway, Logan 20, Formenti, Togashi, Pellegrino, Devecchi, Alexander, 19, D'Ercole 3, Marconato, Sacchetti 9, Eyenga 12, Varnado 9. Coach Sacchetti.

AEK: Papantoniou 8, Carter 5, Warren 7, Hairston 8, Moraitis, Sakota 6, Paulos, Katsivelis 7, Mavrokefalidis 25, Sarikopulos, Cohadarevic, Orton 16. Coach Dragan Sakota.

Partono forte i padroni di casa aprendo un parziale di 5-0. In realtà la prima frazione è il periodo più rocambolesco, ma i continui cambi di potere sono interrotti dalla buonissima prestazione di Logan e la precisione di Sacchetti dall'arco, che portano la squadra avanti di tre lunghezze alla sirena.
Tornati sul parquet le triple di Sacchetti non bastano e nemmeno l'ottima prestazione dei due lunghi, così è l'Aek ad andare al riposo lungo con la testa avanti (30-31).
L'orgoglio della squadra di Meo Sacchetti viene fuori nel finale, dove grazie alla prestazione dei due lunghi Alexander e Eyenga i biancoblù conquistano la vittoria finale.

 

 

10/09/2015

Openjobmetis Varese - 5 Stelle Sam Basket Massagno 87-66 

Openjobmetis Varese: Davies 18, Faye 10, Wayns 20, Varanauskas ne, De Vita, Molinaro 2, Cavaliero 12, Shepherd ne, Campani ne, Ferrero 5, Thompson 7, Galloway 13. Coach Moretti.

5 Stelle SAM Basket Massagno: Martino, Appavou 3, Day 15, Grueninger 3, Kraljevic 4, Varidel 5, Gearhart 27, Bracelli 2, Krolo, Andjelkovic 7. Coach Gubitosa.

Amichevole che vede l'Openjobmetis impegnata contro il Sam Basket Massagno. In equilibrio solamene i primi dieci minuti poi i biancorossi prendono il largo e dilagano nel punteggio. Protagonisti del test precampionato Brandon Davies e Maalik Wayns. A divertire il pubblico ci ha pensato invece Galloway, sfoderando il suo repertorio di schiacciate.

 

11 e 12 Settembre

III edizione Torneo Internazionale città di Jesolo

SEMIFINALI    

Nella semifinale che ha visto opposte l'Acqua Vitasnella di coach Corbani e gli Shangai Sharks, salta subito agli occhi il netto divario tecnico tra le due squadre, con i nostrani che dominano per tutti e 40 i minuti non concedendo praticamente niente agli avversari. Trascinati da LaQuinton Ross, i canturini spingono da subito sull'acceleratore e già sulla prima sirena sono avanti 23-8. Non rientrano mai in partita i cinesi, che limitano i danni solo perchè nel finale Cantù decide di risparmiare qualche energia in vista della finale.

L'altra sfida in grado di designare la seconda finalista di domenica ha sorriso all'Umana Reyer, che seppur priva di Peric, trionfa sulla Grissin Bon grazie ad un buonissimo primo tempo .Senza i nazionali Della Valle, Polonara e Aradori, aggiunti a Vereemenko e Silin è difficile per i giocatori di Reggio Emilia reggere l'urto degli orogranata. Sotto 44-32 all'intervallo lungo, non riescono più a rientrare.

 

Acqua Vitasnella Cantù - Shangai Sharks 96-48     

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 9, Cesana 12, Laganà 4, Ross 18, Zugno 2, Hasbrouck 4, Hall 6, Wojciechowski 11, Berggren 9, Tessitori 8, Johnson 13. Coach Corbani.

Shangai Sharks: Huseh-Lin Lee 8, Liang Cai 6, Wei Lu, Peng Ju 6, Zhaoxu Zhang 5, Yang Ge 3, Zezhong Wang, Qi Feng 5, Yi Zhai 7, Tong Wang 2, Bin Ma ne, Guanxi Wu 6, Shiquan Huang ne. Coach Liu Peng.

 

Umana Reyer Venezia - Grissin Bon Reggio Emilia 86-89

parziali: 22-19/ 44-32/ 69-57/  86-69.

Umana Reyer: Goss 16, Antelli, Tonut 1, Jackson 18, Visconti 1, Green 11, Ruzzier, Bramos 9, Owens 17, Ress, Simioni, Ortner 3, Viggiano 10. Coach Recalcati.

Grissin Bon Reggio Emilia: Lilov 22, Lavrinovic 13, De Nicolao 2, Pechacek 3, Janjic 5, Kaukenas 13, Lusvarghi, Lever 4, Gentile 7, Mitt, Zukaukas. Coach Menetti.

FINALI

La finalissima di sabato proclama vincitrice della terza edizione del Torneo Internazionale Città di Jesolo l'Acqua Vitasnella Cantù, che esce indenne dalla sfida contro la Reyer. I canturini sono sempre avanti ma nel finale vengono beffati da una tripla di Phil Goss che porta Venezia in vantaggio con 90'' da giocare. Ross e Johnson però non ci stanno a perdere dopo un'intera gara al comando e sono proprio loro a segnare i canestri che valgono la vittoria.

L'altra gara valida per il terzo posto è anche l'ultima partita della turnee italiana dei ragazzi di Shangai che stavolta provano a battere la Grissin Bon. Non entrano però mai in partita e subiscono l'ennesimo tracollo con Gentile e compagni che dilagano per tutto il match.

Acqua Vitasnella Cantù - Umana Reyer Venezia 68 - 65

parziali: 22-9/30-20/49-42.

Acqua Vitasnella: Abass 13, Cesana 5, Laganà 4, Ross 18, Zugno, Hasbrouck ne, Hall 2, Wojciechowski 8, Berggren 7, Tessitori 4, Johnson 7. Coach Corbani.

Umana Reyer Venezia: Goss 14, Antelli ne, Tonut 7, Jackson 8, Green 7, Ruzzier 8, Bramos, Owens 9, Ress, Simioni ne, Ortner 2, Viggiano 10. Coach Recalcati.

Grissin Bon Reggio Emilia - Shangai Sharks 84-53

parziali: 25-10/43-28/63-40.

Grissin Bon: Lilov 26, Lavrinovic 14, De Nicolao 3, Pechacek 4, Janjic 7, Kaukenas 10, Lusvarghi 2, Lever 8, Gentile 10, Mitt. Coach: Menetti.

Sharks: Liang Cai, Huseh-Lin Lee, Yang Ge 10, Wei Lu 7, Zezhong Wang, Qi Feng 10, Yi Zhai 5, Tong Wang 1, Bin Ma, Peng Ju, Guanxi Wu 3, Zhaoxu Zhang 17. Coach: Liu Peng.

 

 

12 e 13 Settembre

Trofeo Guido Ghisolfi

SEMIFINALI

Le semifinali disputate Sabato hanno riservato un'amara sorpresa ai tifosi dell'Olimpia Milano che cade malamente contro il Derthona. Le assenze non possono essere un alibi per i milanesi che si fanno dominare per 25 minuti e reagiscono solo quando il tabellone recita un clamoroso -40. Quindici minuti non sono sufficienti alla truppa di Repesa per rimontare lo svantaggio e alla fine termina 77-64.

Nell'altra sfida, quella tra Torino e una Verona a tinte biancorosse data la presenza di Saccagi e Cortese, si fa valere la categoria di differenza e Mancinelli e compagni trionfano.

Derthona - Olimpia 77-64

Derthona: Spissu 13, Markus, Gay, Reati 13, Bianchi 3, Marks 10, Simoncelli 3, Garri 11, Maghet, Antonetti, Ammanato 4, Brooks 20.

Olimpia: Amato 2, Cerella 12, Urtasun 6, Hummel 16 (6/14, 12 r), McLean 8 (3/8), Jenkins 8 (2/5), Macvan 7  , Barac 2, Lawal 3. Coach Repesa.

 

Tezenis Verona-Auxilium Torino 62-66

parziali: 11-19/ 15-16/ 24-19/ 12-12.

Tezenis Verona: Spanghero 11, Rice 16, Cortese 13, Da Ros 3, Chikoko 10, Bernardi, Saccaggi 1, Ricci 3, Petronio, Michelori 5, Ba. Coach Crespi.

Auxilium Torino: Robinson 11 , Miller 14, Dawkins 10, Mancinelli 10, Ebi 6; White 8, Rosselli 4, Fantoni 3 , Mascolo, Giachetti, Sirakov. Coach Bechi.

Arbitri: Boninsegna, Radaelli, Ce.

 

FINALI

Molto avvincenti le due finali giocate Domenica, che vedono Milano piazzarsi al terzo posto e l'Auxilium Torino vincere la manifestazione. L'EA7 stavolta parte bene e arriva all'intervallo lungo sul 41-34. Un terzo quarto difensivamente impeccabile mette definitivamente il punto sulla partita.

Nella finalissima il copione non cambia, con i ragazzi di coach Bechi che hanno la testa avanti già sulla seconda sirena e devono solo mantenere le distanze nelle ultime due frazioni. Ci riescono e portano a casa il torneo vincendo 78-66.

Olimpia - Verona 77-69

Olimpia: Amato 12, Cerella 5, Urtasun 8, Hummel 11, McLean 6, Jenkins 10, Macvan 10, Toffali, Barac 10, Lawal 5. Coach Repesa.

Verona: bernardi, Saccaggi, Petronio, Cortese 14, Ricci 4, Michelori 2. Da Ros 7, Chikoko 19, Rice 18, Spanghero 6.

 

Manital Torino - Derthona 78-66

Auxilium Torino: White 15, Robinson 10, Mancinelli 0, Rosselli 7, Fantoni 2, Dawkins 22, Ebi 19, Mascolo 0, Sirakov 3, Miller 0. Coach Bechi.

Derthona: Garri 9, Brooks 18, Marks 12, Maghet 2, Riva, Ammannato 2, Bianchi 9, Reati 8, Spissu 6.

 

 

12 e 13 Settembre

Memorial Carlo Longobardi

SEMIFINALI

La prima sfida ad infiammare il pubblico del “Memorial Carlo Longobardi” di Scafati è l'Enel Brindisi che al termine di una partita davvero frizzante supera di 9 lunghezze l'Orlandina basket (71-62). Nell'altra sfida disputata sabato i padroni di casa si piegano all'Avellino grazie soprattutto a Veikalas, autore di 22 punti.

Enel Brindisi - Capo d'Orlando 71-62

Brindisi: Banks 16, Reynolds n.e., Scott 6, Cournooh 12, Harris 16, Cardillo, Milosevic 6, Gagic 2, De Gennaro n.e., Zerini 3, Marzaioli 8, Kadji 2. Coach Bucchi.

Capo d’Orlando: Ihring 5, Basile, Laquintana 13, Perl 4, Nicevic 2, Babilodze n.e., Jasaitis 8, Saunders 5, Bowers 15, Vujicevic n.e., Oriakhi 10. Coach Griccioli.

 

Givova Scafati - Sidigas Avellino  63-79

parziali: 10-20/ 21-21/ 15-16/ 17-22.

Givova Scafati : Portannese 11, Di Palma ne, Crow 4, Spizzichini 4, Rezzano 9, Melillo ne, Baldassarre , Mayo 13, Simmons 16, Matrone 2, Loschi 4. Coach Perdichizzi.

Sidigas Avellino: Norcino, Guglielmo, Veikalas 22, Gioia, Acker 10, Green 17, Cervi 14, Severini 7, Nunnally 3, Pini 6, Buva, Parlato. Coach Sacripanti.

Arbitri: Gagliardi, Capotorto e Sansone.

 

FINALI

L'Enel Brindisi si aggiudica il trofeo superando con qualche affanno i lupi di Avellino. Dopo una buona prima frazione in cui i pugliesi si portano avanti di ben 16 lunghezze, i ragazzi di coach Sacripanti provano più volte a ritornare in partita, senza però riuscire a portare a termine la loro missione.
Nella seconda sfida domenicale è Scafati a vincere e ad ottenere il gradino più baso del podio. All'Orlandina non bastano i 17 punti di Jasaitis, top-scorer del match.

Enel Brindisi - Sidigas Avellino 86-76

parziali: 29-13; 21-25; 19-18; 17-20

Enel Brindisi: Banks 9, Reynold 12, Scott 13, Cournooh 3, Harris 13, Cardillo, Milosevic 10, Gagic 13, De Gennaro ne, Zerini ne, Marzaioli, Kadji 13.  Coach Bucchi.

Sidigas Avellino: Norcino ne, Guglielmo ne, Veikalas 11, Gioia ne, Acker 15, Green 12, Cervi 3, Severini 3, Nunnally 18, Pini 2, Buva 12, Parlato ne. Coach Sacripanti.

Arbitri: Paglialunga, Pecorella, Belfiore

 

Givova Scafati – Betaland Capo d’Orlando 83-78

parziali: 21-18/46-43/63-59

Givova Scafati: Portannese 14, Di Palma ne, Crow 4, Spizzichini 10, Rezzano, Melillo ne, Baldassarre 12, Mayo 22, Simmons 16, Matrone 2, Loschi 3. Coach Perdichizzi.

Betaland Capo d’Orlando: Ihring 5, Basile 15, Laquintana 10, Perl 6, Nicevic 10, Babilodze ne, Jasaitis 17, Saunders 2, Bowers 5, Vujicevic, Oriakhi 8. Coach Griccioli.

 

 

12/09/2015

Dinamo Banco di Sardegna – AEK Atene 73-74

parziali: 17-24/ 17-18/ 13-18/ 16-14.

Dinamo Sassari: Haynes 7, Petway 13, Logan 4, Formenti 3, Togashi, Pellegrino, Devecchi 2,  Alexander 13, D’Ercole 9,  Marconato, Sacchetti 6, Eyenga 11, Varnado 5. Coach Sacchetti.

AEK Atene:Papantoniou 2, Carter 7, Warren 15, Hairston 8, Moraitis, Sakota 5, Paulos, Katsivelis 8, Mavrokefalidis 18, Sarikopulos 6, Cohadarevic, Orton 5. Coach Dragan Sakota.

Arbitri:  Alessandro Martolini, Gianluca Calbucci e Denny Borgioni

Il Banco di Sardegna di Sassari fa il suo esordio in casa al PalaSerradimigni contro l'AEK Atene. Partita che vale il Trofeo Città di Sassari Mimì Anselmi. Meglio i greci in avvio che con due parziali prima da sei e poi da cinque punti si portano avanti ogni volta che la Dinamo si fa sotto. Prima frazione che si chiude 17-24. A tinte biancoblù il secondo quarto, in cui i ragazzi Meo Sacchetti sono trascinati soprattutto dagli italiani Sacchetti e D'Ercole, chiuso in vantaggio dai padroni di casa. La ripresa si gioca punto a punto, la squadra di Sakota è avanti 73-74 (punteggio che chiuderà il match) a 8'' dalla sirena, quando Logan fa 0/2 dalla lunetta consegnando di fatto il match agli ospiti.

 

15/09/2015

Legnano Knights - Openjobmetis Varese 64-76

Legnano:Navarini 1, Allodi 2, Maiocco 5, Frassineti 12, Palermo 3, Martini 8, Pacher 20, Raivio 13, Battilana, Gastoldi. Coach Ferrari.

Varese: Davies 10, Faye 8, Wayns ne, Varakauskas 13, Lepri, Molinaro 16, Cavaliero 12, Shepherd 1, Ferrero 7 , Thompson 5, Campani 4, Pietrini ne. Coach Moretti.

Il pubblico accorre numeroso al Palazzetto di Gorla  - nonostante allo stesso orario vada in scena la sfida tra Italbasket e Lituania - dove Legnano Knights e Varese si contendono il Memorial Porta. I ragazzi di Paolo Moretti arrivano alla pausa avanti di tre punti (37-40), con i cavalieri di Legnano prottagonisti di una buona prova. Alla ripresa del gioco l'Openjobmetis inizia a spingere sull'acceleratore fino a raggiungere il +12. I padroni di casa ci provano in tutti i modi ma non riescono ad accorciare le distanze e alla fine sono costretti a capitolare.

 

 

16/09/2015

Energia Dolomiti Trento - Grissin Bon reggio Emilia 70-75

parziali: 20-14/45-32/55-53.

Enegia Dolomiti: Poeta 7, Pascolo 17, Forray, Lofberg 6, Flaccadori 10, Bertocchi, Bellan, Sutton 13, Lockett 6, Lechthaler 2, Wright 9. Coach Buscaglia.

Grissin Bon: Lilov 11, Lavrinovic 12, De Nicolao 8, Pechacek 9, Janjic, Kaukenas 15, Lavacchielli ne, Lever, Gentile 10, Mitt ne, Brown 10. Coach Menetti.

Arbitri: Gagno, Yang Yao, Maffei.

A Rovereto va in scena la prima edizione del trofeo Trentino Alto-Adige. La sfida è tra Energia Dolomiti e Grissin Bon. Partono meglio i padroni di casa che dopo due quarti in grande spolvero vanno a sedere sul +13. Usciti dagli spogliatoi è Kaukenas che decide di cambiare il volto alla partita, e ci riesce. Grazie ad una prestazione maiuscola accorcia le distanze e costringe Trento a giocarsi un finale punto a punto .Negli ultimi minuti è sempre Kaukenas (top-scorer del match con 15 punti) insieme a Gentile a prendere per mano i biancorossi e firmare il 70-75 finale.



Vanoli Cremona - Obiettivo Lavoro Bologna 70-66

Vanoli Cremona: Southerland 6, Pisacane ne, Mian 6, Gaspardo 4, Boccasavia ne, Cazzolato 2, Washington 8, Adegboye 3, Biligha 13, Lampropoulos 10, McGee 10, Turner 8. Coach Pancotto.

Obiettivo Lavoro Bologna: Pittman 6, Vitali 6, Varrone ne, Vercellino, Cuccarolo ne, Gaddy 9, Williams 3, Fontecchio 9, Mazzola 11, Oxilia 2, Ray 13. Coach Valli.

Va alla Vanoli Cremona il Memorial Michelangelo Barcella. Ad aiutare la squadra di Pancotto a vincere ci ha pensato Biligha con 13 punti e sette rimbalzi,sicuramente il migliore dei suoi. Dall'altra parte presente ma assente Pittman, che non riesce a dare il suo solito contributo alla squadra e mette a referto solo 6 punti perdendo anche cinque palloni.

 

Acqua Vitasnella Cantù - Manital Torino 64-62

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 15, Cesana 5, Johnson 5, Ross 17, Zugno, Hasbrouck, Nwohuocha ne, Wojciechowski 2, Hall 10, Berggren 8, Tessitori 2. All. Corbani.

Manital Torino: White 18, Giachetti 2, Mancinelli 2, Rosselli, Fantoni 2, Robinson 17, Mascolo, Sirakov ne, Dawkins 11, Miller 6, Ebi 4. All. Bechi.

Seconda edizione del Memorial Aldo di Bella e seconda vittoria per i ragazzi di coach Corbani. Una partita avvincente, in cui i canturini dominano a lungo e poi
rischiano di rovinare tutto nel finale. Cantù spinge sull'acceleratore  chiudendo avanti di cinque lunghezze i primi dieci minuti e toccando il +9 nella seconda
frazione . A tenere a galla i piemontesi ci pensa però un superlativo Dawkins, che limita i danni e tiene i suoi sul -6 quando siamo all'intervallo lungo (31-25).
L'intensità del match cresce e l'Auxilium non ne vuole sapere di mollare. dopo aver chiuso in svantaggio anche il terzo periodo, raggiunge il -3 nell'ultimo quarto, e addirittura sorpassa i biancoblù grazie ai canestri di Robinson e Mancinelli.  Si gioca punto a punto finchè un canestro di Hall non chiude i giochi.
Importante ricordare che l'intero incasso è stato devoluto a Telethon.

 

Dinamo Banco di Sardegna – Olympiacos Pireo 68-63

parzialii: 22-24/ 19-19/ 9-9/ 18-11.

Dinamo Sassari :Haynes 14, Petway 5, Logan 7, Formenti, Togashi 2, Pellegrino, Devecchi 3, D’Ercole 7,  Marconato, Sacchetti 9, Eyenga 10, Varnado 11. Coach Meo Sacchetti.

Olympiacos Pireo:Young 10, Hunter 13, Papapetrou 12, Strawberry 4, Tsairelis 1, Toliopoulos 2, Mouratos, Kalles, Agravanis 4, Kalogiannidis, Kalampokis, Athineou 16. Coach Ioannis Sfairopoulos

Un'intensa prima frazione di gioco si chiude sul punteggio di 22-24 grazie a canestro dell'ex Dinamo Hunter; equilibrio che regge fino all'intervallo, con i greci che più volte provano l'allungo, ma inciampano nella buona difesa della formazione di Meo Sacchetti. A spezzare gli indugi ci pensano Logan, Varnado e Haynes che con tre conclusioni magistarli dai 6,75 fissano il +5 a pochissimi secondi dal termine. Un 68-63 che sarà anche il risultato finale.

 

 

18 e 19 Settembre

V Torneo Internazionale "City of Cagliari"

SEMIFINALI

Si è aperta Sabato, con la semifinale tra i campioni di Grecia dell'Olympiacos e il Galatasaray, la quinta edizione del Torneo Internazionale "City of Cagliari".
A sfidarsi anche due ex della nostra Serie A e in particolare della Dinamo, dato che se i greci hanno tra le loro file l'ex Hunter, coach Rudellat può schierare Green. A rompere gli indugi sono i giallorossi che si impongono subito con un break di 9-0, anche se poi la prima frazione si chiuderà con i greci avanti di tre lunghezze. La gara va avanti punto a punto finchè l'Olympiakos non trova lo strappo decisivo a fine terzo periodo (57-52), riuscendo poi a tenere gli avversari a distanza di sicurezza anche negli ultimi dieci minuti di gioco.
Nella seconda partita in programma scendono in campo i campioni d'Italia contro i cugini francesi del Limoges: una buona partenza non basta a Logan e compagni per conquistare la finale. Sotto di sei punti dopo solo un quarto di gioco è buonissima la reazione dei biancoblù nella seconda frazione quando toccano anche il +10. I gialloverdi riescono a limitare i danni arrivando all'intervallo lungo in svantaggio di sole due lunghezze, costringendo Sassari a giocare punto a punto per i restanti 20 minuti. Alla fine arriva anche la beffa perchè nel finale sono proprio i ragazzi di coach Herve a spuntarla.
 
Olympiacos Pireo – Galatasaray 68-65

Parziali: 15-18/ 19-18/ 23-16/ 11-13.

Olympiacos Pireo: Young 10, Hunter 2, Papapetrou 7, Strawberry 11, Tsairelis 11, Toliopoulos 5, Mouratos 4, Agravanis, Kalogiannidis, Kalampokis, Athineou 18. Coach Ioannis Sfairopoulos

Galatasaray: Akpulat, McCollum 15, Micov 6, Dorsey 12, Edge 8, Ara, Turkyilmaz, Lasme 20, Sanli , Green, Koksal 4. Coach Ergin Ataman.

Arbitri: Massimiliano Filippini, Paolo Taurino e Marco Rudellat.

 

Dinamo Banco di Sardegna– Limoges 72-77

Parziali: 20-16/ 23-26/ 16-15/ 13-20.

Dinamo Sassari: Haynes 12, Petway 16, Logan 26, Formenti, Togashi, Pellegrino, Devecchi, D’Ercole 3,  Marconato 2, Sacchetti 5, Eyenga 4, Varnado 4. Coach Meo Sacchetti.

Limoges: Culpeper 23, Wojciechoski, Daniels 12, Gatens 4, Curti 6, Payne 4, Camara 10, Boungo Colo 11, Traore 2, Zerbo 5. Coach Philippe Herve.

Arbitri: Roberto Begnis, Alessandro Martolini e Marcello Callea.

 

FINALI

Nelle finali di Domenica il gradino più basso del podio è riservato alla truppa di Meo Sacchetti, vincente contro il Galatasray, mentre la gloria va ai greci, campioni nel loro paese e vice campioni in Europa. La prima sfida tra i nostrani e i turchi sembra sorridere a coach Ataman grazie a i buonissimi primi 20 minuti di gara, ma la Dinamo inscena un'ultima frazione da urlo e porta a casa il match. A trascinare Sassari ci hanno pensato soprattutto Haynes, Petway ed Eyenga.
La finalissima non ha per niente le sembianze di un'amichevole ed entrambe le squadre onorano al meglio l'incontro. L'equilibrio che regna in avvio è interrotto dall'acuto dei greci che terminano il primo tempo avanti 39-30, non demordono i transalpini che nonostante l'infortunio di Culpeper insistono e alla fine conquistano il -1 al 35'. A questo punto il match passa in mano a Young, MVP del match, che ne decide le sorti dai 6,75 e regala il primo posto all'Olympiacos.

Dinamo Banco di Sardegna - Galatasaray 65-63

Parziali: 18-25/ 7-16/ 15-15/ 25-17.

Dinamo Sassari: Haynes 21, Petway13, Logan, 4 Formenti 2, Togashi, Pellegrino, D’Ercole, Marconato, Sacchetti, Eyenga 13, Varnado 11. Coach Meo Sacchetti.

Galatasaray: Akpulat , McCollum 15, Micov 13, Dorsey 12, Edge 3, Arar, Turkyilmaz 3, Lasme 8, Sanli, Green, Koksal 9 . Coach Ergin Ataman.

Arbitri: Marcello Callea, Massimiliano Filippini e Paolo Taurino

 

Olympiacos - Limoges 60-50

Parziali: 17-17/ 22-13/ 10-15/ 11-5.

Olympiacos Pireo: Young 8, Hunter 7, Papapetrou 8, Strawberry 10, Tsairelis 2, Toliopoulos 5, Mouratos, Agravanis 14, Kalogiannidis, Kalampokis, Athineou 6. Coach Ioannis Sfairopoulos.

Limoges: Culpeper 6, Wojciechoski, Daniels 3, Gatens 4, Curti, Payne 7, Camara 12, Boungou Colo 9, Traore 7, Zerbo 2. Coach Philippe Herve.

Arbitri: Roberto Begnis, Marco Rudellat e Alessandro Martolini.

 

 

Torneo "Città di Taranto"

SEMIFINALI

Si sono disputate Sabato le semifinali valevoli per il trofeo “Città di Tarato”. A sfidarsi Juvecaserta e Sidigas Avellino da una parte e Enel brindisi contro Fortitudo Bologna dall'altra. Trionfano la Juve, che grazie alle buone prestazioni degli italiani ex Giorgio Tesi Group, Cinciarini ed Amoroso supera i biancoverdi di 9 lunghezze e L'Enel, che si sbarazza dei bolognesi trascinata dai punti di Milosevic e Kadji.

Juvecaserta – Sidigas Avellino 75 – 66

Juvecaserta: Siva 18, Hunt 10, Cinciarini 13, Amoroso 11, Jones 9, Gaddefors 4, Giuri 7, El Amin 3, Ingrosso. Coach Dell’Agnello

Sidigas: Veikalas 8, Acher 11, Leunen 8, Green 8, Cervi 6, Severini, Nunnally 14, Pini, Buva 11. Coach Sacripanti


L’Enel Basket Brindisi - Fortitudo Bologna  77-70

Brindisi: Banks 5, Reynolds 1, Scott 12, Cournooh 10, Harris, Cardillo, Milosevic 18, Gagic 10, De Gennaro n.e., Marzaioli 3, Kadji 18. Coach Bucchi

Bologna: Daniel 13, Quaglia, Candi 2, Iannilli 4, Montano 12, Sorrentino, Raucci n.e., Carraretto 11, Flowers 15, Italiano 13. Coach Boniciolli

 

FINALI

Sul gradino più alto del podio sale la JuveCaserta, che con una prestazione davvero convincente esce vincitrice dallo scontro con Brindisi. Solo tre punti per Cinciarini, ma buonissima prestazione di Hunt che ne mette a referto 14. Ultimo posto per la Fortitudo che dopo un buon primo tempo subisce un parziale di svantaggio che i lupi saranno bravi a difendere per il resto della gara.

Juvecaserta - Enel Brindisi per 68-60

parziali: 19-26/ 31-42/ 53-50.

Juve Caserta: Esposito ne, Downs ne, Siva 16, Hunt 14, Cinciarini 3, Amoroso 10, Jones 7, Gaddesfors 11, Ghiacci ne, Giuri, Muhammad 7, Ingrosso. Coach Dell’Agnello.

Enel Brindisi: Banks 2, Reynolds 10, Scott 6, Cournooh 5, Harris 13, Cardillo 5, Milosevic 2, Gagic 6, De Gennaro ne, Marzaioli ne, Kadji 11. Coach Bucchi.

Arbitri: Paglialunga (Massafra, TA), Sabetta (Termoli), Pecorella


Fortitudo Bologna – Sidigas Avellino  44-59

Parziali: 11-15/ 23-27/ 33-46/ 44-59.

Fortitudo Bologna: Daniel 6,  Quaglia 5, Candi 5, Iannilli 2, Montano 11, Sorrentino 2, Raucci 3, Carrarretto 4, Flowes 6, Italiano. Coach Boniciolli

Sidigas Avellino: Norcino, Veikalas 11, Acker 6, Leunen 4, Green 8, Cervi 4, Severini 4, Nunnally 11, Pini 4, Buva 7, Parlato n.e.. Coach Sacripanti

Arbitri: Mottola, Materdomini, Morelli


 

Torneo "Memorial Brusinelli" di Trento

SEMIFINALI

A giocarsi un biglietto per la finale di Domenica sono Tezenis Verona e Olimpia Milano. EA7 visibilmente indietro di condizione e priva dei suoi nazionali, che si consola solo con il rientro di Oliver Lafayette. Arrivati in equilibrio alle battute finali, Milano si adagia mentre Verona non sta a guardare e approfitta di qualche lacuna difensiva della truppa di Repesa per lo strappo definitivo: Cortese fa sei punti di fila che valgono il 63-61, l'EA7 non troverà più il canestro e la partita termina 65-61. L'altra semifinale vede opporsi Capo d'Orlando e i padroni di casa della Dolomiti Energia. Una Betland priva del nazionale macedone Ilievskie Bowers parte male ed è sotto di 19 punti alla prima sirena e 42-21 all'intervallo lungo. I ragazzi di coach Buscaglia riescono a mantenere le distanze e a respingere tutte le offensive avversarie. Alla fine trionfano 88-56 conquistando la finale.

Tezenis Verona-EA7 Milano 65-61

Verona: Saccaggi 3, Ricci, Petronio 3, Cortese 18, Michelori 3, Da Ros, Chikoko 9, Rice 17, Spanghero 13. Coach Crespi.

Milano: Lafayette 2 (0/4, 0/2, 4 rec.), Amato 5 (1/1, 1/4), Cerella 7 (2/2, 1/3), Urtasun 3 (0/1, 1/3), Hummel 13 (4/7, 1/2, 4 r), McLean 7 (1/1, 5/5 tl, 7 r), Jenkins 9 (2/4, 1/1, 5 r), Macvan 8 (3/6, 0/1, 7 r, 4 ass), Lawal 7 (3/7), Barac. Coach Repesa.

 

Dolomiti Energia Trento – Betaland Capo d’Orlando 88-56

parziali: 24-5/ 41-21/ 69-35.

Dolomiti Energia Trento: Poeta 4, Sanders 17, Pascolo 14, Baldi Rossi 6, Forray 3, Lofber 6, Flaccadori 6, Bertocchi ne, Bellan ne, Sutton 11, Lockett 9, Lechthaler 2, Wright 10. Coach Buscaglia.

Betaland Capo d’Orlando: Ihring, Basile 2, Ilievski ne, Laquintana 7, Perl 16, Nicevic 4, Jasaitis 17, Saunders 3, Bowers ne, Vujicevic, Oriakhi 7. Coach Griccioli.

 

FINALI

La finale di Domenica valida per il terzo e quarto posto sorride all'Emporio Armani. In equilibrio i primi venti minuti anche se la squadra di Repesa chiude con la testa avanti di due lunghezze, sicuramente non demeritando. I biancorossi provano più a volte scappare nella ripresa ma a causa di una difesa non al top della condizione sono destinati a rimandare la fuga e addirittura chiudono sotto di un punto. Al rientro sul parquet Hummel, Amato e Mc Lean sono ispiratissimi e regalano il terzo posto ai loro compagni. L'Orlandina Basket si arrende 76-69.

La Tezeis Verona conferma le ottime impressione già suscitate in questo precampionato tenendo testa ai ragazzi di coach Buscaglia per tutta la partita e arrendendosi solo dopo due over-time, nonostante la categoria di differenza. Molto acceso il finale in cui Verona conduce 61-54 grazie alle triple di Rice e i punti di Spanghero e Saccaggi, nel finale ricuciono lo strappo Whright e Sanders, ma i gialloblù sono ancora avanti di due punti quando Baldi-Rossi pareggia i conti sulla sirena e costringe gli avversari ai tempi supplementari. Ancora Tezenis avanti ma Whright dai 6.75 prolunga il match di altri cinque minuti: secondo over-time che sorride ai padroni di casa che vincono 85-83 grazie ai due tiri liberi di Baldi-Rossi.

 

EA7 Milano - Betaland Capo d’Orlando 76-69

Olimpia: Lafayette 12 (3/6, 1/2, 3 ass., 3 rec.), Amato 14 (1/4, 4/5, 3 ass), Cerella 4 (2/2, 0/2), Hummel 15 (3/4, 2/6), McLean 11 (3/4, 4 rim., 3 ass), Jenkins 9 (1/1, 2/4, 4 rim., 4 ass), Macvan 7 (2/3, 1/3, 4 rim.), Lawal 2 (1/3), Barac 2 (1/3). Coach Repesa.

Capo d’Orlando: Ihring 2, Basile 2, Laquintana 14, Perl 10, Nicevic 11, Jasaitis 8, Saunders 14, Oriakhi 8. Coach Griccioli.

 

Dolomiti Energia Trentino – Tezenis Verona 85-83 2ot

parziali: 15-21/ 30-31/47-46/ 68-68/ 78-78.

Dolomiti Energia Trentino: Poeta 2 (1/3, 0/2), Sanders 14 (2/7, 2/4), Pascolo 4 (2/3, 0/2), Baldi Rossi 11 /3/6, ½), Forray 5 (1/3, 1/3), Lofberg 0, Flaccadori 7 (2/2, 1/1), Bertocchi ne, Bellan ne, Sutton 16 (5/7, 0/1), Lockett 0 (0/5, 0/1), Lechthaler 0, Wright 26 (7/14, 3/5). Coach Buscaglia.

Tezenis Verona: Saccaggi 7 (0/1, 2/4), Ricci 0 (0/1, 0/3), Petronio 0, Cortese 20 (1/5, 6/9), Michelori 2 (1/1), Ba ne, Da Ros 4 (2/7, 0/3), Chikoko 7 (3/5), Rice 24 (4/7, 4/11), Spanghero 19 (1/5, 5/12). Coach Crespi

Arbitri: Luca Weidmann di Roma, Emanuele Aronne di Viterbo e Guido Federico Di Francesco di Teramo.

 

 

Coppa "Fox Town" - Torneo Fabio e Simo

SEMIFINALI

Esordio casalingo con sconfitta per l’Acqua Vitasnella che nella semifinale della seconda Coppa FoxTown – Torneo Fabio e Simo, si è arresa alla Consultinvest Pesaro per 74 a 91. In avvio è Pesaro a fare la partita ma Cantù tiene botta con i suoi tiratori che dall'arco risolvono molti dei problemi della prima frazione, che si chiude sul 25 pari. È nei secondi 10 minuti che la Vuelle costruisce il suo vantaggio grazie a Ceron e Gazzotti che nel finale regalano ai loro compagni il +6, mentre Christon e Shelton fissano il vantaggio sulle 11 lunghezze all'intervallo lungo. I ragazzi guidati in panchina da Corbani provano a rientrare ma non accorciano mai abbastanza per fare paura agli avversari e alla fine sono costretti ad arrendersi e a concedere a Pesaro il lusso della finale. Sulla quarta sirena il tabellone lumino dice 91-74 Consultinvest.

Nell'altra semifinale una buona Vanoli Cremona cede il passo alle furie rosse di Volgograd che volano in finale grazie alla buonissima prestazione di Guinn, Hamilton e Mitchell.

Acqua Vitasnella Cantù – Consultinvest Pesaro 74-91

Parziali: 25- 25/ 40- 51/ 57- 69.

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 6, Heslip 26, Cesana, Johnson ne, Ross 13, Zugno 2, Hasbrouck 9, Nwohuocha ne, Wojciechowski 2, Hall 6, Berggren 10, Tessitori. CoachCorbani.

Consultinvest Pesaro: Shelton 17, Basile, Gazzotti 13, Lacey 10, Christon 23, Solazzi ne, Candussi 6, Walker 9, Rosa ne, Ceron 13, Serpilli ne, McKissic ne. Coach Paolini.

 

Vanoli Cremona – Red October Volgograd 74-80

parziali: 19-17/ 41-39/ 63-66.

Vanoli Cremona: Southerland 15, Mian 5, Gaspardo, Cazzolato 3, Washington 13, Adegboye 6, Biligha 4, Lampropoulos 9, McGee 11, Turner 8. CoachPancotto.

Red October Volgograd: Tkachenko, Mateyunas, Gerasimenko, Cooper 8, Zaytsev 3, Sokolov 4, Korshakov, Mitchell 12, Voytyuk, Johnson 26, Guinn 15, Hamilton 12. Coach. Bolshakov.

arbitri: Brindisi, Scudiero e Martellosio.

 

FINALI

Si sono disputate Domenica le finali della seconda edizione della Coppa Fox-Town, con i Red October - unica formazione straniera - a salire sul gradino più alto del podio. A trascinare Volgogard alla vittoria ci ha pensato uno straordinario JJ Johnson, vecchia conoscenza del basket pistoiese che mette a referto 26 punti che gli varranno anche il titolo di MVP della manifestazione.

Sul gradino più basso del podio sale invece la Vanoli Cremona che supera Cantù di tre lunghezze a termine di una partita davvero avvincente.

Acqua Vitasnella Cantù – Vanoli Cremona 94-97

parziali: 17-25/ 35-46/ 59-71.

Acqua Vistasnella Cantù: Awudu 9, Helsip 12, Cesana 11, Ross 13, Zugno 4, Hasbrouck 15, Nwohuocha ne, Wojciechowski 5, Johnson ne, Hall 13, Berggren 6, Tessitori 6. Coach Corbani.

Vanoli Cremona: Southerland 7, Mian 4, Gaspardo 12, Cazzolato 14, Washington 9, Adegboye 9, Biligha 2, Lampropoulos 5, McGee 17, Turner 18. Coach Pancotto.

arbitri: Tirozzi, Tasselli e Matellosio.

 

 

Memorial "Carlo Lovari" di Lucca

SEMIFINALI

Le semifinali di Sabato si aprono con la sfida tra Manital Torino e Virtus Bologna, match valido per il Memorial Carlo Lovari di Lucca. L'equilibrio è interrotto nel terzo quarto quando le troppe amnesie difensive dell'Auxilum fanno registrare un passivo di trenta punti, troppi per rimanere in partita. Mancinelli e compagni provano a risalire la china ma alla fine sono costretti a capitolare. Nella seconda sfida a strappare un pass per a finale è l'Openjobmetis Varese che doma una combattiva Mens Sana Siena.

Manital Torino - Virtus Bologna 81-95

Manital Torino: Dawkins 22, Mascolo 8, White 12, Miller 11, Robinson 4, Giachetti, Ebi 6, Mancinelli 14, Fantoni 4. Coach Bechi.

Virtus Bologna:Pittman 13, Vitali 10, Gaddy 1, Williams 4, Fontecchio 18, Vercellino, Mazzola 15, Oxilia 2, Ray 18, Odom 14. Coach Valli.

FINALI

Ad aggiudicarsi la finalissima è la squadra di Paolo Moretti che nei minuti finali porta a casa un match in gran parte controllato dalle Vunere. Niente vendetta quindi per la Virtus che aveva già subito una sconfitta dai varesini una settimana fa in occasione del Momorial Cardelli di Monsummano. MVP del torneo Valerio Mazzola.
Il gradino più basso del podio va invece, con un successo maturato in un terzo periodo dove  è venuto fuori il netto divario tecnico tra le due formazioni, all'Auxilium Torino. Grande prestazione di Dawkins con 25 punti.

Obiettivo Lavoro Bologna - Openjobmetis Varese 76-80

parziali: 26-15/ 43-36/ 63-57.

OL: Gaddy 13, Ray ne, Fontecchio 6, Odom 12, Pittman 18, Vitali 4, Williams 7, Mazzola 14, Vercellino, Oxilia 2. Coach Valli

Openjobmetis: Davies 11, Faye 15, Wayns 15, Varanauskas, Molinaro, Cavaliero 13, Shepherd 13, Campani 2, Ferraro, Pietrini ne, Thompson 11, Galloway ne. Coach Moretti

arbitri: Seghetti, Lo Guzzo, Masi.

 

Auxilium Torino - Mens Sana Siena 81-61  

parziali: 12/15, 38/36, 61/51, 81/61.

Manital Torino: Dawkins 25, Fantoni 7, Giachetti, Ebi 11, Miller 4, White 14, Sirakov, Mascolo 8, Robinson 5, Mancinelli 7. Coach Bechi.

Mens Sana Siena: Cacace 4, Borsato 3, Diliegro 10, Ranuzzi 4, Marini 2, Bucarelli 11, Udom 12, Roberts 8, Bryant 2, Cucci 5.

 

Trofeo "Città di Caorle"

Umana Reyer – De Longhi Treviso 75-83

parziali: 24-13; 33-34; 55-58

Umana Reyer: Peric 17, Goss 16, Antelli, Tonut, Jackson 16, Visconti, Green, Ruzzier 4, Bramos 10, Owens 12, Ress, Simioni. Coach. Recalcati

De Longhi Treviso: Corbett 16, Moretti 9, Dezardo, Malbasa ne, Fabi ne, Busetto 3, Fantinelli 6, Powell 31, Rinaldi 4, Ancelotti 14. Coach Pillastrini

Il trofeo Città di Caorle va alla De Longhi Treviso che supera un' Umana Reyer colpita dagli infurtuni. Ai box per gli orogranata Ortner e Viggiano, mentre solo 6' giocati per Ress. Nelle file di Treviso si rivede Davide Moretti, il talentino ex Pistoia Basket esploso definitivamente lo scorso sotto la guida del padre in Serie A e Cristiano Biagini in DNG.
Ad un'ottima prima frazione dei ragazzi di Recalcati rispondono Powell e Corbett che ricuciono uno strappo di 13 lunghezze e portano la loro squadra a condurre 33-43 quando siamo all'intervallo lungo. Nei secondi venti minuti di gioco i trevigiani serrano le file in difesa e trovano una buona continuità al tiro che permette alla De Longhi di portare a casa il match.

 

 

19/09/2015

Grissin Bon Reggio Emilia - Bondi Ferrara 83-77

parziali: 22-18/ 33-45/ 62-59.

Grissin Bon: Lilov 10, Lavrinovic 24, Della Valle, De Nicolao 4, Pechacek 9, Janjic ne, Kaukenas 13, Silins ne, Lever 6, Gentile 7, Mitt ne, Brown 10. Coach Menetti.

Bondi: Rush 20, Ebeling 9, Lestini 12, Ibarra 5, Bucci 2, Losi 13, Salafia, Verrigni, Ferrara ne, Ghirelli ne, Brkic 16. Coach Morea.

arbitri: Francesco Terranova, Umberto Tallon, Alessandro Saraceni.

L'amichevole disputata al Pala AEB regala spettacolo ed anche una buona intensità, a spuntarla alla fine è la Grissin Bon, che ha potuto puntare su un Lavrinovic in grande spolvero, con 24 punti a referto.
Reggio parte bene ma Ferrara tira fuori l'armeria pesante e termina il secondo quarto avanti di 12 punti. La terza frazione è all'insegna di Lavrinovic e Lilov che portano i biancorossi prima in parità e poi avanti di tre lunghezze. C'è solo da gestire per i restanti dieci minuti e i ragazzi di coach Menetti riescono a mantenere gli avversari a distanza di sicurezza.

 

 

21/09/2015

Dinamo Banco di Sardegna - Galatasaray 75-76

parziali: 21-22; 14-18; 17-23; 23-13.
.
Dinamo Sassari: Haynes 26, Logan 21, Formenti, Pellegrino 2, Devecchi, D’Ercole 4, Marconato 2, Sacchetti 3, Eyenga 4, Varnado 13. Coach Meo Sacchetti.

Galatasaray: Akpulat, McCollum 14, Micov 12, Dorsey 9, Edge 2, Turkyilmaz 4, Lasme 14, Sanli, Green 7, Koksal  14. Coach Ergin Ataman.

arbitri: Massimiliano Filippini, Paolo Taurino e Roberto Begnis.

Sul parquet per aggiudicarsi il I Trofeo “Città di Carbonia” scendono, per la seconda volta in pochi giorni, il Galatsaray e i campioni della scorsa Serie A Beko trascinati dagli strepitosi Haynes e Logan. Partono male i padroni di casa che dopo cinque minuti si trovano già sotto di dieci lunghezze, colmate poi da un break di Logan. La prima frazione si chiude con un 21-22 siglato da Haynes. Mc Collum e Dorsey sono ispirati e mandano i turchi all'intervallo lungo comandando il match per 35-40, vantaggio che al 30' è raddoppiato con la truppa di Meo Sacchetti sotto di 11 punti. IL terzo quarto è vietato ai deboli di cuore, la prestazione della Dinamo è straordinaria e la truppa biancoblù ha l'opportunità di portare il match all'overtime: sul 73-76 l'arbitro concede a Eyenga la possibilità di portare il match in parità, l'ala di Sassari non è abbastanza fredda e così i ragazzi di coach Ataman possono fare festa.

 

 

22/09/2015

Grissin Bon Reggio Emilia -Tezenis Verona 82-81

parziali: 21-16, 24-21, 17-21, 20-23

Grissin Bon Reggio Emilia: Lavrinovic 12 (20', 3/5, 2/3), Della Valle 9 (26', 2/5, 0/1, 5/6), Pechacek 11 (28', 4/6, 0/1, 3/4), Kaukenas 20 (28', 3/5, 3/3, 5/7), Gentile 12 (23', 2/2, 2/3, 2/2); Lilov (19', 0/1, 0/1), De Nicolao 4 (23', 1/2, 2/2), Silins 4 (17', 2/4, 0/3), Lever 2 (5', 1/2), Brown 8 (11', 2/5, 4/6). Ne: Mitt. Coach Menetti.

Tezenis Verona: Spanghero 16 (37', 2/3, 4/7), Rice 20 (35', 0/8, 4/8, 8/8), Cortese 13 (34', 2/4, 3/11), Da Ros 7 (23', 1/3, 1/2, 2/2), Chikoko 12 (32', 6/6); Saccaggi (13', 0/2 da tre), Ricci 10 (17', 2/4, 2/3, 0/3), Petronio (1'), Michelori 3 (8', 1/2, 1/2). Ne: Boscagin, Ba, Bernardi. Coach Crespi.


Al PalaBigi, a margine della presentazione della Grissin Bon Reggio Emilia, i padroni di casa hanno vinto di misura contro la Tezenis Verona degli ex pistoiesi
Saccaggi e Cortese. Nonostante una categoria di differenza ancora un'ottima prestazione dei gialloblù andando a confermare le buone impressioni suscitate in
tutto il precampionato. MVP della serata Kaukenas con 20 punti e 10 assist.


 

23/09/2015

Obiettivo Lavoro Bologna - Vanoli Cremona 74-76

parziali: 14-20/ 44-46/ 57-61

Bologna: Pittman 12, Fabiani, Vitali 4, Vercellino, Cuccarolo, Gaddy 9, Williams 10, Fontecchio 14, Mazzola 15, Oxilia 2, Graziani, Odom 8, Ray n.e.. Coach Valli.

Cremona: Southerland 8, Pisacane, Mian 4, Gaspardo 6, Cazzolato, Whashington 7, Adegboye 14, Boccasavia, McGee 7, Turber 16. Coach Pancotto.

Arbitri : Lanzarini, Bettini, Vicino

 

OL Bologna e Vanoli Cremona scendono in campo per il consueto appuntamento che vale il "Memorial Porelli", partita che offre un bello spettacolo nonostante le pesanti assenze da entrambe le parti. Le Vunere sono costrette a tenere il capitano Ray ancora fuori dal parquet, mentre coach Pancotto non può ancora contare su Cusin e Vitali. In avvio concedono troppo i padroni di casa che sono subito sopraffatti dai lombardi, che chiudono avanti la prima frazione. Sono Gaddy e Mazzola a dare il via alla remuntada bolognese alzando il muro in difesa ed infiammando così il pubblico ed il match, che dopo venti minuti di gioco è ancora in equilibrio con Cremona avanti di un solo possesso. Gli alti e bassi proseguono per tutta la ripresa e una volta giunti al minuto finale il vincitore del match è tutt'altro che certo: la truppa di Valli si porta avanti grazie a Mazzola che spara dai 6,75, risponde subito Turner mentre Mazzola pareggia ancora i conti dalla lunetta. Palla a Cremona con Adegboye che segna in penetrazione quando il tabellone luminoso scandisce gli ultimi cinque secondi, la tripla della disperazione di Vitali non entra e così gli ospiti portano a casa la vittoria.

Umana Reyer – Helios Domzale 77-72

parziali: 24-12/ 41-31/ 63-48.

Umana Reyer: Peric 14, Goss 10, Ortner 2, Tonut, Jackson 6, Green 11, Ruzzier, Bramos 4, Owens 15, Ress 6, Simioni, Viggiano 9. Coach Recalcati.

Helios Domzale: Cohn 4, Mocnik 5, Cakarun 14, Santelj ne, Berlic, Korosec 2, Zagorac 8, Antanalkovic 3, Robertson 20, Voncina 8, Gorjanc ne, Lelic 8. Coach Okorn.

 

Dà morale in vista dell'imminente sfida in supercoppa, l'amichevole vinta contro gli sloveni dell'Helios Domzale, una partita all'insegna della solidarietà con l'incasso che sarà devoluto all'Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare. Solo Robertson a trascinare i suoi nella prima frazione, troppo poco per
impensierire gli orogranta che prendono fiducia e dilagano. Sulla sirena conducono per 24-12. Non cambia la musica nella seconda frazione con la formazione di Recalcati ancora avanti di 10 punti. Nella ripresa calano di intensità i padroni di casa, con gli sloveni che provano a risalire la china: chiudono a -8 il terzo periodo mentre negli ultimi dieci minuti toccano anche il -3. Alla fine è Green dalla lunetta a sigillare il punteggio sul 77-72.

 

 

24/09/2015

Enel Basket Brindisi – Consultinvest Pesaro 80 – 64

 

parziali: 13-20/ 42-38/ 57-55.

Enel Basket Brindisi: Banks 17, Reynolds 5, Scott 6, Cournooh 8, Harris 6, Cardillo 2, Milosevic 4, Gagic 6, De Gennaro, Zerini 5, Marzaioli 5, Kadji 16. Coach Bucchi.

 

Consultinvest Pesaro: Shelton 13, Basile 2, Gazzotti, Lacey 9, Christon 13, Solazzi, Candussi 2, Walker 17, Rosa, Ceron 8. Coach Paolini.

 

Arbitri: Paglialunga, Caforio, Capozziello.

 

In avvio le due formazioni si spartiscono una frazione a testa, il parziale sorride ai padroni di casa che vanno alla pausa con la testa avanti di quattro lunghezze. Durante il secondo tempo i ritmi si affievoliscono ma le due squadre riescono comunque ad offrire ottimi spunti di pallacanestro: si gioca punto a punto nel terzo periodo, ma alla lunga le numerose risorse in panchina per coach Bucchi e qualche errore di troppo della Consultinvest spianano la strada all'Enel che si aggiudica la BMW Cup- V Memorial Elio Pentassuglia.

 

 

25/09/2015

Obiettivo Lavoro Bologna - Dolomiti Energia Trento 56-74

 

parziali: 11-23/ 22-38/ 40-52.

 

Obiettivo Lavoro: Gaddy 19, Vitali, Fontecchio 8, Odom 8, Pittman, Williams 15, Mazzola, Oxilia 4, Graziani, Cuccarolo 2. All. Valli

 

Dolomiti Energia: Poeta ne, Sanders 3, Pascolo 10, Baldi Rossi 8, Forray 5, Lofbe¬rg 2, Flaccadori¬ 2, Sutton 8, Lockett 15, Lechthaler¬ 2, Wright 19. All. Buscaglia

 

Arbitri: Seghetti, Rossi e Lo Guzzo

 

 

La gara andata in scena vale la semifinale del primo "Trofeo Allianz" - a cui ha preso parte anche la Giorgio Tesi Group - e vede opporsi una Bologna ancora molto condizionata dalle assenze e la Dolomiti Energia Trento. L'allenatore Valli deve infatti fare ancora a meno del capitano Ray ma anche di Fontecchio e Allan.
La formazione di Buscaglia parte forte e archivia la gara con due parzialoni, uno 0-7 nel primo periodo e uno 0-9 nei dieci minuti prima dell'intervallo lungo. Provano a rispondere agli ispiratissimi trentini Gaddy e Fontecchio ma i punti di Pascolo e Lockett prima e di Baldi Rossi poi non permettono alle VuNere di rientrare. Nella ripresa la Dolomiti Energia mantiene le distanze e stacca un pass per la finale, in cui affronterà l'Auxilium Torino che ha trionfato sui pistoiesi di coach Esposito.

 

 

26 e 27 Settembre

Trofeo Lombardia

SEMIFINALI

Offrono spettacolo Cantù e Legnano nella gara che vale la semifinale del Trofeo Lombardia di Desio. Parte meglio la formazione di Corbani che costruisce la vittoria nei primi due quarti grazie agli ispiratissimmi Ross e Heslip. I canturini tornano poi troppo morbidi dall'intervallo e i cavalieri di Legnano ne approfittano per accorciare fino al -4, è l'ultima fiammata della formazione di Ferrari che nell'ultima frazione è costretta ad arrendersi alla superiorità tecnica degli avversari. Nell'altra semifinale strappa un pass, per affrontare Cantù e contenDersi la vittoria del torneo la Vanoli Cremona che supera l'Openjobmetis di Paolo Moretti per 78-89.

Acqua Vitasnella Cantù - Europromotion Legnano  95-80

parziali:
33- 19/ 48- 38/ 68- 64.

Acqua Vitasnella Cantù:
Abass 16, Heslip 16, Cesana 2, Ross 18, Zugno, Hasbrouck 13, Laganà, Wojciechowski 8, Nwohuocha, Hall 5, Berggren 7, 10. Coach Corbani.

Europromotion Legnano:
Navarini 5, Allodi 2, Guidi ne, Maiocco 6, Frassineti 24, Palermo 2, Martini 9, Sacchettini 5, Gastoldi ne, Pacher 12,  Raivio 15, Battilana. Coach Ferrari.

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona 78-89

parziali: 11-23/ 35-46/54-63.

Openjobmetis Varese: Davies 11, Faye 11, Varanauskas 7, Molinaro 10, Cavaliero 14, Shepherd 12, Campani ne, Ferrero 5, Pietrini, Thompson 8, Galloway ne. Coach Moretti

Vanoli Cremona: Southerland 19, Mian 18, Gaspardo 14, Cazzolato 2, Washington 5, Adegboye 6, Biligha 4, Boccasavia, McGee 10, Turner 11.  Coach Pancotto.


FINALI

La finalissima regala ai tanti tifosi del PalaDesio uno spettacolo davvero emozionante. Un primo quarto giocato a ritmi elevati termina 17-18 per la Vanoli Cremona, il parziale di 7-0 che apre la Vanoli al rientro sul parquet fa i infuriare i canturini che con le triple di Heslip ricuciono lo strappo. I minuti prima dell'intervallo lungo sono caratterizzati da un duello a colpi di classe tra Mian e Abbass, ha la meglio l'italiano e Cremona chiude ancora avanti.
La ripresa si gioca punto a punto con la Vanoli che prova più volte la fuga ma viene frenata da un incontenibile Heslip che i risolve da solo i tanti problemi dei suoi. A pochi secondi dalla quarta sirena il match è ancora in parità quando McGee segna dalla lunetta il +2, i ragazzi di coach Corbani non riescono a trovare il canestro nell'ultima azione disponibile e capitolano.
Ritmo elevato, aggressività e grande presenza sotto canestro: questa è la ricetta dell'Europromotion Legnano per battere la ben più quotata Varese. Diversi ribaltamenti del vantaggio durante la gara con Legnano che arriva nel finale avanti di cinque lunghezze grazie alla buonissima prestazione di Raivio, Verese prova, senza riuscirci, a sistemare le cose dai 6,75 e un fallo antisportivo negli ultimi secondi fischiato a Wayns chiude la gara. Un 92-99 che esclude la squadra di Paolo Moretti dal podio.

Acqua Vitasnella Cantù - Vanoli Cremona 84-88

parziali: 17-18/ 37-39/ 60-64.

Acqua Vitasnella Cantù: Abass 13, Heslip 30, Cesana 3, Laganà 6, Ross 11, Zugno 1, Hasbrouck 2, Nwohuocha ne, Wojciechowski 6, Hall 6, Berggren 2, Tessitori 4. Coach Corbani.

Vanoli Cremona: Southerland 2, Pisacane ne, Mian 20, Gaspardo 9, Cazzolato 7, Washington 5, Adegboye, Biligha 14, Boccasavia ne, Mcgee 14, Turner 17. Coach Pancotto.

Openjobmetis Varese - Europromtion Legnano: 92-99

parziali: 22-24/ 50-55/ 72-71.

Openjobmetis Varese: Faye 18, Wayns 17, Testa, Varanauskas 4, Molinaro 12, Cavaliero 9, Shepherd 11, Campani ne, Ferrero 10, Pietrini, Thompson 11, Galloway ne. Coach Moretti.

Europromotion Legnano: Navarini 6, Allodi ne, Guidi ne, Maiocco 10, Frassineti 22, Palermo 1, Martini 11, Sacchettini 2, Gastoldi ne, Pacher 20, Raivio 27, Battilana ne. CoachFerrari.

Arbitri: Spinello – Cordone – Silva.

 

 

26 e 27 Settembre

III Memorial David Basciano

SEMIFINALI

Ad aprire il  III Memorial David Basciano ci hanno pensato l'Orlandina Basket e i ragazzi di Ferentino; la categoria di differenza si fa sentire e la squadra di Griccoli conquista una finale mai in discussione durante il match. Nell'altra semifinale, a staccare il pass disponibile per la finalissima di Domenica è la Juve che supera 88-63 Trapani, trascinata da due non molto vecchie del basket pistoiese, 16 punti per Cinciarini e 10 per Amoroso.

Pasta reggia Caserta - Basket Trapani 88 – 63

parziali: 27-17/ 48-30/ 76-43.

Pasta Reggia: Esposito, Downs 12, Siva 11, Hunt 5, Cinciarini 16, Amoroso 10, Jones 4, Gaddefors 10, Ghiacci ne, Giuri 3, El-Amin 15, Ingrosso 2. Coach Dell’Agnello

Trapani: Fontana ne, Mays ne, Renzi 25, Tommasini 5, Costadura ne, Gloria ne, Longo ne, Chessa 9, Molteni, Ganeto 2, Viglianisi 5, Filloy 13, Griffin 4. Coach Ducarello

Arbitri: Quarta, Attard, Lo Guzzo


Orlandina-Ferentino 85-68

Orlandina Basket: Ihring 2, Basile, Ilievski 5, Laquintana 9, Perl 11, Nicevic 8, Babilodze, Jasaitis 15, Bowers 24, Vujicevic 6, Oriakhi 5. Coach Griccioli.

Basket Ferentino: Bulleri 14, Gigli 11, Raspino 4, Benevelli 2, Mazzantini, Imbrò 9, Benvenuti 4, Bowers 10, Raymond 14, Carnovali ne, Galuppi ne. Coach Fucà.

 

FINALI

Nella finale di Domenica si aggiudica il Memorial Basciano la formazione di Capo d'Orlando che dopo un primo quarto equilibrato prende il largo e tocca il +10 all'intervallo lungo e il +17 al 30'. Nel finale la Pasta Reggia prova a limitare i danni e alla fine chiude sotto 79-68. Male la squadra di Dell'Agnello che dai 6,75 tira con un misero 7/27 (26%). Ultimo posto assegnato alla compagine di Trapani, schiantata dal Ferentino Basket.

Betland Capo d'Orlando - Pasta Reggia 79-68

parziali: 16-15/ 37-27/ 61-44.

Betaland:
Ihring, Basile 10, Ilievski 11, Laquintana 4, Perl 7, Nicevic 10, Babilodze ne, Jasaitis 17, Bowers 6, Vujicevic ne, Oriakhi 14. Coach Griccioli.

Pasta Reggia: Esposito ne, Downs 20, Siva ne, Hunt 8, Cinciarini 13, Amoroso 10, Jones74, Gaddefors, Giuri 6, El-Amin 4, Ingrosso ne, Ghiacci ne. Coach Dell’Agnello.

 

Pallacanestro Trapani - FMC Ferentino 73-59

parziali: 20-13/ 38-28/ 60-43.

Pallacanestro Trapani: Renzi 18, Tommasini 8, Chessa 6, Ganeto 8, Viglianisi 5, Filloy 9, Griffin 19, Gloria, Molteni, Costadura ne, Fontana ne, Pollina ne. Coach Ducarello.

FMC Ferentino: Bulleri 2, Gigli 8, Raspino 7, Benevelli 7, Mazzantini, Imbrò 4, Benvenuti, Bowers 14, Raymond 17, Carnovali ne, Galuppi ne. Coach Fucà.

 

 

27/09/2015

Telekom Bonn - Sidigas Avellino 70 – 88

parziali: 19-18/ 37-39/ 55-57.

Telekom:
Lawrence 3, Silas 10, Madrich 16, Philmore 5, Koch 7, Mangold 3, White 10, Clarke 7, Klimavicius 0, McKinney 9. Coach Fischer.

Sidigas:
Green 23, Blums 6, Nunnally 2, Leunen 10, Buva 6, Acker 9, Veikalas 16, Pini 0, Cervi 14, Severini 2, Norcino, Parlato. Coach Sacripanti.

Weekend di sfide internazionali per la Sidigas Avellino, impegnata in Germania nel "Krombacher Challenge" in cui ha ottenuto un ottimo secondo posto. La squadra di Pino Sacripanti ha strappato un pass per la finalissima schiantando la Telekom Bonn, una formazione del campionato tedesco, sulla carta ben più attrezzata dei lupi e che prenderà parte anche alla prossima Eurocup. Veikalis e compagni sono riusciti a portare a casa una partita in equilibrio per i primi tre quarti grazie ad un break decisivo negli ultimi dieci minuti. Nell'altra semifinale trionfano i Phoenix Hagen, ai danni del Gottingen.

 

Phoenix Hagen - Sidigas Avellino 108 - 92

parziali: 18-23/ 44-42/ 76-65.

Phoenix Hagen : Elliott 22, Bell 21, Hess 10, Klassen 7, Covington 10, Jefferson 21, Mann 11, Grof 6, Geske, Keben, Zahner – Gothen. Coach Freyer.

Sidigas Avellino: Green 9, Blums 11, Nunnally 10, Leunen 4, Cervi 9, Veikalas 14, Acker 11, Buva 18, Pini 6, Severini, Norcino, Parlato.  Coach Sacripanti.

Nel primo tempo dell'avvincente finale del Krombacher Challenge, Sidigas e Hagen si spartiscono un quarto a testa, ma sono poi i ragazzi agli ordini di Freyer a rientrare dagli spogliatoi più determinati e trovare l'accelerata decisiva. Sotto di 9 punti i biancoverdi non riescono a colmare il gab nell'ultimo quarto e capitolano 108-92. Comunque ottima prova della Sidigas che scopre alcune vulnerabilità (troppi i 108 punti subiti) ma anche un gioco offensivo piuttosto rodato a pochi allenamenti dal debutto in campionato.

 

 

Consultinvest Pesaro 85 – Enel Basket Brindisi 91

parziali: 26-19/ 19-23/ 20-25/ 20-24.

Pesaro: Shelton 14, Basile, Gazzotti 2, Lacey 14, Christon 20, Solazzi, Pozza, Candussi, Walker 2, Ceron 19, Serpilli, McKissic 14. Coach Paolini.

Brindisi: Banks 2, Reynolds 17, Scott 5, Cournooh 10, Harris 8, Cardillo, Milosevic 16, Gagic 9, Zerini 9, Marzaioli n.e., Kadji 15. Coach Bucchi.

Arbitri: Gasparri, Pazzaglia, Vita.

Ad un settimana esatta dall'inizio della Serie A Beko - in occasione della presentazione della squadra agli ordini di coach Paolini - si è svolta l'amichevole precampionato valida per il Memorial Alphonso Ford tra i padroni di casa e l'Enel Brindisi. La Consultinvest parte bene, chiudendo la prima frazione avanti di sette lunghezze poi a controllare il match sono sempre i brindisini, che sono apparsi nettamente più rodati degli avversari.

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

Letto 3133 volte

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)