Mercoledì, 22 Novembre 2017


Testata giornalistica n. 4 iscritta al tribunale di Pistoia il 20/04/2012
Venerdì, 17 Novembre 2017 16:27

I pronostici del Pape: allungo deciso del Candeglia, già tutto finito?

di 

Ritorna il classico appuntamento sul campionato provinciale juniores firmato da Nicola Paperetti

Il nostro esperto Nicola Paperetti (Ptsport) Il nostro esperto Nicola Paperetti (Ptsport)

17.11: CANDEGLIA FORZA 8, ORA C'E' IL VUOTO ALLE SPALLE

Prova la fuga l’allegra brigata candeglina inanellando l’ottava vittoria consecutiva. Certo è che alle spalle, nel fermento generale, chi e cosa ancora non hanno certezza, e qualora se ne fosse presentata l’occasione, vedi il tentativo dell’Unione Pontigiana, le pietre rotolanti montane hanno dato colpo ferire alle velleità della vice capolista.

Considerando turni di riposo e non, un branco di lupi famelici staziona, per adesso a debita distanza dal leone giallorosso, in attesa della prima distrazione per incalzare Ferro e ragazzi. Quindi tesoretto importante per la capoclasse,che dovrà gestire tale vantaggio per i mille e mille scontri ad alto tasso agonistico, ai quali si sottoporrà di settimana in settimana.

Il primo fra questi nella nona e prossima giornata, dove un Candeglia – Sporting Seano a prima vista anonimo, metterà alla prova le migliori bocche da fuoco contro un buon scudo spaziale anti missile. La vittoria oramai è di prassi, 1, ma il calcolo delle probabilità evidenzia come siano in aumento passi falsi e sgambetti!

Sommersa dalle pietre rocciose montane ed incalzata dai lupi famelici, l’Unione Pontigiana va a far visita al Pistoia Calcio, diretta concorrente ed ai bordi del podio. Padroni di casa stoppati da una sola sconfitta e con già il turno di riposo alle spalle vedono in questa sfida un’occasione diretta irripetibile di aggancio/sorpasso nel confronto ospite. La bombonera frascariense faciliterà il loro compito, supportata dai tifosi cappello muniti, sempre ai bordi del rettangolo di gioco, ed in vena di sfottò devastanti. Un brutto copione per l’Unione già vissuto nello scontro perso con la capolista ed ancora non completamente smaltito. Bomber Lera, sotto le beccate improvvise di mister Gallo& company, avrà da sudare le fatidiche 7 camice per tenere a galla i suoi. Una doppia va stretta all'incontro in questione, figuriamoci l’1 fisso.

È un buon momento per loro, l’arcobaleno colora le loro giornate e la buona sorte aleggia fra le proprie trame, in sintesi questo è l’andamento della Montagna e del Monsummano. A ridosso della seconda linea da podio ambiscono ad un futuro da antagoniste, riversando il tutto e per tutto nello scontro diretto ancora da giocare. In attesa di ciò questo fine settimana se la giocano con Ponte Buggianese e Giovani Rossoneri, in entrambe le gare in casella alloggia un 1 fisso. Certo è che per la capoclasse, due o più rivali agguerrite, vuol dire non togliere mai il piede dall'acceleratore, cosa che per le rivali una debacle personale può essere anche seguita da un fortuito passo falso della primatista. In poche parole il plotoncino delle inseguitrici alla caduta dell’una sicuramente troverà a conforto la vittoria dell’altra cosa che alla fuggitiva non potrà mai accadere.

Di palo in frasca, dall’alto in basso, dalle stelle alle stalle, dal Bramalegno al Raciti; la storia del calcio nostrale passa anche da qui. È il momento di Chiesina – Quarrata, campi storici, e se per i padroni di casa è una regola o quasi fluttuare nei bassi fondi, certo non lo è per i quarratini, in caduta libera da ben 4 giornate, con soli 4 punti all’attivo ed in penultima posizione. Non ancora abituato a questa nobile decaduta faccio fatica a pronosticarla adeguatamente, fatto è che incontrando una consorella da classifica vado per il pari e patta, X.

Un pareggio in terra casalina, come ultimo dato di fatto, contrapposto ad una prospettiva di vittoria inseguita a dismisura. Tempio in ebollizione e voglioso di scendere nuovamente in campo, alla ricerca dei tre punti fondamentali per un balzo in graduatoria avanti. La gara è con la Lampo, ultimamente sconfitta per ben due volte consecutive e probabilmente già in tensione dal detto comune “non c’è due senza tre”. Il fattore campo da poche speranze ai lamporecchiani che dovranno accontentarsi di una X in schedina accoppiata da un più che probabile 1. Pronostico tutto sommato condivisibile anche dalle Vbianche di Stefanini che in piena crescita embrionale, da poco rimodellati, vanno allo scontro casalingo con gli altolocati canarini, posizionati ad un passo dal branco di lupi in cerca di prede. Forse di manica larga, è vero, ma la crescita esponenziale dei virtussini, in queste ultime giornate, potrebbe darmene ragione, in virtù anche del fatto che al Bastogi non sempre risulta accomodante lo scendere in campo, pertanto, e nuovamente direi, 1 X.

Bene, non ci resta che attendere l’evolversi delle gare in programma, chi vivrà vedrà! Ah! Dimenticavo, ma che resti fra noi, questa estate organizziamo un “Orange World League”, il tempo non ci mancherà! Forza Azzurri, sempre e comunque: pallone e passione, “I love Orange Junior League”.

10.11: PONTIGIANA INSEGUE IL CANDEGLIA A SUON DI GOL

Sette le giornate trascorse e sette le partite giocate, come sette le vittorie in classifica: il “21” è ormai appannaggio candeglino. Sotto a chi tocca e bere a chi gioca, citano gli anziani, il fiasco e le carte si pagano a Maggio: tressette, briscola e scopa, in ballo c’è l’Orange Junior League!

Solitaria in vetta e dal cammino costante la compagine al confine con le valli della Bure affronta in questa ottava giornata il fanalino di coda rossonero. In campo al Mollungo il Candeglia di Ferro, come nei più classici dei testa coda, avrà solo ed esclusivamente l’obbligo della vittoria, rischiando e non poco brutte figure da approccio sbagliato alla gara. D'altronde i Giovani Rossoneri, come spesso accade, inorgogliti dall’importante avversario, getteranno al di là della recinzione il cuore, vero asso nella manica di chi dell’agonismo vuol farne punti. Come sempre per i team impegnati nei campionati dilettantistici molto dipenderà da chi e cosa andrà o si aggregherà alla prima squadra, a prescindere però da tutto ciò un 2 è da copione, poi chissà, di esempi eclatanti ne è pieno il libro del calcio.

Se da un lato il compito facile dovrebbe favorire la capoclasse, dall’altro la seconda forza in questione, l’Unione Pontigiana, avrà il non facile compito di ospitare la Montagna “rocciosa” Pistoiese. Molte le marcature a favore nell’ultimo turno affrontato, bomber Lera è sempre più al comando della speciale graduatoria, e nessuna al passivo per ambedue le formazioni. Una partita in meno contraddistingue gli ospiti che all’evenienza porterebbe loro, la doppia vittoria, all’aggancio della seconda piazza. Come di consueto anche qui il pareggio non trova estimatori, difese accorte e solide decideranno la partita probabilmente a favore dei padroni di casa, ma si sa la pelota è rotunda pertanto la doppia dà prassi è 1 2.

Un calendario ricco di duelli all’O.K. Corrall ci regala sfide strapaesane ed incontri di assoluto rilievo dilettantistico, ovviamente si parla di seconde squadre, ma non da meno delle prime in quanto a rivalità.

È il caso di Quarrata – Monsummano e di Ponte Buggianese – Chiesina Uzzanese. Se per la seconda (un derby), una vittoria casalinga da 1 sembrerebbe più alla portata che non una doppia da pareggio annesso, per la prima partita in questione, al Raciti di Quarrata, l’incertezza fa da padrona. Credo ancora nei mobilieri, non certo per una vittoria finale, alquanto compromessa, ma per un piazzamento onorevole dettato dall’orgoglio e da una direzione tecnica di primordine. Certo è che i granata termali, in lotta per un posto da medagliati, non guarderanno certo al nome nel rettangolo di gioco e forse, anche più in palla dei locali, mireranno ai tre punti fatidici. Ancora una sconfitta per i mobilieri? E perché no, 2, ma a braccetto con l’1, da infarto

Senza più distrazione alcuna è giunto il momento di Valenzatico – Virtus Bottegone. Grande sfida, e non so perché la voglia di conoscere il risultato finale è spasmodica, insistente, come la voglia di fare bene da parte di tutte e due le formazioni. Padroni di casa in serie negativa da più giornate, mentre i virtussini risultano imbattuti dal cambio di guardia in poi. Un passato importante e da UISP per i mister seduti in panca, genio, sregolatezza, fisicità e compattezza: qualità dell’uno e dell’altro che trasmetteranno ai loro ragazzi durante il match. Nel dubbio a colonna inserisco la X.

Pesante è il passivo rimediato nell’ultimo weekend, 3 pere cadauno ed a casa a riflettere. Solo la rabbia agonistica di chi vuole rifarsi accenderà la partita oltre misura. Miccoscudati, ospiti in quel di Lamporecchio, ancora altolocati con i loro 11 punti acquisiti e con una partita in meno, mentre i locali, con già 4 sconfitte alle spalle, in cerca della vittoria importante per dare nuova linfa vitale al gruppo. In sintesi per le due formazioni a confronto una svolta importante per il proseguo del torneo in grado di stabilire se pesce o carne, se prime donne o comparse, se da podio o no; Lampo – Pistoia Calcio, X 2.

Bella e come al solito ricca di patos. Campo grande, forse un pò allentato se le previsioni meteo manterranno il loro credo. Ospiti con una gara in meno ma con una vittoria di misura alle spalle. Padroni di casa invece ad una incollatura dai rivali e con la vittoria guadagnata sabato scorso ben presente: casalini e templari, ossia Casalguidi - Tempio Chiazzano. Parole decise e forti del presidente chiazzanese Gori che ribadisce la voglia di vincere pur falcidiati dall'ennesima stangata del giudice sportivo, di rimando, gialloblù in grande spolvero e con i tre punti ritrovati a dare manforte ai ragazzi. Baionetta in canna e coltello fra i denti, non si gioca a briscola e tanto meno agli scacchi, sono in palio punti pesanti che potrebbero mantenere vive speranza di gloria. Indubbiamente da tripla, ma le assenze importanti esterne fanno pendere l'ago della bilancia in favore dei locali, pertanto a pronostico 1X, ma non mi stupirei del contrario.

Tutto sommato un tavolo da gioco formato da più piatti, anche se non di elevata sostanza, sempre pronto comunque a destabilizzare o a rafforzare la leadership in questione, o quanto meno a forti batticuori da zona Cesarini in veste orange. A proposito, un caro saluto a Federico Rindi, anima arancione, tutt’ora ricoverato a Grosseto per un “colpettino amichevole” (e finché si racconta va tutto bene), per una pronta e completa guarigione; ti aspettiamo in panca. Orange Junior League, pallone e passione, anema e core a volontà.

03.11: LA CAPOLISTA CANDEGLIA SFIDA IL QUARRATA

“Sette ed una zoppa”, così recita un vecchio detto toscano a proposito del gentil sesso quantificato in numeri e portamento, da attribuire “all’omo” nell’arco della sua esistenza. Beh, perché non trascriverlo nel mondo pallonaro de noialtri, perché non paragonarlo alla settima giornata dell’Orange Junior League.

Sei i sigilli tutti di fila, e tanto per restare in tema, il leone giallorosso, affrontando i pari colore della città del mobile, arrischierebbe e volentieri il settimo. Ospiti giù di corda, mai così in basso da qualche anno a questa parte, consapevoli però che la rivalità non demorde mai e che uno strappo alla regola è sempre possibile farlo; trattasi della giornata “zoppa” in questione? Chissà, Candeglia – Quarrata 1 2, il pareggio? Mission impossible.

Ancora imbattuti ed un buon piazzamento da podio, nonostante il riposo già alle spalle; è il turno del Pistoia Calcio. Da doppia la gara in questione, ed anche qui la spartizione dei punti non va certo per la maggiore, fattore campo predominante e casalini ancora in cerca di quella linea redditizia da classifica sempre in movimento. Non ho scelta, ancora 1 2, ancora vincere o morire per un posto al sole, magari di bronzo o d’argento.

In trasferta le cugine del pian di là, dove la vice capolista va a far visita al Bramalegno nei bassifondi chiesinesi. Tre punti d’obbligo per l’Unione Pontigiana contro il suddetto Chiesina, per non mollare la preda di poco più avanti, 2 pertanto. Alquanto difforme invece il pronostico nell’altro scontro fra un buon Monsummano ed il Ponte Buggianese. Entrambe sconfitte nel turno precedente calcheranno più il piede sull’acceleratore che sul freno inibitore, alle ortiche quindi la paura di perdere che favorirà il locali insigniti di un 1 a bandiera, anche se per la compattezza dimostrata con la prima della classe sabato scorso una X è d’obbligo per il Ponte.

Infine patos a volontà con le restanti gare. L’incertezza che regna nei prossimi tre incontri la fa da padrona su tutta la sessione in corso. Vuoi per squalifiche importanti, ed è il caso dei templari di mister Fucciolo contro il Valenzatico di Romiti, vuoi per una vigoria ritrovata dopo una partenza non facile da novizie, nel caso di Sporting Seano – Giovani Rossoneri, e vuoi per una classifica medio alta a contatto con il terzo gradino più basso del podio per Montagna Pistoiese – Lampo. Per la prima, la vittoria sarebbe stata di sicuro appannaggio locale se il giudice sportivo non avesse infierito in settimana sull’organico chiazzanese, certo è che gli ospiti novizi di tal campo, ma guidati da un ex in qualità di mister, cercheranno di sfruttare al massimo l’assenza primaria di bomber Ronny, rilanciando dalle retrovie per veloci ripartenze pungenti. In sostanza l’1 incombe come spada di Damocle sulla testa ospite, addolcito però da una X benevola.

Per la seconda gara, Sporting Seano - Giovani Rossoneri, tutto sommato un’incertezza ritrovata nel corso di queste ultime settimane, da probabile maglia nera senza traccia di rosso alcuno, per gli ospiti, a probabile outsider per i padroni di casa. Evoluzioni dovute ad assestamenti e dinamiche da gruppo che fanno pendere l'ago della bilancia in favore dei fuori porta dello Sporting, il tutto circoscritto però da una consistente percentuale dedicata al pari e patta; in breve 1X.
Brutta e scontata la battuta del brigidino che va in altura, ma così è se vi pare: signori e signore, Montagna Pistoiese - Lampo.
La terza della triade in esame ma la prima per la forte ambiguità espressa. I montani in un bel crescendo arrischieranno il do di petto cercando spazio fra le terze linee del torneo, d'altro canto una Lampo ancora in cerca della propria identità non potrà che prenderne atto, rispondendo senza colpo ferire da squadra organizzata in cerca di una positiva e costante striscia di risultati. Fattore campo da non sottovalutare, e con i ragazzi di mister Iori caricati a mille vedo male il brigidino, troppi i lupi da aggirare, pertanto 1 come da prassi, a meno che non faccia testo la favola di Pierino ed il lupo, per un 2 inatteso e forse anche un tantino improbabile.

Halloween ha già dato i suoi frutti, e portandosi via tutto il suo indotto di caramelle, zucche, morti secche e ragnatele varie ha lasciato sul campo appesantimenti di “senza e rimasti”, in cerca di divertimento da serata sfigata. Sabato il manto erboso darà i suoi verdetti, sarà la settima e di bella presenza o la giornata zoppa da stravolgimenti? Non ci resta che attenderne il responso dalla nostra Orange Junior League. Pallone e passione, sempre e comunque.

27.10: TUTTI AI PIEDI DI BOMBER LERA E DELLA CAPOLISTA CANDEGLIA

Bomber Lera bussa e Candeglia risponde rifilando una manita all’ex capolista Unione Pontigiana. Sblocca la classifica il nuovo che avanza, andando a punti ed in rimonta nella loro tana, la Virtus di mister Stefanini contro i miccoscudati, con anche i Giovani Rossoneri che con mister Franchini, ben saldo al suo posto di comando appena rientrate le dimissioni, casomai ci fossero state, vittoriosi contro un modesto Quarrata.

Vincono anche in casa Sporting Seano, Monsummano e Montagna con il solo Casalguidi a trionfare in esterna. Per gli altri amaro in bocca, da dimenticare con il prossimo turno della Orange Junior League.

Insorgono i bassifondi ed al grido di "guerra" abbinano rabbia ed incoscienza agonistica, doti solo di chi nulla ha più da temere. Con i Giovani Rossoneri che riposano, le Vbianche, affronteranno i templari freschi di pausa ed assetati di punti, per un duello degno del mitico Muhammad Alì – Joe Frazier. Occorrerebbe Tyson come direttore di gara con Don King a fare da paciere, ma si sa forse è più facile trovarsi di fronte un novizio, appena maggiorenne, da buttare nella mischia in un comune incontro fra juniores di vertice e l’ultima da maglia nera. "Ahi ahi ahi signora Longari" qui c’è un rischio, avrebbe esclamato il caro Mike: nulla di più errato, trattasi di match all'arma bianca senza esclusione di colpi e con in palio i tre punti, per l’avverarsi del sogno chiazzanese e per la rinascita virtussina. La tripla sarebbe di rigore, troppo facile però il suo utilizzo, pertanto escludo il pareggio ed assegno un bel 1 2.

I giorni passano ed il campionato va avanti, quindi dimenticare in fretta e gettarsi a capo fitto sul prossimo impegno casalingo: Unione Pontigiana – Monsummano. Brutta la gatta da pelare per i pontigiani, ma tant’è rifarsi subito dai più forti che magari incontrare una seconda linea con possibili cali di concentrazione sicuramente deleteri. Pertanto ospiti partiti non bene ma che da qualche giornata a questa parte salgono con il piede giusto sul carro dei vittoriosi, suscitando timore e preoccupazione un po’ ovunque. D’altro canto i padroni di casa non possono che vincere, cercando di rimanere a ruota della capolista per un pronostico suscettibile oltre misura all’episodio chiave, che ne determinerà l’esito della partita. Circostanza che potrebbe avvantaggiare l’Unione Pontigiana con alcune individualità a sua disposizione; 1 X.

Chapeau capolista, ma attenzione ai cali di tensione. Nuovamente impegnata ai margini del Padule, affronta stavolta il Ponte Buggianese in trasferta. Parla chiaro la classifica, nettamente favorito il Candeglia, in un probabile scontro a senso unico. “La pelota è rotunda e los arbitros son cornudones”, recitava così Venditti in una delle sue vecchie canzoni, nessun presagio il 2 è di rigore, a meno che non intervenga il VAR a cambiare le carte in tavola.

Potremmo definirlo un tour pallonaro, una gita campanilistica oppure un breve excursus calcistico fra rappresentanze provinciali: tre le gare in questione in una promenade territoriale dove la Montagna scende a valle contro il Casalguidi, il Quarrata ospita il fuori porta Sporting Seano ed il Pistoia Calcio va a far visita al Valenzatico.

Ambedue a pari punti, se consideriamo la gara in meno dei montani ed entrambe senza pareggi, in sintesi Casalguidi – Montagna Pistoiese ha in palio un posto da outsider, la vittoria relegherebbe la perdente ad un ruolo secondario, conseguentemente la paura di uscirne sconfitti potrebbe giocare un brutto scherzo ai locali tanto da incolonnare una X fissa. Per il novizio Valenzatico invece ancora un arduo compito da affrontare, i più che esperti pistoiesi del Pistoia Calcio. A secco di punti i locali nell’ ultima sessione getteranno il cuore oltre la staccionata sull‘erba di casa, in cerca del quadrifoglio dai tre punti. Tuttavia i miccoscudati forti della loro esperienza non staranno certo a guardare e tessendo trame insidiose punteranno dritti al terzo gradino del podio. Anche qui un doveroso 2 seguito da una X casalingo.

Come ultima tappa del tour in questione il match al Raciti fra Olimpia Quarrata e Sporting Seano. Non ancora all’altezza delle ultime stagioni i mobilieri faticano e non poco a ritrovare la giusta continuità delle passate edizioni, ciò non toglie loro la possibilità di rientrare nei giochi di vertice purché non tardino ulteriormente a ritrovare la corretta via. Avversari non irresistibili ma rincuorati dai tre punti guadagnati sul proprio terreno di gioco controbatteranno contro i favori del caso tutt’ora benevoli nei confronti quarratini. Ancora 1 e pro Quarrata, supportato però da una X.

Settima ma non per importanza Lampo - Chiesina Uzzanese. Ancora una nobile in cerca del proprio passo che in un momento di difficoltà cercherà il rilancio fra le proprie mura ai danni dei blaugrana chiesinesi. Che dire, l’1 è di prassi ma non ha con se la matematica certezza.
Primi indizi con alcune certezze contornate da cocenti delusioni. Ad un quarto circa di campionato le pretendenti al titolo già si denotano, con le sorprese che formeranno il plotoncino delle outsiders insieme alle nobili decadute, semmai dovessero continuare su questa falsa riga. Turno non stravolgente ma di sicuro effetto dove se le motivazioni andranno a mancare le sorprese non tarderanno ad arrivare.
Tutto in questa nostra Orange Junior League. Pallone e passione, per non dimenticare!

20.10: SCOTTANO LE PANCHINE, SALTANO I TECNICI A BOTTEGONE E GIOVANI ROSSONERI

Scottano le panchine nella Orange Junior League, con i primi mister grigliati che saltano e si dimettono. Estro e sregolatezza ma anche tanta cultura calcistica per Beppe Stefanini che subentra al bravo Pieraccioni nell’organico virtussino, mentre dimessosi Franchini, i Giovani Rossoneri sono tutt’ora alla ricerca del prode sostituto. Unione Pontigiana e Candeglia ancora a punteggio pieno; saranno loro le pretendenti al titolo?

Questi i temi che hanno animato la settimana che porta alla quinta giornata di campionato. Su il sipario dunque e dopo l’era glaciale, l’era del cinghiale bianco e l’era del pelide Achille (l’ira uncistavabene) ecco Daniele Lera, capocannoniere in carica del torneo, tesserato Unione Pontigiana allo scontro con il temperamento candeglino di Ferro & Co. Subito alla prova, quindi, ed ognuno intenzionato a far propri i tre punti in palio. Ospiti muniti di scudo spaziale e di missili terra aria visto le 15 realizzazioni all’attivo ed il nulla al passivo, mentre i leoni giallorossi, con qualche imperfezione a carico, risponderanno con il loro tiki taka. Gara aperta pertanto ad ogni risultato praticabile, dove però l’unico neo possibile potrebbe risultare l’angosciante paura di perdere. Allora X, e tutti contenti, anche le inseguitrici.

Al rientro, dopo un turno di riposo e con un importante gap da colmare, con un obiettivo da non fallire e se ancora vogliosi di quell’alloro che oramai da troppi anni sfugge, è l’Olimpia Quarrata, che affronterà in trasferta i Giovani Rossoneri. Quest’ultimi con le dimissioni di mister Franchini, freschi pertanto di nuova guida tecnica, se la giocheranno con i mobilieri all’arma bianca, bramosi di apportare i primi punti a quella classifica immobile da ben quattro giornate. Non con questo che renda il compito altresì facile ma una conduzione nuova ha sempre, o quasi, dato il là a nuove idee e sconvolgimenti vari che potrebbero far sudare le sette fatidiche camice, giallorosse quarratine in questo caso, ai ragazzi di mister Mangoni. D’obbligo il 2 affiancato da un rivoluzionario 1.

Per assonanza di panchine bollite e non per altro, subito in analisi Pistoia Calcio – Virtus Bottegone. Di fresca nomina, con addosso la casacca bianco verde, il neo tecnico Stefanini esordisce nel fortino imbattuto del Pistoia calcio. Pronostici tutti a favore dei padroni di casa, come da lettura classifica e da fattore campo, nonché da esperienza acquisita visto i fuoriquota in formazione. Eppure la verve, abbinata alla nuova ventata di aria fresca giunta alle soglie del Bastogi, con la nuova direzione tecnica, impensierirà e non poco mister Gallo, talentuoso top player di categoria. La vittoria secca quindi di rigore 1, con un più che sospetto X sempre in colonna.

Indecifrabile come incontro, dal nervoso al brillante, dal ben giocato al noioso andante: Monsummano – Lampo. In ripresa i granata, che vittoriosi in esterna lanceranno i propri dardi in direzione ospite, sfiorando a più riprese l’obbiettivo tre punti. Dal canto loro i lamporecchiani al solito pari del Quarrata vorranno e dovranno far punti e basta, per non perdere il più che noto treno per Yuma. Vincere o vincere, questo è l’imperativo; 1 2.

Che in Montagna si siano rotti di stazionare nella medio bassa classifica è cosa ben nota, ma è altrettanto chiaro il messaggio che giunge dall’esordiente Valenzatico pronto ad un campionato più che onorevole. In altura mai si va a punti facilmente, tanto più adesso che i ragazzi di mister Iori hanno ritrovato entusiasmo e voglia di vincere. Fattore campo troppo importante per non tenerne conto, di fatto il segno a pronostico ricalca un fisso 1 che se smentito rivaluterà ulteriormente la formazione ospite.

Due sconfitte ed altrettante vittorie, per i casalini di Calendi, che in trasferta oltre il Serravalle incroceranno le armi contro il Chiesina Uzzanese. Brutto lo stop ultimo scorso rimediato da entrambe le formazioni che in cerca di gloria e punti proveranno a darsi battaglia rischiando anche più del dovuto, offrendo di tanto in tanto il fianco all'avversario. Il migliore tasso tecnico dovrebbe premiare gli ospiti con un 2 in schedina relegando di fatto i blaugrana alle posizioni di fondo classifica.

Infine ad esaurimento gare tocca a Sporting Seano - Ponte Buggianese chiudere i pronostici di fine settimana. Divise da due incollature in graduatoria generale ma nel contempo appaiate dalle due gare andate a punti, potrebbero tutto sommato accettare la spartizione del bottino in palio. Ciò nonostante vedo leggermente favoriti i buggianesi del Ponte per un modesto X2.
Novembre è alle porte, con le sue festività, con il vin novello le frugiate ed i ballotti in tavola, ma soprattutto con le prime folate di tramontano pronto a spazzar via foglie, moduli e formazioni, progetti, ricordi estivi e mister. Pallone e passione, Orange Junior League. 

 

13.10: PALLONE E PASSIONE, RIPARTE L'ORANGE JUNIOR LEAGUE

Templari e miccoscudati, il diavolo e l’acquasanta in persona, chi l’una e chi l’altra, ma soprattutto chi meglio di loro poteva fare da apripista a questa interessante quarta giornata del provinciale juniores arancione. Per entrambe il punteggio è pieno, seppur con una giornata in meno per i ragazzi del Frascari, ma ciò non toglie la vetta, in coabitazione con il Candeglia e l’Unione Pontigiana, ai ragazzi di mister Fucciolo e del direttore Sermi fresco di mandato. Squadre esperte, “vecchie”, già pronte ad una categoria che come tale sentenzierà la vittoria di una di loro; 1 o 2? Questo è il dilemma!

Iniziò di lì la debacle giallorossa che, benché di breve durata, condizionò e non poco il proseguo del campionato. Lampo – Candeglia è questo il match in questione e come detto ancora brucia lo stop rimediato un anno fa. A tutto gas quindi i 2000 di Ferro, carattere da vendere e corsa, che in terra ospite affronteranno una Lampo a trazione Barghini, fin qui sempre a gabbione scosso con 3 realizzazioni all’attivo; 2 X il pronostico, ad esclusione però di colpi bassi da prima squadra!

Arenatisi al primo scoglio incontrato (Candeglia), la barca gialloblù tenta in seconda manovra di riagganciare la vetta. In terra amica i casalini indosseranno gli scarpini contro i rinnovati granata monsummanesi desiderosi di punti da mettere in saccoccia. Direi, e da tradizione oramai, mai domi gli ospiti fino all’ultimo respiro, ma in questo frangente il fattore campo può far pendere l’ago della bilancia a favore dei padroni di casa senza se e senza ma; 1 fisso pertanto in Casalguidi - Monsummano.

L’altra prima della classe, l’Unione Pontigiana, affronterà sull’erba di casa lo Sporting Seano, squadra prolifica nelle realizzazioni quanto propensa a soggiacere in fase difensiva. Si preannuncia un match a senso unico a favore dei pontigiani ma con pericolose ripartenze e velocizzazioni dei gialloverdi pratesi in cerca di gloria e di punti. Certo del segno 1 da porre in casella, quanto di realizzazioni a grappoli.

Beh, a proposito di goal e punti, le novizie ed i ritorni non scherzano, anzi il palo, alcune, le vede ancora stazionarie. In sintesi sono Virtus Bottegone, Giovani Rossoneri e Valenzatico, che ingaggeranno il fuoco nemico di Montagna Pistoiese, Ponte Buggianese e Chiesina.

La prima in questione vede un gradito ritorno delle V bianche, in pieno rinnovamento societario del nuovo direttore Ferreri, che al Bastogi nell’anticipo di venerdì lotterà contro una Montagna, ancora non al meglio, ma stufa di perdere e di riposare. Al mio via scatenerete l’inferno, qualcuno disse, e fra fuoco e fiamme polvere ed improperi ne uscirà una bella gara maschia dal risultato incerto ma propendente alla X del pari e patta.

Per le altre due partite, Valenzatico–Chiesina e Ponte Buggianese–Giovani Rossoneri, credo che l’erba di casa abbia virtù eccelse tanto che al solo calpestio infonda forza e coraggio. Pertanto 1 per mister Romiti, da fattore campo acquisito, accompagnato da una X benevola nella gara di prima nomina ed un bel fisso 1 nella seconda.
In concreto un fine settimana alla ricerca di conferme per le prime della classe, ma anche di rilanci per le blasonate zoppicanti. Pallone e passione, Orange Junior League!

Letto 2798 volte

 

.
.
.
.
.
 

 

CALCIO - Le ultime

Montecatini a secco di punti nonostante il cambio in panchina

Nov 21, 2017 49
Ma con il Forte Querceta «abbiamo mostrato lo spirito giusto per arrivare alla salvezza…

Calcio Femminile, impresa Real Aglianese contro la capolista, cade la CF Pistoiese

Nov 21, 2017 39
Vittoria anche per le Giovani Granata Monsummano che si confermano al secondo posto in…

Pistoiese - Piacenza, le immagini della partita

Nov 20, 2017 256
Le emozioni per una grande vittoria della Pistoiese nella 15° giornata di Serie C, Girone…

Settore giovanile Pistoiese, i risultati della stagione 2017-18

Nov 20, 2017 4458
Il racconto della stagione del settore giovanile dell'Us Pistoiese 1921: dalla Berretti…

Montecatini a picco in D e l'Aglianese vince il big-match - Super Quarrata nel derby

Nov 19, 2017 685
Il Valdinievole Montecatini perde in casa, ko esterno 4-0 per il Candeglia mentre il…
.
.

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)