Giovedì, 17 Gennaio 2019

Sabato, 17 Febbraio 2018 16:11

Nuovamente ko il Montecatini. La Lampo pareggia 4-4 all'ultimo secondo

di 

In Eccellenza l'Aglianese accorcia sulla vetta. Sconfitta in zona Cesarini per il Ponte. Brutto momento per la Larcianese, sconfitta anche dall'ultima in classifica. In Promozione pareggia il Quarrata e perde il Candeglia 

Nuovamente ko il Montecatini. La Lampo pareggia 4-4 all'ultimo secondo

<

SERIE D – 24a giornata

GIRONE E

MONTECATINI - SAN DONATO TAVARNELLE 0-4

Mezzo piede in Eccellenza per il Montecatini, sconfitto pesantemente anche dalla rivale San Donato Tavarnelle. Le vittorie simultanee di Scandicci e Argentina relegano i biancocelesti all'ultimo posto della classifica a 11 punti, con le altre distanti rispettivamente 4 e 3 lunghezze. Un momento estremamente negativo, con sei sconfitte incassate consecutivamente con un dato parziale di 4 reti subite per gara. Adesso soltanto un vero e proprio miracolo potrebbe salvare il Montecatini. Il prossimo match in casa dello Scandicci rappresenta l'ultima (ultimissima) spiaggia per i termali.

Poco da dire a proposito della gara: gli ospiti passano subito in vantaggio al 4' su rigore, causato da un'uscita maldestra di Cappellini che travolge un avversario. Dal dischetto l'ex Samp Nicola Pozzi trasforma. La squadra allenata da Caramelli fa un grosso passo indietro rispetto a quanto visto ad Albissola, dove, almeno nel gioco, per un'ora circa, la squadra si era comportata discretamente: dopo il gol subito nessuna reazione da parte dei ragazzi, niente cattiveria e niente grinta. Prima che finisca la frazione arriva il raddoppio ospite ad opera dell'ex Montecatini Roberto Di Vito. É lo stesso di Vito a segnare in occasione del 3-0 con cui mette a referto la doppietta personale. Nel finale anche l'ex arancione Carnevale prende parte alla festa del San Donato andando in marcatura all'85'. Il match termina 4-0.

MONTECATINI: Cappellini, Carlesi (Lucarelli al 46'), Agrifogli, Melis, Ghimenti (Marinelli all'88'), Falivena, Fedi (Tempestini al 68'), Degl’Innocenti, Tempesti, Bigazzi, Sagnini (Mitta al 46'). A disp.: Magrini, Gabrielli, Iavarone, Ciccone, Gianardi. All.: Caramelli.
SAN DONATO TAVARNELLE: Giusti, Manganelli, Colombini, Cela, Pozzi, Regoli, Vecchiarelli, Di Vito, Di Renzone, Caciagli, Carradori. A disp.: Ferrucci, Rinaldini, Carnevale, Di Cascia, Nuti, Frosali, Favilli, Giordani, Islamaj. All.: Malotti.
ARBITRO: Piacenza da Bari, coad. da D'Acunzi da Asti e Zanfardino da Frattamaggiore.
RETI: 4' rig. Pozzi, 45' Di Vito, 70' Di Vito, 85' Carnevale.

NOTE: Ammoniti: Di Vito, Caciagli, Degl'Innocenti.

 

ECCELLENZA – 24a giornata

GIRONE A

PONTEBUGGIANESE - GROSSETO 0-1

Sconfitta con beffa per il Ponte, che resiste all'urto del Grosseto quasi fino alla fine, quando Berretti segna sfruttando un'indecisione del portiere bianco-rosso. Peccato, perché per lunghi tratti della gara i pistoiesi avevano giocato alla pari del grifone meritando persino il vantaggio. La squadra di casa recrimina per un presunto fallo in area ai danni di Paolicchi non sanzionato dall'arbitro. Il Ponte rimane a quota 29 punti, scavalcato dall'Atletico Cenaia che sale a 30, in una posizione di classifica comunque comoda per puntare ad una salvezza tranquilla.

Nella prima frazione i padroni di casa giocano in modo eccellente andando vicino al vantaggio in varie occasioni, con le conclusioni di Chiaramonti e Aperuta che finiscono di poco alte. Ci prova anche il Grosseto con bomber Vegnaduzzo, ma il suo tiro è fuori misura. Nella ripresa i bianco-rossi vorrebbero un rigore per atterramento irregolare di Paolicchi ma l'arbitro non è d'accordo. Bella triangolazione tra Chiaramonti e Orsatti con quest'ultimo che scocca un tiro che viene parato miracolosamente dal giovane Nunziatini. Nel finale Baldasseroni commette un ingenuità e rinvia sui piedi di Vento, che corre a rete incocciando il palo. All'89' il Ponte rimane in dieci uomini per l'espulsione di Pieroni, ammonito per la seconda volta dopo l'atterramento irregolare di Berretti. É lo stesso Berretti a mettere in rete direttamente da punizione portando avanti il Grosseto al 90', con il match ormai agli sgoccioli, anche se Baldasseroni non è esente da colpe. La partita termina 1-0 per gli ospiti.

PONTEBUGGIANESE: Baldasseroni, Pieroni, Crusca, Baronti (Cullhaj all'85'), Pinochi, Macera, Orsatti, Meucci, Chiaromonti, Aperuta (Perillo al 90'), Paolicchi. A disp.: Mencaroni, Bargellini, D'Angina, Morante, Pagni. Allenatore: Scintu.

GROSSETO: Nunziatini, Borselli, Sabatini, Degl'Innocenti, Gorelli, Mezinovic, Berretti, Cosimi, Vegnaduzzo (Vento al 70'), Nigiotti, Invernizzi. A disp.: Cipolloni, Bicocchi, Boccardi, Lazzerini, Tuoni, Zoppi. Allenatore: Danesi.

ARBITRO: Picardi da Viareggio coad. da Puccini da Pontedera e Nasca da Livorno.

RETI: Berretti al 90'.

NOTE: Ammonito: Pieroni due volte. Espulso Pieroni all'89'.

URBINO TACCOLA - LARCIANESE 2-1

Brutta sconfitta per la Larcianese, battuta per la seconda domenica di fila, questa volta contro l'ultima in classifica. Un ribaltone che potrebbe avere conseguenze non gradite a mister Roventini, la cui panchina è ora fortemente in bilico. La classifica resta pressoché invariata, visto che tutte le altre sono andate incontro ad una sconfitta, anche se l'incalzare dell'Urbino Taccola a -6 mette un po' di apprensione.

La gara non è condotta certo nel migliore dei modi, visto che appena due minuti dopo il fischio d'inizio i due difensori centrali dei viola regalano palla a Ghelardoni, il quale ringrazia gonfiando la rete per l'1-0. Melani avrebbe l'occasione di pareggiare poco dopo, ma il suo diagonale termina sul fondo. Nella ripresa ci prova anche Raffi, ma sulla sua conclusione a giro interviene Montagnani con un vero miracolo. Al 79' arriva il raddoppio dei padroni di casa con Franchi. Poco prima della fine del match la Larcianese guadagna un rigore per l'atterramento di un giocatore: dal dischetto Mordagà non sbaglia e fa 2-1. E' l'86', troppo tardi perché la partita possa essere pareggiata. Vince l'Urbino Taccola per 2-1.

URBINO TACCOLA: Montagnani, Taglioli, Mattiello, Lazzerini, Coscetti, Varese, Ghelardoni, Fillanti, Ciappi, Cavallini, Franchi. A disp.: Bertini, Pietranera, Gelli, Santerini, Castellini, Cagiano, Muca. Allenatore: Lombardi.

LARCIANESE: Discianni, Melani, De Masi, Volpi, Pinto, Panelli, Borselli L., Amatucci, Raffi, Giordano, Borselli A. A disp.: Becuzzi, Bizzarri A.P., Bizzarri A., Rinaldi, Bartorelli, D'Angiolillo, Mordagà. Allenatore: Roventini.

ARBITRO: Ursini da Pescara, coad. da La Veneziana da Viareggio e Pignatelli da Viareggio.

RETI: Ghelardoni al 2', Franchi al 79', Mordagà rig. All'86'.

GIRONE B

BADESSE-AGLIANESE 1-2

Niente sorprese da Badesse con l'Aglianese che espugna il Berni in doppia superiorità numerica portandosi a casa una preziosissima vittoria in chiave classifica, visto che con questi tre punti i nero-verdi si piazzano alle spalle di Porta Romana e Fortis, con quest'ultima che pareggia 1-1 con la Lastrigiana perdendo il primato in classifica. Adesso chance importante per i nero-verdi che domenica prossima accoglieranno al Bellucci proprio la Fortis con la possibilità di scavalcarla e di fare loro il primo posto.

Primo tempo ottimo per gli uomini di Fanani, con l'Aglianese subito vicina al gol prima con Pagano e poi con De Gori. Il vantaggio arriva già al 5' con un'azione armoniosa tra Granucci, Pagano e De Gori, con quest'ultimo che mette in rete il pallone dell'1-0. Pochi minuti e il Badesse resta in dieci uomini per l'espulsione di Bruni, reo di aver atterrato Guarisa in modo non consentito. Passano una ventina di minuti e arriva anche la seconda espulsione per il Badesse, con Di Marco che viene allontanato per offese verso il direttore di gara. Nella ripresa Guarisa sfiora il raddoppio, ma il suo tiro termina di poco a lato. Al 52' Galeotti entra in area e serve De Gori, il quale gira per Marzierli che segna il 2-0. L'Aglianese si crogiola troppo nel doppio vantaggio concedendo agli avversari lo spazio per tornare in partita: al 65' infatti arriva il gol di Marabese che accorcia le distanze. Nel finale i nero-verdi provano ad affondare il colpo ma le loro conclusioni vengono fermate prima dalla traversa e poi dal portiere avversario. Vince l'Aglianese 2-1.

BADESSE: Florindi, Bonsi (Pagliantini al 89'), Santini (Duranti al 85'), Bruni, Di Marco, Mitrotti, Rosi (Stolzi al 46'), Bongini, Miccichè (Butini al 55'), Marabese, Marchi (De Patre al 71'). A disp.: Pupini, Maestrini. Allenatore: Nannizzi.

AGLIANESE: Fedele, Granucci (Giamassi al 70'), Galeotti, Francini, Zuccarelli, Cappelli, Pagano ( Marzierli al 27'), Fioravanti, Guarisa, De Gori, Maccagnola. A disp.: Ricciarelli, Perazzoni, Dingozzi, Beneforti, Bibay. Allenatore: Fanani.

ARBITRO: Cerebasi da Arezzo, coad. da Meozzi da Empoli e Gini. 

RETI: 5' De Gori, 52' Marzierli, 65' Marabese.

NOTE: Ammoniti: Galeotti, Zuccarelli. Espulsi: Bruni al 10', Di Marco al 32'.

 

PROMOZIONE – 21a giornata

GIRONE A

FOLGOR MARLIA-QUARRATA 0-0

Reti inviolate nel match che vede contrapporsi Folgor Marlia e Quarrata: la squadra di Mangoni spreca molte occasioni e alla fine si ferma sullo 0-0. Un vero peccato, perché con una vittoria i giallo-rossi sarebbero saliti al terzo posto in virtù del pareggio per 4-4 tra Lampo e Pietrasanta. La classifica rimane comunque più che positiva, per cui non è necessario mangiarsi le mani.

La squadra gioca un ottimo primo tempo sfiorando il gol prima con Nania, che calcia alto, e poi con Stasi, il cui colpo di testa termina sul fondo. Al 2' i giallo-rossi recriminano per un fallo su Stasi ma l'arbitro lascia correre. Nella ripresa i giallo-rossi continuano ad attaccare senza riuscire a perforare la difesa avversaria. L'unica occasione della frazione arriva dai piedi di Nappini, che entra in area e calcia di destro trovando il legno dopo una deviazione di un difensore. Nonostante gli sforzi il risultato non si sblocca dallo 0-0.

FOLGOR MARLIA: Brocchini, Viviani, Battaglia, Conforti, Nieddu, Cretu, Della Maggiora, Nardi, Menchini, Picchi, Pistoresi. A disp.: Bolognesi, Manfredi, Busembai, Giampaoli, Dinelli, Ceciarini, Santini. All.: Barsocchi.
QUARRATA: Bacciosi, Nappini, Lici, Mangoni, Corsini, Felici, Ceccarelli, Fuschetto (Petracchi), Stasi (Brafa), Brancaccio, Nania (Sangregorio). A disp.: Bracali, Racchetti, Piana, Buonomo. All.: Mangoni.
ARBITRO: Ferretti da Livorno.

 

LAMPO - PIETRASANTA 4-4

Rocambolesco pareggio a I Giardinetti di Lamporecchio tra la Lampo e il forte Pietrasanta: dopo pochi minuti vanno avanti gli ospiti con il gol dell'ex Capo, poi gli azzurri rimontano portandosi addirittura sul 3-1 con la doppietta di Cerri e la marcatura di Trocar; nella ripresa i lucchesi si fanno sentire rovesciando il verdetto sul 4-3 in loro favore sfruttando la doppietta dell'ex Pistoiese Zizzari e la rete di Carusio. Nel finale Zizzari si fa espellere per doppia ammonizione riaprendo la gara in favore della Lampo, che al 93' impatta con il secondo gol di Trocar.

Un buon punto che conferma l'ottimo stato di forma della formazione azzurra, finalmente uscita dalla zona rossa della classifica per dedicarsi ad un finale di stagione diverso. Adesso testa alla trasferta contro la Real Cerretese.

[A domani il focus sul match a cura di Leonardo Agostini]

LAMPO (4-4-2): Daviddi; Paoletti, Trocar, Gelli, Marchetti; Garofalo, Zanaboni, Cucurnia (Scotece al 86'), Dianda (Benedetti al 75') ; Cerri, Donati. A disp.: Pannocchia, Rosta, Vai, Arrica, Aiuti. Allenatore: Pisciotta.

PIETRASANTA (4-3-1-2): Gigliozzi; Bouhamed, Badii, Carusio, Burchielli (Pedonese al 61'); Monaco (Imoh al 43'), Tosi, Chicchi; Capo (Bertelloni al 84'); Zizzarri, Fiorentino (Ambrosini al 45'). A disp.: Begotti, Ceragioli, Moriani. Allenatore: Del Medico.

ARBITRO: Tofacchi da Livorno, coad. da Cilia e Nesi da Firenze.

RETI: 2' Capo, 13' Cerri, 18' Cerri, 25' Trocar, 55' Carusio, 71' Zizzari, 80' Zizzari, 93' Trocar.

NOTE: Ammoniti: Zizzari due volte, Paoletti, Zanaboni, Cucurnia, Burchielli, Pedonese, Capo, Benedetti. Espulso Zizzari all'85'. Angoli: 3-5. Recupero: 2',4'.

VORNO - CANDEGLIA 4-2

Sconfitta onorevole per il Candeglia, battuto a casa della capolista al termine di una gara che per un tempo e mezzo è stata equilibrata, tanto che fino al 57' il risultato era di 2-2. I punti in classifica rimangono gli stessi, 15, anche se questa prestazione darà sicuramente una scossa alla squadra, riscattatasi finalmente dopo il ko di Lamporecchio e il brutto pareggio con la Pontremolese. La classifica rimane molto negativa e la salvezza difficile, anche se non impossibile: restano ancora nove gare per provare a salvarsi dando il meglio di se' ogni domenica.

Il Vorno passa in vantaggio già all'8' in occasione del calcio di rigore trasformato da Petracci. La reazione degli ospiti non si fa attendere e infatti al 31' arriva il pari di Niccolai ancora su rigore. Pochi minuti e la capolista torna avanti con la rete di Di Salvatore. Prima dell'intervallo arriva però la seconda risposta del Candeglia sempre ad opera di Niccolai e sempre su rigore. Nella ripresa il Vorno si presenta più determinato di prima portandosi avanti al 57' con un bellissimo gol di Haoudi: il gol destabilizza un po' la squadra di Tarabusi, fin qui sempre molto reattiva alle iniziative degli avversari. Nel finale si fa molto male al ginocchio Lapenta, costretto ad uscire in barella: si sospetta rottura al crociato o al collaterale. Prima della fine del match i padroni di casa affondano nuovamente con Di Salvatore, ma la partita era già ben incanalata.

VORNO: Gonnella, Battaglia (Petretti all'88'), Lencioni (Bottaini al 93'), Benassi, Davini, Riccomini, Gatto (Bonfigli al 64'), Barbaro (Esteban al 78'), Petracci (Martinucci all'84'), Haoudi, Di Salvatore. A disp.: Angeli, Del Dotto. All.: Cardella.
CANDEGLIA: Niccolai F., Lapenta (Nencini al 74'), Vitali, Baldasseroni, Bucciantini, Di Simone, Pallara, Niccolai L., Paperetti (Natali all'87'), Borri (Casini all'80'), Pagnini. A disp.: Chiavacci, De Rose, Bruni, Guerci. All.: Tarabusi.
ARBITRO: Buchignani da Livorno, coad. da Bertini da Firenze e Mariottini da Livorno.
RETI: 8' rig. Petracci, 31' rig. Niccolai L., 34' Di Salvatore, 40' rig. Niccolai L., 57' Haoudi, 83' Di Salvatore.

NOTE: Ammoniti: Battaglia, Petracci, Haoudi, Davini, Pagnini, Baldasseroni, Borri.

Letto 1217 volte

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)