Martedì, 20 Febbraio 2018


Testata giornalistica n. 4 iscritta al tribunale di Pistoia il 20/04/2012
Venerdì, 09 Febbraio 2018 11:55

Hitachi Rail Italy, una festa a Pistoia con i treni per la Gran Bretagna - FOTOGALLERY

di 

Presentato il primo treno di Hitachi Rail Italy che collegherà Londra alla Cornovaglia per la Great Western Railway: grande festa nello stabilimento di Pistoia

Il nuovo treno in uscita da Hitachi Rail Italy (Ptsport) Il nuovo treno in uscita da Hitachi Rail Italy (Ptsport)

Una data importante nella storia del rapporto fra Pistoia e Hitachi Rail Italy si consuma venerdì 9 febbraio. Nello stabilimento di via Ciliegiole, infatti, è stato presentato il nuovo treno veloce che collegherà Londra al sud-ovest della Gran Bretagna arrivando fino a Cardiff ed al Galles.

Una vera e propria festa con la cerimonia tenuta nel nuovo spazio presente all'interno di Hitachi con il suono del treno, le porte che si aprono e l'arrivo del convoglio (livrea verde con frontale giallo) a pochi centimetri da tutte le persone presenti.

I treni viaggeranno per la Great Western Railway ed in totale saranno 36 quelli che usciranno dallo stabilimento di Pistoia: al momento sono già pronti i primi due che dovrebbero essere trasferiti a breve a "casa" della regina e poi ne partiranno 4 al mese nei prossimi mesi.

Questa la fotogallery della mattinata, davvero intensa ed emozionante.

 

Powered by flickr embed.

 

HITACHI RAIL ITALY, I PRIMI TRENI LASCIANO PISTOIA PER L'EUROPA 

I nuovi treni Intercity Express per la linea GWR del Devon e della Cornovaglia (via Reading e Wiltshire), realizzati in Italia, iniziano il loro viaggio attraverso l’Europa. I convogli lasceranno la fabbrica Hitachi Rail Italy di Pistoia e attraverseranno, correndo sui binari, Austria, Germania e Francia, per giungere, dopo alcuni giorni, in Gran Bretagna attraverso il tunnel della Manica.

Due veicoli, con interni completamente allestiti, raggiungeranno i tre treni prototipo già in fase di collaudo sulla linea nel Sud Ovest dell’Inghilterra. L’anno scorso il primo lotto di Intercity Express ha iniziato a viaggiare sulla storica linea ferroviaria Great Western Railway, collegando Londra a importanti città della Gran Bretagna quali Reading, Swindon, Bath, Bristol e Cardiff. La produzione di questi treni è in corso a Newton Aycliffe, nella Contea di Durham.

Dall’estate 2018 un secondo lotto composto da 36 moderni Intercity Express inizierà a viaggiare da Londra Paddington fino a Penzance via Reading, Wiltshire e Somerset, lungo la linea costiera del Devon e della Cornovaglia. Per la realizzazione di questi treni, oltre allo stabilimento in Gran Bretagna (a piena capienza), Hitachi Rail sta utilizzando anche quello di Pistoia in Italia, al fine di poter contare su una maggiore capacità produttiva.

Gli Intercity Express sfruttano l’avanzata tecnologia del treno proiettile giapponese di Hitachi Rail, noto per la sua qualità ed affidabilità. Sono stati, tra le altre cose, appositamente progettati per affrontare le mutevoli condizioni meteorologiche della zona, compresa la costa di Dawlish.

I passeggeri potranno godere di più posti a sedere, migliori dotazioni di bordo e ridotti tempi di percorrenza, risparmiando ben 14 minuti nel viaggio tra Paddington e Penzance. Beneficeranno inoltre di una nuova tecnologia di bordo, che include il continuo aggiornamento dei dati di viaggio in tempo reale e schermi per la prenotazione dei posti a sedere. L’intera flotta è dotata di tecnologia ibrida, che consente l’utilizzo sia con trazione diesel che elettrica.

Letto 1679 volte

.
.
.

EXTRA

Pistoia Blues 2018, ufficiale il 10 luglio Alanis Morissette

Pistoia Blues 2018, ufficiale il 10 luglio Alanis Morissette

Ecco la prima ufficializzazione per il Pistoia Blues 2018: anteprima il 10 luglio in Piazza Duomo con Alanis Morissette

Deron alza la Coppa Italia: dove va, dove scrive la storia

Deron alza la Coppa Italia: dove va, dove scrive la storia

E' Deron Washington l'assoluto protagonista delle Final Eight di Coppa Italia di Serie A 2018 a Firenze: con le sue giocate trascina la Fiat Torino al trofeo

Quarrata, oltre un milione per lo sport

Quarrata, oltre un milione per lo sport

Previsti una nuova palestra e importanti lavori allo stadio Raciti e al Palamelo

Pistoia, disciplinate le nuove aperture nel centro storico

Pistoia, disciplinate le nuove aperture nel centro storico

Ecco l’ordinanza del Comune di Pistoia per il centro, che disciplina le nuove aperture e vieta il proliferare di attività incompatibili con il contesto storico in cui si inseriscono

Festa del Gatto: giornata di eventi alla Biblioteca San Giorgio

Festa del Gatto: giornata di eventi alla Biblioteca San Giorgio

Giornata di festa sabato 17 febbraio 2018 alla Biblioteca San Giorgio: si celebra il mondo dei gatti

 

 

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)