Sabato, 21 Ottobre 2017

La Vetrina di Ptsport - Spazio a cura di Malusci Camp

Malusci Camp, il bilancio finale: grande soddisfazione e boom di iscritti

Il bilancio finale sulle tre settimane di Camp stilato da Alberto Malusci. Appuntamento all'estate 2018

Foto di gruppo per i ragazzi dell'Alberto Malusci Camp 2017

Tre settimane di sudore, divertimento e voglia di conoscere qualche segreto particolare del mondo del calcio. Quasi un mese immersi fra ragazzi provenienti da tutta la Toscana, e non solo, per numeri da capogiro che danno l'idea di quanto l'Alberto Malusci Camp, giunto alla sua quinta edizione, sia oramai appuntamento radicato sul territorio anche se si svolge nella parte emiliana dell'Appennino, fra Lizzano Belvedere e Gaggio Montano.

"Per la prima volta - afferma Alberto Malusci - abbiamo ampliato la nostra offerta alle tre settimane ed è stato un successo: prima 45 ragazzi, poi 60 ed infine 90 sfiorando quasi quota 200. Considerando che cinque anni fa siamo partiti, dal niente, con 45 ragazzi complessivi suddivisi in due settimane penso che sia davvero un risultato strepitoso e significa che il prodotto che offriamo è apprezzato. Il nostro bacino di utenza è prevalentemente toscano fra Firenze, Prato, Pistoia e Lucca però quest'anno abbiamo avuto anche un ragazzo del Senegal e due messicani. E' questo uno dei punti che mi piacerebbe intensificare, ovvero investire anche fuori dalla Toscana".

Un camp nel quale si sta molto sul terreno di gioco, si apprendono tante nozioni di base grazie ai consigli di uno staff qualificato, e non solo con un ex giocatore di Serie A come Malusci, ma soprattutto ci si diverte e si impara anche a vivere le prime esperienze lontano da casa.

"Diamo tanta qualità - aggiunge Malusci - con tutti istruttori con patentino Uefa B o di 2° Categoria, per i portieri Carlo Riccetelli è una garanzia ed abbiamo inserito anche istruttori che fanno parte delle scuole calcio di Fiorentina e Prato oltre ad avere avuto come ospite David Balleri, altro grande giocatore di Serie A, ed ho invitato uno dei miei maestri ovvero Claudio Piccinetti. Ma la qualità è anche fuori dal campo perché abbiamo ragazzi da 9 a 14 anni che magari sono alla prima esperienza da soli lontano da casa e, soprattutto per i più piccoli, ci sono le tate che danno garanzie anche ai genitori". 

Alberto Malusci in campoInfine i ringraziamenti a tutti i protagonisti di questo percorso ed un arrivederci al 2018 con rinnovato entusiasmo.

"Voglio ringraziare tutto il mio staff - conclude Alberto Malusci - perché ognuno di loro è davvero un istruttore di spessore. Un grazie a tutte le famiglie che ci danno tanta fiducia di proseguire nel nostro cammino e ovviamente agli sponsor: visto che siamo in due location differenti, Lizzano Belvedere e Gaggio Montano, fra albergo, kit e spese di trasporto ci sono da coprire costi non indifferenti e senza di loro non sarebbe possibile. Infine, ma non per ultimo, tutta la struttura dell'Hotel Miravalle di Lizzano che, dal primo mattino fino alla sera quando si va a letto, non ci fanno mai mancare niente. Adesso siamo già all'opera per iniziare a pianificare l'attività per il 2018: diamo appuntamento all'anno prossimo confidando che sarà ancora un'edizione super dell'Alberto Malusci Camp".

CONTATTI (PER SAPERNE DI PIU' PER IL 2018)

Telefono: 366/4939665
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
fax: 05731724852
Sito web: www.albertomaluscicamp.it
Pagina Facebook: Alberto Malusci Camp

 Lo staff al completo dell'Alberto Malusci Camp

Letto 1106 volte

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)