Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Sabato, 09 Dicembre 2017 18:05

Le donne del Team I-Fly JK Yamaha Racing si mettono in luce al Motor Show

di 

A Bologna è il Team di Pieve a Nievole ad esultare con Lynn Valk nella "Woman Motor Show Cup"

Lynn Valk al Motor Show Lynn Valk al Motor Show

Il circuito completamente allestito e adattato alla gara dell’Area 48 ha visto trionfare le ragazze valdinievoline nel grande spettacolo della Woman Cup del Motor Show di Bologna 2017.

È la pilotessa del Team I-Fly JK Yamaha Racing di Pieve a Nievole, Lynn Valk, la vincitrice di questa bella e appassionante gara di cross in Area 48 – Motul Arena alla rassegna internazionale dei motori.

In sella alla sua Yamaha preparata nel reparto tecnico della formazione pistoiese, la giovane e arrembante pilota olandese, arrivata seconda nella prima finale alle spalle della fuoriclasse italiana Francesca Nocera, ha conquistato la seconda e decisiva manche stavolta davanti alla pilotessa Suzuki.

A parità di risultati, Lynn si è così aggiudicata, per discriminante, la classifica assoluta e l'edizione 2017 di questa bella sfida scaturita dopo una vera lotta spalla a spalla, separate di 4 ed 8 decimi sotto le bandiere a scacchi.

Classifica Assoluta Woman Motor Show Cup (Top Ten): 1. Valk Lynn (NLD) punti 47; 2. Nocera Francesca (ITA) 47; 3. Galvagno Elisa (ITA) 40; 4. Parrini Floriana (ITA) 32; 5. Stilo Matilde (ITA) 32; 6. Albergoni Martina (ITA) 31; 7. Lago Erica (ITA) 29; 8. Calgaro Giada (ITA) 24; 9. Innocenzi Adele (ITA) 24; 10. Grazia Andrea (ITA) 24.

Letto 439 volte

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)