Lunedì, 25 Giugno 2018

Martedì, 19 Dicembre 2017 08:15

Grazie del regalo natalizio, Pistoiese!

di 

Gli arancioni vincono e convincono: passeranno le feste in zona playoff. E i tifosi, a loro volta, trascorreranno il Natale con il sorriso sulle labbra

Grazie del regalo natalizio, Pistoiese!

E' finito il girone di andata del girone A di serie C e la Pistoiese si trova in una posizione, settimo posto, che alla vigilia di questo nuovo campionato nella terza serie professionistica, neppure il più incallito tra i tifosi poteva sperare e/o prevedere. E' un bellissimo regalo, forse il più gradito che chi ama quelle maglie poteva ricevere. Ed il merito va in primis a “Mister Brontolo”, alias Paolo Indiani, che tra mille indicibili difficoltà iniziali, è riuscito grazie alle sue indubbie qualità tecniche e morali, a plasmare un gruppo, una SQUADRA vera che si è compattata riuscendo ad ottenere risultati importanti arrivando ad un settimo posto che sembrerebbe il preludio ad un girone discendente emozionante e....stimolante.

META' STRADA Si, d'accordo, niente è ancora stato fatto, da gennaio, così come ammonito dallo stesso mister di Certaldo, inizierà un nuovo campionato; molte squadre si rafforzeranno, cambiando la propria fisionomia, le partite (tutte indistintamente), saranno difficili, impegnative. Ci vorrà tanta “fame”, tanta compattezza per riuscire a porre il cuore aldilà dell'ostacolo. Una certezza l'abbiamo, quella di possedere tanti ragazzi in gamba che durante le prime 18 giornate del girone, si sono fatti apprezzare ovunque siano andati per il modo di giocare e di vendere cara la propria pelle. Nelle quattro sconfitte che hanno segnato il cammino (solo chi è davanti ne ha totalizzate di meno n.d.r.), mai gli arancioni sono stati messi sotto, sopraffatti dagli avversari. Forse solamente il Siena, limitatamente alla prima frazione, dimostrò una chiara superiorità, poi per il resto le avversarie hanno dovuto sudare, impegnarsi per portare a casa il risultato. Merito, lo ripeto ancora, della SQUADRA, intesa in senso generale. Un insieme che adesso, alle porte del mercato invernale dovrà essere puntellata in quei reparti che hanno balbettato.

MERCATO Parlo della difesa dove, oltre all'atteso rientro di Giusto Priola e l'incognita Rossini, si dovrà acquisire (impressione personale) le prestazioni di un altro centrale anche per dare respiro a chi, dall'inizio del campionato, praticamente ha sempre giocato. A centrocampo è atteso il rientro a tutti gli effetti di Romeo Papini che, partita dopo partita sta aumentando il minutaggio e si presenta come uno dei giocatori più attesi per fare compiere un ulteriore salto di qualità al reparto. E' chiaro altresì che Hamlili, Luperini, Regoli e Minardi, dovranno dare quella continuità nelle prestazioni che li hanno posti all'attenzione generale. Per chiudere anche se non per inferiore importanza, l'attacco. L'esplosione di Giacomo Vrioni (quattro reti nelle ultime due gare), unite ad un recupero di Franco Ferrari, forse disturbato dalle tante voci che si susseguono su di una sua partenza verso la cadetteria e di Caio De Cenco, potrebbero essere le armi potenziali per divertirsi e fare divertire un pubblico che stenta a ritornare sui vetusti gradoni del Melani.

TIFOSI Ecco l'unica nota stonata è questa; la scarsa affluenza della tifoseria agli incontri degli arancioni. Coloro che accorrono settimanalmente alle gare (senza dimenticare gli irriducibili che si sciroppano trasferte lontane e fredde n.d.r.), urlano e tifano anche per gli assenti ma è un peccato guardare spalti semi deserti in un'annata che vede finalmente quei colori essere tra gli indiscussi protagonisti del campionato. Ecco, proiettandosi verso il nuovo anno,il mio desiderio, (e penso di essere portavoce di tanti simili pensieri), è quello di (ri) vedere spalti gremiti, colorati ed inneggianti alla squadra per trascinarla verso risultati importanti. L'unione fa la forza, scrivevo in un vecchio mio corner, quell'Unione intesa come società ma anche come squadra, pubblico e stampa, elementi tanto cari e di fondamentale importanza al compianto Marcello Melani, che furono gli indiscussi protagonisti della indimenticabile cavalcata verso la massima serie.
Ed allora, amici arancioni e cari lettori di Pistoia Sport, è con questa speranza, unita ad una grande convinzione che auguro a tutti voi un sereno Natale. Ci rivedremo sugli spalti dello stadio il 21 gennaio prossimo contro l'Arezzo, dopo la trasferta di Monza e la sosta per le festività. Auguri e sempre “Forza Arancioni”!

Letto 665 volte

CookiesAccept

Attenzione: Questo sito utilizza cookies

Procedendo nella navigazione senza modificare le impostazioni del browser, se ne accetta l'utilizzo. Per saperne di piu'

Approvo

In informatica i cookie HTTP (più comunemente denominati Web cookietracking cookie o semplicemente cookie) sono righe di testo usate per eseguire autenticazioni automatiche, tracciatura di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche riguardanti gli utenti che accedono al server, come ad esempio siti web preferiti o, in caso di acquisti via internet, il contenuto dei loro "carrelli della spesa".

Nel dettaglio, sono stringhe di testo di piccola dimensione inviate da un server ad un Web client (di solito un browser) e poi rimandati indietro dal client al server (senza subire modifiche) ogni volta che il client accede alla stessa porzione dello stessodominio web. Il termine "cookie" – letteralmente "biscotto" – deriva da magic cookie (biscotto magico), concetto noto in ambiente UNIX che ha ispirato sia l'idea che il nome dei cookie HTTP.

Ogni dominio o sua porzione che viene visitata col browser può impostare dei cookie. Poiché una tipica pagina Internet, ad esempio quella di un giornale in rete, contiene oggetti che provengono da molti domini diversi e ognuno di essi può impostare cookie, è normale ospitare nel proprio browser molte centinaia di cookie.

(Da Wikipedia)