Connect with us

Basket / Serie A

Pistoia Basket – Dinamo Sassari, le pagelle della sfida

Le pagelle della sfida fra Pistoia Basket e Dinamo Sassari, 26° giornata di Serie A 2017-18: al PalaCarrara passano i sardi. Incolore McGee, Laquintana e Magro, ancora apporto nullo per Bond

Questi i voti che Elisa Pacini ha indicato per commentare la sconfitta del Pistoia Basket nella 26° giornata di Serie A Basket 2017-18 al PalaCarrara contro la Dinamo Sassari per 69-80 che non regala ancora la matematica salvezza alla squadra di coach Vincenzo Esposito.

RON MOORE 5.5

(12 punti in 32′, 3/8 da due, 2/5 da tre)

L’impegno c’è, la lucidità molto meno al di là delle cifre che lo salvano. Chiude con 12 punti, 6 rimbalzi e 7 assist, cinque dei quali nel primo tempo quello in cui la squadra gira. Nel momento più duro invece perde il timone di comando della sua ciurma, provando a mettersi in proprio con scarsi risultati. Stanco.

TOMMASO LAQUINTANA 5

(6 punti in 17′, 1/ 2 da due, 1/ 2 da tre, 1/ 2 ai liberi)

Sottotono come a Pesaro, rispetto al grande girone di ritorno giocato fin qui. Parte in quintetto al posto di McGee ma è subito limitato dai falli. Forse anche per questo in difesa non morde come al solito. Il contropiede conquistato e poi sprecato, regalando il pallone agli avversari ad inizio quarto periodo è la sintesi della The Flexx confusa della ripresa. Gian Burrasca cercasi.

FABIO MIAN 6

(10 punti in 28′, 1/4 da due, 2/4 da tre, 2/3 ai liberi)

Mano freddina per l’ala goriziana che torna ad incappare in una serata gelida al tiro (3/8 finale), nonostante alcune buone fiammate. L’ultimo vantaggio consistente di Pistoia ad inizio terzo periodo è suo (47- 37), poi soffre come tutta la squadra. Cala alla distanza.

RAPHAEL GASPARDO 6

(13 punti in 30′, 5/9 da due, 0/2 da tre, 3/4 ai liberi)

Nonostante una bella sfida tutta azzurra con Polonara, Gas gioca la solita gara “a metà” dell’ultimo periodo. Difensivamente morbido, in attacco fa le cose migliori. Anche nella difficile ripresa biancorossa: quando Pistoia lo serve infatti trova sempre qualcosa. Il problema è che lo fa poco. Compitino.

DEJAN IVANOV 6

(9 punti in 26′, 3/7 da due, 1/ 2 da tre)

Parte a razzo con 9 punti nei primi 10′, mettendo il cartello “proprietà privata” sotto i tabelloni. Sembra in serata, sicuramente è il migliore dei lunghi di casa a cui gli arbitri non fanno sconti (5 falli subiti ma nemmeno un libero tirato!). Di fatto il dubbio tecnico per proteste nel terzo quarto, dà inizio allo show di Hatcher e costringe Esposito a usarlo col contagocce. Poco tutelato, finisce per essere un leone in gabbia.

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pagine: 1 2 3

Innamorata delle parole, che sono centrali nella sua “dolcemente complicata” vita professionale. In primis per raccontare il basket e lo sport, dalle colonne de Il Tirreno (con cui collabora dal 2003) alle pagine web di Pistoia Sport (che ha contribuito a fondare). E poi come insegnante di italiano agli stranieri.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + tredici =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com