Connect with us

Basket / Serie A

Pistoia Basket, striscioni polemici nel match contro Sassari

Lo striscione polemico per l'orario d'inizio della sfida (Ptsport)

Punzecchiature soft, per il momento, da parte della Baraonda Biancorossa nella sfida di Serie A 2017-18 fra Pistoia Basket e Dinamo Sassari: nel mirino l’orario di gioco e la diatriba fra società e Comune

Che nell’aria ci fosse in ponte qualcosa di visibile a tutto il pubblico era evidente già da qualche giorno, leggendo quel che veniva scritto sui social. E’ per questo che il match fra Pistoia Basket e Sassari, 26° giornata di Serie A Basket 2017-18, ha avuto da dire qualcosa anche sugli spalti.

CASO PALACARRARA: PARLANO GLI STRISCIONI

Due striscioni esposti dalla Baraonda Biancorossa sul caso della settimana. Si poteva essere più pungenti e si è utilizzata soltanto l’ironia, almeno in questa prima puntata? La risposta la lasciamo ai lettori.

“Comune 0573/3711, Pistoia Basket 0573/532516. Parlatevi” in riferimento alla mancata comunicazione che ha portato alla conferenza stampa di Roberto Maltinti al quale ha fatto seguito “Promesse e disponibilità: trovate una soluzione Comune e società”. Su questo, però, va detto che molto dipenderà in particolar modo da quello che chiederà la FIP al momento di dare il via, o meno, alla deroga ed alle disposizioni per stare in Serie A ancora a Pistoia e non emigrare altrove.

In tribuna il Sindaco Alessandro Tomasi e l’assessore allo sport Gabriele Magni che, nei vari intervalli, si sono soffermati a lungo a parlare con i tifosi in tribuna.

LEGA BASKET ED EUROSPORT NEL MIRINO

Per la prima volta da inizio stagione la Baraonda si è zittita per 5′: è successo ad inizio gara ponendosi dietro lo striscione “La mamma me l’ha insegnato cantare a pranzo è da maleducato”. Questo perché è francamente imbarazzante giocare alle 12 di domenica quando il pubblico magari ha anche altro da fare.

Ma, del resto, c’è poco da dire: l’accordo Eurosport-Lega Basket è stato firmato (fra l’altro in tribuna, al PalaCarrara, c’era proprio il Presidente di Lega Egidio Bianchi) e la Lega rappresenta le 16 società di A che, quindi, hanno avallato la decisione di aprire le porte alla piattaforma tv ed agli orari scelti.

C’è, però, l’altra faccia della medaglia. Il numero ufficiale di spettatori di Pistoia-Sassari parla di 3103, considerando che tutti gli abbonati fossero presenti (e non era certo così), e di paganti soltanto 700, sicuramente il dato più basso da quando il Pistoia Basket è in Serie A. Il mix fra orario del match e stimoli della partita porta a questi numeri con larghissimi vuoti in tribuna centrale e gradinata, così come nelle zone laterali di Curva Pistoia mentre in Curva Firenze la nutrita rappresentanza di bambini, dirigenti e genitori del settore giovanile degli Shoemakers Monsummano, da poco entrati a far parte del Pistoia Basket Project, hanno regalato un colpo d’occhio migliore.

  • 36
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nato nel 1985 e direttore di Pistoia Sport fino al 15 settembre 2018, è sposato con Daniela dal 2011 ed è padre di due splendidi bimbi: Leonardo (nato la sera del -48 del Pistoia Basket a Reggio Emilia) e Luca (nato dopo il 6-3 rimediato dalla Pistoiese ad Ascoli). Ma non per questo sono dei perdenti, anzi. Dal 5 ottobre 2018 in edicola col Giornale di Pistoia

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 3 =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com