Connect with us

Calcio / Serie C

Pistoiese, mister Asta: «Abbiamo fatto il miglior primo tempo della stagione»

Dopo lo scontro tra Pistoiese e Albissola, mister Antonino Asta ha parlato della prestazione dei suoi: «Se durante le partite precedenti avessimo raccolto i punti che meritavamo, oggi non saremmo così dispiaciuti del pari»

Un misero punto è quanto raccolto dalla Pistoiese durante il turno infrasettimanale contro l’Albissola. Gli arancioni hanno creato molto di più rispetto agli avversari, ma per l’ennesima volta non sono riusciti a concretizzare le tante occasioni create perdendo altro terreno prezioso nella corsa salvezza.

Si parla subito del nuovo modulo, con Antonino Asta che ha schierato tutti gli assi a sua disposizione. Il mister si ritiene soddisfatto di quanto fatto dagli arancioni nella prima metà di gara: «Volevamo aprire i loro spazi ed attaccare gli esterni perché loro non raddoppiano mai la marcatura e ci siamo riusciti nel migliore dei modi. Se parliamo della qualità abbiamo fatto il miglior primo tempo della stagione, dobbiamo fare almeno due gol con un primo tempo del genere. Sapevo che saremmo stati pericolosi e siamo stati bravi a concedere poco e nulla. Dura da digerire il pareggio dopo una prestazione simile».

Asta prosegue poi parlando della prestazione a livello tecnico: «Il primo tempo han fatto bene tutti, Luperini serviva più in fase di contenimento perché avevamo già gli esterni che spingevano forte. Partite come oggi devono essere vinte per forza a causa dei tanti punti che hai lasciato per strada, se durante le partite precedenti avessimo raccolto i punti che meritavamo oggi non ci saremmo dispiaciuti così tanto del pareggio».

Parlando poi del gol, subito in maniera ingenua, mister Asta analizza la fase difensiva: «L’errore sul gol è stato a monte, non può partire un giocatore dalla trequarti senza che nessuno lo fermi. Devi fare un fallo tattico a centrocampo, se poi salta il centrocampo deve essere bravo Dossena a non farsi saltare o a commettere lui un fallo intelligente al limite dell’area. Però se guardiamo le occasioni create ne abbiamo avute molte di più, almeno due o tre clamorose, tra cui quella di Luperini all’ultimo minuto».

E ora la Pistoiese è attesa da un vero tour de force che non promette nulla di buono: «Adesso è dura capire su quello che dobbiamo lavorare perché continuiamo a sbagliare piccolezze o errori individuali: devono essere più bravi i giocatori a leggerle. Ci aspettano diverse partite importanti tra le quali Novara e Siena e dovremo essere pronti a vendere cara la pelle pur di non lasciare punti sul campo».

  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com