Connect with us

Calcio / Serie C

Pistoiese, parla Federico Bargagna: «Indiani è sotto contratto fino al 2019»

Il responsabile dell'area tecnica della Pistoiese Federico Bargagna, qui con Orazio Ferrari (Ptsport)

Dopo la sconfitta contro la Carrarese nei playoff di Serie C 2017-18, il primo a tracciare un bilancio della stagione della Pistoiese è il responsabile dell’area tecnica Federico Bargagna

Per smaltire la scoppola rimediata contro la Carrarese ci vorrà ancora un bel po’ ed, essendo stata l’ultima partita dell’anno, rimarrà negli occhi di tutti perlomeno sino alla prima amichevole estiva quando si volterà definitivamente pagina. Per parlare di quel che è stato, fino a pochi giorni fa, l’Us ha intanto optato per far parlare il responsabile dell’area tecnica Federico Bargagna in attesa dei bilanci e dei programmi futuri della presidenza e di mister Paolo Indiani.

Col responsabile dell’area tecnica Federico Bargagna affrontiamo la stagione arancione ripartendo da Carrara: a mente fredda, può dirci come si spiega una debacle del genere?

Innanzitutto penso sia doveroso scusarsi coi tifosi e con la città visto che portiamo una maglia con tanta storia addosso: è stata una grande emozione vedere la curva ospiti in quel modo ma, purtroppo, sul campo abbiamo subito una brutta batosta. Evidentemente, io in primis e me ne prendo la responsabilità, abbiamo sbagliato la gestione della settimana trasmettendo ai ragazzi troppa pressione. Nonostante questo, però, una sola sconfitta non può cancellare quanto di buono fatto con i 46 punti ed i playoff conquistati sapendo le condizioni nelle quali siamo partiti nel luglio scorso.

Quali sono i numeri che la colpiscono maggiormente alla fine di questa stagione?

C’è stato un divario importante fra casa e trasferta con 33 punti ottenuti contro 13 e questo sarà elemento di analisi per il futuro ma sappiamo di aver valorizzato tanti giovani, molti dei quali l’anno prossimo saranno in Serie B mentre noi non ripartiremo da zero avendo un nucleo di 6-7 giocatori sotto contratto ed altri che proveremo a trattenere.

Sicuramente la Pistoiese ha messo in vetrina un buon numero di giocatori: da Mulas a Quaranta, da Ferrari a Vrioni fino a Regoli, Hamlili, Luperini, Zaccagno e Terigi. Cosa ne pensa?

Ricordiamoci dove eravamo a luglio con la squadra che è partita in silenzio e poi è arrivata ai playoff. Inizialmente abbiamo respinto le richieste arrivateci per Zaccaria Hamlili dalla B e dalla C e, a gennaio, abbiamo anche detto di no ad un’offerta irrinunciabile per Franco Ferrari: la società non ha lasciato niente al caso. Il fatto di aver valorizzato tanti giovani ci permetterà, nella prossima stagione, di avere ancora di più le porte aperte con società di Serie A e Serie B.

  • 30
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pagine: 1 2

Nato nel 1985 e direttore di Pistoia Sport fino al 15 settembre 2018, è sposato con Daniela dal 2011 ed è padre di due splendidi bimbi: Leonardo (nato la sera del -48 del Pistoia Basket a Reggio Emilia) e Luca (nato dopo il 6-3 rimediato dalla Pistoiese ad Ascoli). Ma non per questo sono dei perdenti, anzi. Dal 5 ottobre 2018 in edicola col Giornale di Pistoia

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 2 =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com