Connect with us

Volley

Il volley pistoiese di C e D: Delfino Pescia, bentornata vittoria!

La serie C della Pallavolo Delfino Pescia ritrova la vittoria

Seconda di ritorno del volley pistoiese “regionale”: AM Flora, passo falso a sorpresa a Grosseto (3-1). Rinviato al 21 febbraio il match tra Ius Arezzo e La Fenice

Tutti gli appuntamenti del volley pistoiese: in D Femminile reazione perentoria del Montebianco, 3-0 in casa del Ctt Monsummano. Aglianese sbriga la pratica Valdiserchio (3-0). Blu Volley k.o. a Seravezza (3-0). Montebianco/Oasi gioca oggi per la “finale-salvezza”.

In D Maschile super rimonta del Montebianco nel derby di Pescia: da 0-2 a 3-2 in un finale molto acceso

SERIE C – GIRONE A

PALLAVOLO DELFINO PESCIA-VOLLEY PANTERA LUCCA (3-1, 26-24/21-25/27-25/25-18)

Una cosa è sicura: il Delfino Pescia è la bestia nera del Pantera Lucca. Dopo il campionato dello scorso anno, con le pesciatine che prevalsero sulle lucchesi ai fini del primo posto, il parquet di via Boito continua a non portare bene al team di capitan Palla, che, come nella passata stagione, deve lasciare i tre punti alla squadra di casa. Era stata definita un’impresa quella che la formazione di Beppe Politi e Genny Bettazzi avrebbe dovuto compiere nei confronti di un avversario in piena lotta per i playoff. E questa è puntualmente arrivata grazie ad una prestazione di altissimo livello sul piano del sacrificio, cuore e grinta messi su ogni pallone da parte delle valorose portacolori pesciatine. Come affermato dallo staff tecnico, in campo si è rivista la squadra più volte ammirata nella scorsa stagione, volitiva e agguerrita. Match tiratissimo nei tre set iniziali: il primo e il terzo, in particolare, si sono risolti ai vantaggi, favorevolmente al Delfino, più attento e concreto nei dettagli, una caratteristica decisiva ai fini della promozione dell’anno agonistico 2017/18. Andamento diverso ha avuto il quarto set, con Pescia che domina fin dall’inizio (17-8), subisce il lieve ritorno delle ragazze di Bigicchi (17-12), ma poi non ha difficoltà a chiudere. Classica vittoria del gruppo: ogni giocatrice ha dato il suo apporto, con difese e recuperi spettacolari che hanno caratterizzato l’incontro. Nonostante una classifica ancora difficile (L.C. Grosseto vittorioso contro Buggiano, così come Livorno su Santa Croce), per Giannoni e compagne era importante ritrovare il feeling con i tre punti per tentare nelle prossime giornate l’assalto disperato alla salvezza: la vittoria arrivata nei confronti di una compagine di prima fascia deve aumentare la fiducia della squadra di coach Politi, consapevole di potersela giocare anche contro avversari più blasonati.  

LUCA CONSANI GROSSETO-AM FLORA BUGGIANO (3-1, 25-19/25-22/24-26/25-19)

Am Flora incassa la terza sconfitta stagionale, cadendo un po’ a sorpresa sul campo della Luca Consani Grosseto, formazione in lotta per la salvezza. In realtà il campo ha rovesciato non solo il pronostico, ma le parti, presentando una formazione di casa aggressiva, organizzata e sicura di sé, a fronte di un team ospite troppo contratto, impaurito e a tratti confusionario. Il risultato della gara è oggettivamente giusto. Nella prima frazione, solita partenza “da trasferta” delle gialloblu, che non riescono mai a mettere in difficoltà la ricezione avversaria e commettono troppi errori diretti sulle rigiocate. Il punteggio è comunque in equilibrio perché Am Flora ha più qualità dell’avversaria, ma nei momenti caldi arrivano ancora errori ed è Grosseto a chiudere. Nel secondo set c’è una reazione che si concretizza in un vantaggio di 3-4 punti portato avanti con alterne fortune fino agli ultimi punti: Grosseto ha più coraggio, batte fortissimo, e soprattutto ci mette poco a minare le certezze ospiti faticosamente costruite. 2-0. Sull’orlo del baratro, rivoluzione in sestetto per Borgo, e, dopo una fase di assestamento, si assiste perlomeno alla giusta grinta e convinzione. Il servizio inizia a far male, cadono meno palloni in difesa, e, seppure ai vantaggi, la gara viene riaperta. Am Flora parte meglio anche nella quarta frazione, portandosi 1-4, poi un paio di errori arbitrali tolgono la poca tranquillità e le gialloblu si incartano nuovamente, da 1-4 a 12-5 non può essere colpa dell’arbitro, e allora via ad una nuova girandola di cambi fino al recupero (18-16, poi 19-17). Grosseto vacilla ma con alcuni turni di servizio davvero potenti piega le ultime resistenze e si prende tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza. Am Flora si lecca le ferite: in classifica perde solo un punto dalla capolista Cecina e rimane a + 5 su Cascina, però la statistica parla sempre chiaro (sette trasferte: tre vittorie pulite contro Discobolo, Pescia, e una Folgore in difficoltà, un mezzo miracolo a Follonica dopo un inizio sciagurato, e poi tre sconfitte), va ascoltata per poi porre rimedio ed evitare in futuro altre brutte sorprese.

Am Flora Buggiano: Fagni 11, Grosso 11, Fenili 9, Frediani 8, Sorini 8, Falseni 7, Barberini 5, Pastorelli1 , Ghezzi, Marcheschi, Donati, Sasselli.I All Ribechini II All Bagni Dir Acc Irmeni

SERIE C – GIRONE B

IUS PALLAVOLO AREZZO-PISTOIA VOLLEY LA FENICE (rinviata a giovedì 21 febbraio)

La gara tra Ius Pallavolo Arezzo e Pistoia Volley La Fenice verrà recuperata giovedì 21 febbraio su richiesta della società di casa, in quanto impegnata domenica 10 nelle finali territoriali con la categoria under 16

SERIE D – GIRONE A

V.P. VOLLEY-U 18 BLU VOLLEY BARGA (3-0, 25-13/25-15/25-15)

Viaggio sul mare poco felice per il Blu Volley di Andrea Beccani, che a Seravezza viene messo k.o. in un’ora di gioco dal blasonato Versilia Pietrasanta Volley. Troppa differenza di valori tecnici e fisici tra le due squadre, con le versiliesi di Emanuele Roni che, fin dal primo set, hanno messo la gara in discesa e per le quarratine non c’è stata possibilità di reazione, se non un timido accenno di ripresa negli ultimi due parziali, anch’essi finiti ben presto nelle mani della squadra di casa. Si trattava, d’altro canto, di un altro match ampiamente fuori dalla portata delle mobiliere, opposte ad una compagine che mira ai piani alti della classifica. Perciò per la squadra di coach Beccani le occasioni di verifica saranno rappresentate dagli scontri con formazioni più alla propria portata.

U 18 CTT MONSUMMANO-MONTEBIANCO VOLLEY (0-3, 19-25/18-25/12-25)

Reazione da grande squadra! Quella del Montebianco Pieve che, dopo due sconfitte di fila contro altrettante concorrenti per il salto di categoria, riesce nell’impresa di essere la prima compagine in questa stagione a portare via i tre punti dal PalaCardelli di Monsummano: finisce con un secco 3-0 per la squadra di Ambra Russo e Sara Silvestri. Una gara che, in buona sostanza, non ha mai avuto storia, dove a farla da padrona è la stata la smisurata voglia della formazione ospite di rialzarsi dal momento difficile: un elemento che testimonia questo concetto è rappresentato dall’ottima prova difensiva delle pievarine, che già nel primo set hanno messo alle strette la linea d’attacco del Ctt, poco brillante nell’occasione. La squadra locale ha giocato al di sotto delle proprie possibilità, meriti dell’avversario a parte. Sul fronte ospite, Russo si è detta più che soddisfatta della prova del sestetto sceso in campo (Iozzelli-Vanuzzo, Michelozzi-Amadei, Francia-Di Paolo, Spadoni), senza effettuare alcun cambio. Ma la sfida-verità sarà quella del prossimo weekend, quando scopriremo se la testa della classifica sarà mantenuta ancora dall’Euroripoli o se sarà Pieve a riprendersi il ruolo di regina: a Firenze ci sarà infatti il big match Cert 2000-Montebianco.

VOLLEY AGLIANESE-PALLAVOLO VALDISERCHIO (3-0, 25-23/25-17/25-23)

Fa il suo dovere, come da pronostico, il Volley Aglianese di Federico Guidi, che al Capitini batte la malcapitata Pallavolo Valdiserchio con un netto 3-0. Aglianese in campo con Romagnani-Frashri, Boso-Romanelli, Bartolini-Quadrino S., Perselli. Sono stati diversi, quindi, i cambi di formazione effettuati da coach Guidi, il quale si è detto molto contento della prestazione fornita dalle sue ragazze, affermando come abbiano sfruttato a pieno l’occasione concessa dallo staff tecnico. Nonostante il primo e il terzo set siano terminati ai vantaggi, la situazione è sempre stata sotto controllo delle padrone di casa, le quali hanno rischiato qualcosa soltanto nel finale di match, ma per un esito definitivo che non è mai stato in discussione e che ha visto la meritata affermazione della squadra di casa. Sono entrate Maini, Torracchi e Fasola. Una delle protagoniste di giornata è stata l’opposto Alessandra Frashri, autrice di un’ottima partita. Aglianese che, così, può continuare la corsa ai playoff, e al tempo stesso al primato, raggiungendo 31 punti, quinto posto, ma soltanto meno uno rispetto al Vba, terzo insieme alla Lucchese, meno due dal Montebianco, secondo, e meno tre dalla capolista Euroripoli.

Aglianese: Romagnani 4, Frashri 9, Bartolini 16, Quadrino S. 7, Boso 7, Romanelli 6, Perselli (L2), Maini, Torracchi 1, Fasola, Mungai ne, Quadrino I. (L1) ne, Pastacaldi ne.

Valdiserchio: Amadei 1, Chiappa 6, Unti Ar. 7, Marcucci 4, Mugnai 2, Frulletti 4, Moscardini (L), Bertolami 3, Carignani 1, Unti Al. 1, Giannotti ne.

SERIE D – GIRONE B

MONTEBIANCO/OASI-U 18 BELLARIA VOLLEY (3-0, 25-22/25-23/25-17)

Missione compiuta! Il Montebianco/Oasi non fallisce e centra l’obiettivo di giornata, conquistando l’intera posta in palio nello scontro diretto per la salvezza, quasi una finale, contro il Bellaria Volley: finisce 3-0 per la squadra di Lorenzo Branduardi ed Elena Paladini. In campo con Gori-Angeli in diagonale, Martini-Bruno (poi rilevata da Melania Mariotti) al centro, Lippi C.-Tedeschi in banda, Lippi G. libero, la squadra di casa mette grande determinazione fin dal primo pallone giocato: concreto in attacco, invadente a muro e attento nelle posizioni di difesa, il Montebianco/Oasi si porta avanti, controlla il ritorno della squadra pontederese e perviene sul due a zero nel conto set. Un risultato che demoralizza le giovani under 18 di Nicola Manetti e Leonardo Simonetti, che nel terzo set alzano definitivamente bandiera bianca. Una vittoria pesantissima per le sorti salvezza del Montebianco/Oasi, che adesso si tira fuori dalla zona retrocessione, scavalcando proprio il Bellaria (10), quindi raggiungendo il quartultimo posto a quota 12.

SERIE D MASCHILE – GIRONE A

PALLAVOLO DELFINO PESCIA-MONTEBIANCO VOLLEY (2-3, 25-15/25-19/15-25/19-25/14-16)

Non sono mancate le emozioni nel derby valdinievolino di serie D Maschile, dove è stata battaglia all’ultimo sangue. Alla fine, dopo una grande rimonta, a gioire è il Montebianco Pieve di Luca Gribaldo che, sotto 2-0, ha impattato sul 2-2, completando l’opera al tie-break: qui, in particolare, con il Delfino ad un passo dalla vittoria (14-11), Pieve ha rimontato nuovamente, portandosi sul 14-15. A decidere la contesa è stato un fallo di posizione sanzionato alla squadra di casa. Nei primi due set pievarini non pervenuti complici una ricezione balbettante, attacco sottotono, oltre ad una buona dose di errori diretti. Pescia si limita a gestire e si porta in fretta e furia sul 2-0. Il corso del match cambia dal terzo set, quando il Montebianco viene preso per mano dal suo oppostone, capitan Magni, che perfora più volte il muro-difesa rossoblu; cresce anche Pasquetti in ricezione e attacco, così come salgono di tono i centrali Dardano e Matticari. Dall’altra parte la squadra di Pocai commette molte ingenuità e si lascia ben presto riprendere dagli avversari. Tie-break dai mille capovolgimenti di fronte: parte fortissimo il Delfino (5-0), Pieve accorcia, con Pescia gira campo avanti 8-5. Quindi gli ospiti si riportano sotto (10-8), prima di commettere alcuni errori che sembrano consegnare i due punti ai padroni di casa (14-11). Non è finita, perché il servizio di Matticari impedisce la ricostruzione della squadra di Pocai ed arriva l’incredibile 14-14. Quindi, dopo un’invasione del Delfino, arriva il fallo di posizione commesso dalla squadra locale, nonostante il servizio out del centrale pievarino, in un susseguirsi di proteste: prima quelle dei sostenitori ospiti, i quali reclamavano il fallo di posizione già nell’azione precedente, poi quelle di pubblico e squadra di casa a seguito della decisione da parte del direttore di gara. Per i ragazzi di Gribaldo (20 punti) una vittoria molto pesante, che li proietta a -2 dai playoff (con il Mazzoni che osservava il turno di riposo), mentre per il Delfino Pescia (14) l’amarezza per aver gettato alle ortiche una ghiotta occasione.

  • 68
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × quattro =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com