Connect with us

Volley

Il volley pistoiese di C e D: Buggiano, Montebianco e Aglianese colpacci al tie-break in trasferta

La grinta di Federico Guidi, coach del Volley Aglianese

Il quadro completo delle gare del volley pistoiese: Pescia scivola in casa, Fenice k.o. a testa alta con Prato. Prima gioia per il Blu Volley in D

Giornata all’insegna di sfide caldissime per le formazioni regionali del volley pistoiese: Ctt Monsummano crolla a Borgo San Lorenzo. Montebianco/Oasi, finalmente la vittoria (3-0).

D Maschile: Mazzoni e Pescia in scioltezza (3-0). Montebianco k.o. in casa della capolista Livorno

SERIE C – GIRONE A

PALLAVOLO DELFINO PESCIA-LUCA CONSANI GROSSETO (1-3, 21-25/19-25/25-19/23-25)

Sconfitta che lascia l’amaro in bocca quella patita dal Delfino Pescia, superato in casa in quattro set dal Luca Consani Grosseto. Buio pesto nella prima parte di gara per la squadra di Beppe Politi, che va sotto di due set a causa di varie distrazioni ed errori nei momenti topici delle frazioni. Al contrario, buona la reazione nel terzo set, che vede Giannoni e compagne rispondere di prepotenza, creando i presupposti per allungare la gara. Nel quarto, infatti, Pescia sente odore di tie-break quando si porta avanti 18-13. Ma qui si verifica il crollo rossoblu: un errore in attacco e tre in ricezione rimettono in corsa Grosseto, che quindi completa l’opera di rimonta e si porta via i tre punti spuntandola ai vantaggi. Lo staff tecnico pesciatino ha espresso il proprio rammarico, parlando di occasione persa, con la speranza di non dover rimpiangere questi tre punti alla fine del campionato. Per il Delfino è la seconda sconfitta casalinga, quinta totale in otto gare.

PALLAVOLO FOLLONICA-AM FLORA BUGGIANO (2-3, 26-24/20-25/25-19/18-25/11-15)

Non solo la tecnica per vincere, ma anche cuore e grinta! Sono le caratteristiche che consentono all’AM Flora Buggiano di Davide Ribechini di espugnare il campo neutro di San Vincenzo, per l’occasione parquet di gioco della Pallavolo Follonica. Le difficoltà per le gialloblu cominciano fin dal primo set, quando le ospiti pagano qualche ingenuità di troppo all’interno di una frazione giocata punto a punto dalle due squadre e decisa ai vantaggi in favore del Follonica. Equilibrio anche nel secondo set, molto equilibrato, ma Buggiano cresce al servizio, quindi salgono in cattedra Sorini e Frediani, determinanti per il pareggio. AM Flora conosce ancora un momento difficile nel terzo set, contrassegnato da errori banali alternati all’ottimo gioco espresso dalla squadra delle forti Zanolla e Paradisi. Nel Buggiano out Barberini, dentro la giovane Donati, ma Follonica è lanciato verso il nuovo vantaggio. Cambia registro l’AM Flora al rientro sul parquet: Ghezzi-show al servizio, la regista ex Cascina firma la fuga gialloblu, Follonica risponde con Parisi e torna in gioco, però le ragazze di Ribechini mantengono la concentrazione e agganciano il nuovo pari dei set. Nel tie-break, quindi, ecco la zampata dell’AM Flora, dove Falseni e Fenili fanno la voce grossa in prima linea e conducono le ospiti verso il pesante e sofferto successo. Due punti di sostanza per l’Upv!

SERIE C – GIRONE B

PISTOIA VOLLEY LA FENICE-ARIETE PRATO VOLLEY PROJECT (1-3, 25-17/23-25/14-25/23-25)

La Fenice sfiora il colpo grosso e mette i brividi ad una delle big del girone, ovvero l’Ariete Pvp Project di Roberto Latini. In campo nel ruolo di opposto c’è Lelli, mentre Zoppi agisce in posto quattro. Inizio trascendentale da parte delle fuxia-blu di patron Faralli che dilagano in ogni fondamentale e mettono sotto il più quotato avversario laniero, lasciandolo nettamente dietro, trovando così il meritato vantaggio. La squadra di Tonini mantiene alta l’intensità anche nel secondo set, restando avanti fino all’aggancio sul 18 pari, quando c’è anche la reazione del forte Pvp, che riesce ad impattare ai vantaggi. Una segnalazione dubbia del direttore di gara ha innervosito la squadra di casa, influendo sull’epilogo del set. Il superiore tasso tecnico delle ospiti, che possono sfruttare la verve in attacco di Morotti, Ridolfi, Bagni, Filindassi e Capocasale, viene fuori in un terzo set soltanto di marca Ariete. La Fenice reagisce – Lelli e Zoppi si invertono i ruoli – nel quarto, con Baroncelli e compagne che danno battaglia fino all’ultima palla, tuttavia, ancora una volta è l’Ariete di coach Latini a compiere lo scatto che permette alle ospiti di espugnare l’Anna Frank non senza qualche patema. Buone prestazioni di Gagliardi e Baroncelli. Un k.o. a testa alta per La Fenice, che ha gareggiato a tratti alla pari di un grande avversario. Sul piano della classifica, però, La Fenice torna momentaneamente nella zona rossa con l’attuale terzultimo posto (sette punti).

SERIE D – GIRONE A

VBA HOSTER FOOD-VOLLEY AGLIANESE (2-3, 24-26/25-22/25-16/23-25/13-15)

Il Volley Aglianese realizza il colpaccio ed infligge la prima sconfitta interna al Vba Hoster Food! Alla Guicciardini sono le ragazze di Guidi e Luchetti a conquistare i due punti al termine di una partita spettacolare ed all’insegna del grande equilibrio tra due formazioni che hanno dato il massimo fino all’ultimo punto. Come affermato da Guidi, l’Aglianese ha vinto con merito una gara altamente tattica, dove i due allenatori hanno variato più volte l’assetto di gioco. Di fatto, ai fini del risultato finale, determinante è stato l’apporto della panchina per le neroverdi, capaci di rimontare dopo una prima parte di gara favorevole al Vba, che è passato avanti in modo veemente nel terzo set. Da quel momento è venuta fuori la grande reazione di Torracchi e compagne, che si sono aggiudicate ai vantaggi sia il quarto che il quinto set, così come il primo per il momentaneo 0-1. Guidi afferma che non ci sono state particolari individualità da segnalare, bensì è stato l’intero collettivo a disposizione a rimanere sempre sul pezzo. Due punti pesantissimi, quindi, che permettono alle aglianesi di portarsi a ridosso proprio dello stesso Vba di Ravenni, ora avanti soltanto di una lunghezza.

Aglianese: Maini 1, Pastacaldi 20, Bartolini 20, Torracchi 13, Fasola 15, Boso 4, Quadrino I. (L), Quadrino S. 1, Romanelli 3, Borgi, Frashri, Mungai, Perselli (L2).

Vba: Vannini 11, Martino 22, Amante 9, Varanese 7, Milani 10, Morozzi 13, Neri (L), Morelli 1, Amato, De Bono, Falciani, Bacci, Lazzeri.

U 18 BLU VOLLEY BARGA-PALLAVOLO VALDISERCHIO (3-1, 18-25/25-21/25-16/25-15)

Blu Volley Barga, arriva la prima gioia ufficiale! Dopo tante buone prestazioni che avevano fatto ben sperare, arriva all’ottava giornata il tanto sospirato successo per la giovanissima squadra di Andrea Beccani e Riccardo Masi. Ed è una vittoria, anche in termini di prestazione tecnica, molto convincente quella ottenuta da Montagni e compagne, che hanno liquidato in quattro set il malcapitato Pallavolo Valdiserchio. Prima frazione nella quale sono proprio le ospiti guidate da Andrea Pucci a partire forte. Ma dal secondo set è soltanto un dominio delle mobiliere. La fisicità della regista Pirrera, le centrali Baldi, Raneri, Tempestini Giorgia, le attaccanti laterali Montagni, Melani, Leggieri, ed i due liberi Maestripieri e Corrente sono tutte protagoniste di una prestazione trascendentale, lasciando a malapena le briciole alla squadra lucchese. Un’affermazione che conferma la buona crescita delle baby quarratine, che adesso abbandonano il malinconico zero in classifica e si portano a -1 dallo stesso Valdiserchio. Un colpo importante che rappresenta una bella iniezione di fiducia per la seconda squadra della società del presidente Ostento, che può guardare con più fiducia ai prossimi match.

GS PALLAVOLO BORGO-U 18 CTT MONSUMMANO (3-0, 18/12/13)

Probabilmente è stata la versione peggiore, fino a questo momento, del Ctt Monsummano, che a Borgo San Lorenzo alza fin troppo presto, e con parziali bassi, bandiera bianca a fronte di una Pallavolo Borgo che ha chiuso la pratica in un’ora di gioco. Le ospiti di Galatà e Arinci, sostanzialmente, non entrano mai in partita e non riescono ad imporsi in alcun fondamentale, con le mugellane che hanno sempre la meglio. Classica serata no per la giovanissima formazione di Monsummano, che dovrà al più presto dimenticare questa dura trasferta, e guardare avanti per recuperare quelle grinta e determinazione che, invece, avevano fatto la differenza nelle partite precedenti. Borgo San Lorenzo supera in classifica il Ctt, andando avanti di una lunghezza, comunque la situazione appare ampiamente sotto controllo, dal momento che il team di Galatà è ben lontano rispetto alla zona calda e può preparare con tranquillità la dura partita casalinga con il blasonato Vba Hoster Food.

LUCCHESE PALLAVOLO-MONTEBIANCO VOLLEY (2-3, 21-25/19-25/25-17/25-23/14-16)

L’altro colpaccio di giornata del girone viene messo a segno dalla capolista Montebianco Pieve, capace di imporre la sua forza anche nel pur difficile PalaItis di Lucca, al cospetto di una tra le varie favorite per la promozione, ossia la Lucchese Unione Pallavolo. Primi due set di pura egemonia da parte della prima della classe, che, grazie ad una grandiosa prova corale, blocca tutte le soluzioni alla temibile prima linea lucchese. Nella seconda parte di entrambi i parziali, il Montebianco fugge verso lo 0-2 che sembra mettere in discesa la gara. Un match che, però, come nelle previsioni, si preannuncia lunghissimo, ed infatti ecco la veemente risposta da parte di Bartoli e compagne, le quali prima dominano nel terzo set, approfittando di una Pieve in debito di ossigeno, poi vincono di slancio la quarta frazione, quando la capolista assapora i tre punti. Un tie-break, comunque, giusto nell’economia del match, anch’esso molto tirato e con tante emozioni da una parte e dall’altra. Il Montebianco, dove spiccano le prove di Di Paolo e Michelozzi, non si lascia più sorprendere e fa valere la legge del più forte, mettendo la parola fine ai vantaggi, che stavolta hanno sorriso alla squadra di Russo e Silvestri. Una vittoria di carattere e che permette al Montebianco di realizzare un altro mini allungo sulle inseguitrici: adesso è di quattro lunghezze (21 contro 17) il vantaggio sulle più vicine Vba Firenze ed Euroripoli. Senza dimenticare un altro dato impressionante, rappresentato dalle otto vittorie in altrettante partite.

SERIE D – GIRONE B

MONTEBIANCO/OASI-ETRUSCA VOLLEY (3-0, 20/22/16)

Finalmente la vittoria, la seconda complessiva ma la prima da tre punti, per il Montebianco/Oasi di Lorenzo Branduardi ed Elena Paladini, che alla Fanciullacci spazza via in tre set l’Etrusca Volley in uno scontro diretto importante in chiave salvezza, il terzo consecutivo in programma per le pievarine. Dopo le occasioni mancate con Cecina e Castelfranco, che avevano fatto seguito ad altri k.o. precedenti, le padrone di casa non si lasciano sfuggire questa nuova occasione. Grazie ai recuperi di Angeli, Lippi Chiara e Lippi Gemma, Branduardi può schierare il sestetto tipo con Gori in regia, Tedeschi opposto, Martini e Mariotti al centro, Angeli e Lippi C. in banda, Lippi G. libero. Il Monte/Oasi parte subito con la giusta determinazione e si porta avanti. La squadra di Saline di Volterra prova a rispondere nel tirato secondo set, ma le locali stringono i denti e trovano il pesante raddoppio, che poi viene legittimato in un terzo set a senso unico. Vittoria, come detto, pesantissima per Lippi e compagne, le quali si rilanciano nella lotta salvezza e salgono al quartultimo posto – che ad oggi varrebbe la permanenza in categoria -, scavalcando lo stesso Etrusca.

SERIE D MASCHILE – GIRONE A

PALLAVOLO DELFINO PESCIA-GRANDI TURRIS PISA (3-0, 16/18/21)

Il fattore campo tanto richiamato alla vigilia della gara odierna porta soltanto benefici al Delfino Pescia di Paolo Pocai e Alessandra Pellegrini, che in poco più di un’ora di gioco polverizza le già minime speranze della Grandi Turris di riuscire a rovinare la serata dei bravi ragazzi rossoblu. In campo con la formazione che aveva impensierito i forti vigili del fuoco Mazzoni, il Delfino mette fin da subito la partita in discesa ed affossa le difese pisane, portando a casa in modo perentorio i primi due set. Nel terzo parziale gli ospiti aumentano la pressione nel tentativo di riaprire le sorti di un match che, però, resta nelle mani sicure della squadra di casa, brava a contenere la reazione pisana, quindi timbrando la seconda vittoria stagionale che fa salire Pescia a sette punti. Affermazione importante anche sul piano morale, con una crescita della fiducia nei propri mezzi da parte della squadra di Pocai e Pellegrini, che possiede tutte le caratteristiche necessarie per tentare la scalata verso le zone alte della classifica.

U 18 LUPI SANTA CROCE-ZONA VV.F. MAZZONI (0-3, 23/21/19)

Vince, non senza faticare, la Zona Market Mazzoni, che comunque fa il suo dovere a Santa Croce sull’Arno e riesce ad avere la meglio in tre set sulla giovane squadra locale dei Lupi, roster under 18. Gara spigolosa, il Mazzoni deve fare i conti con la migliorata compagine pisana allenata da Prosperi Turri: nel primo set i conciari danno battaglia, ma i pompieri sono bravi a resistere, quindi è la maggiore esperienza di Lombardi e compagni ad essere decisiva nel finale di primo set, conclusosi ai vantaggi. Anche il secondo parziale è una lotta ad alta intensità, con i Lupi che non ci stanno e provano ad azzannare la preda, tuttavia la squadra di Grassi con pazienza attende il momento ideale per sferrare l’allungo che permette al Vv.f. di pervenire al raddoppio nel conto set. Un risultato che demoralizza Santa Croce, che nel terzo set è costretto a cedere ad una rinvigorita Zona Market, che dunque può festeggiare la vittoria ed il temporaneo secondo posto con 13 punti, sia pure con una gara in più rispetto a Rosignano, che usufruiva del turno di riposo.

VV.F. TOMEI LIVORNO-MONTEBIANCO VOLLEY (3-0, 18/16/22)

Niente da fare per il giovane Montebianco Pieve di Pietro D’Onofrio che poco può di fronte alla super capolista del girone A, Tomei Livorno. Sul parquet dei labronici, con Pieve che deve rinunciare nuovamente a capitan Magni, è lo stesso Livorno a portarsi avanti nei primi due set, nei quali comunque Pieve non rinuncia a lottare: Mascani e Pasquetti creano qualche pensiero alla squadra di casa, che, quando può, si affida ai primi tempi dell’esperto Macchia, un esperto per la categoria, sempre infallibile in attacco, oltre che Imbriolo, altro veterano nel team allenato da Andrea Giannetti. Pieve, in particolare, mette pressione nel terzo set, grazie alle stoccate di un Pasquetti a tratti devastante sia quando attacca in pipe che in prima linea (10 punti con un buon 50% in attacco), insieme ad un 73% in ricezione, suo pezzo forte. Nel complesso, al di là del divario tecnico tra le due formazioni, la squadra di D’Onofrio i tantissimi errori commessi nell’arco della sfida: 17 nel primo, 16 nel secondo e 12 nel terzo, ed è stata logica l’affermazione del Tomei Livorno, sempre più irraggiungibile dall’alto dei 18 punti in 6 partite.

 

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei − uno =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com