Connect with us

Calcio / Serie C

Serie C, Pistoiese-Alessandria 0-0: le pagelle della gara

La Pistoiese di Antonino Asta pareggia al “Melani” contro l’Alessandria. Vediamo le pagelle delle due squadre nella prima gara del nuovo allenatore della Pistoiese

PISTOIESE

GABRIEL MELI  6+

Attento in occasione delle sporadiche conclusioni in porta dei grigi, eccede in spregiudicatezza quando deve controllare il pallone coi piedi, rallentando la manovra degli arancioni. Richiamato alla disciplina da mister Asta nel corso della ripresa. Portiere giovane, deve maturare nella gestione di certe situazioni. 

HAMZA EL KAOUAKIBI  6- 

Il più confusionario del terzetto difensivo. Tirato in causa soltanto nella prima mezz’ora di gara, quando l’Alessandria spinge nella sua area di competenza, soffre abbastanza le incursioni in velocità di Bellazzini e compagni. Nella ripresa non ha molto da fare, anche se in più di un’occasione si dimostra scostante e impreciso.  

ANDREA CAGNANO  6-

Terzino a tutta fascia, più presente in difesa che in attacco. Quando si tratta di difendere tutto bene, ma quando si tratta di salire si fa vedere solo raramente, scoccando cross non sempre precisissimi. Al 42′ l’unica azione personale: ruba palla, va sul fondo e crossa. Peccato in area non fossero giunti compagni a supportarlo. Nella ripresa si perde nell’affannamento e viene ammonito.

IACOPO FANUCCHI  6,5

Ben presente sulla trequarti, spesso si abbassa a raccogliere quei palloni che Luperini e Picchi non possono gestire con lucidità visto loro sforzo d’interdizione. Nella seconda parte del primo tempo sparisce dal gioco come i compagni d’attacco. Nella ripresa torna tra i protagonisti, abbassandosi sulla linea di centrocampo a smistare palloni. (VITIELLO al 33′ st  6+: entra in campo a partita pressoché terminata, ma con lucidità riesce sia in rottura che in costruzione) 

EMMANUEL LATTE LATH  6+

Bene nella prima mezz’ora, con un sinistro scaraventato verso la porta che Cucchietti para in tuffo al 24′. Nella seconda parte del primo tempo e poi nella ripresa si vede poco e non è mai incisivo. Difficile per lui trovare spazi contro una difesa di ferro come quella dell’Alessandria. (CELLINI al 38′ st SV)

ZACH MUSCAT  6

Roccioso, antiestetico ma efficace. Dalla sua parte non succede quasi niente. Lento in occasione del primo scossone del primo tempo, con poca lucidità riesce comunque a gestire situazioni pericolose facendo affidamento sul supporto di Ceccarelli. (TERIGI al 32′ st SV)

PAOLO REGOLI  6

Terzino a tutta fascia, ottimo nella prima frazione, rivedibile nella seconda. Nel primo tempo è forse il migliore della sua squadra: attento dietro quando serve, le sue galoppate vanno da un estremo all’altro del campo. Si spegne nella ripresa, mentre nel finale è davvero impreciso quando si trova un paio di palloni da scaraventare verso la porta.

GREGORIO LUPERINI ©  6-

Un po’ addormentato nella prima mezz’ora, piano piano carbura portando a termine il suo compito d’interdizione. Inutile il suo tiro da fuori al 37′ che innesca la ripartenza dell’Alessandria, all’8′ della ripresa ha l’occasione di appoggiare in rete un cross di Regoli, ma il suo inserimento è tardivo. Una partita sotto lo standard al quale ci ha abituati, giustificata dal maggiore impegno difensivo. 

EMANUELE ROVINI  6,5

Il più vivace dei suoi. Al 18′ scocca un tiro a giro che Cucchietti para: è l’occasione più importante di tutta la gara. Molto attivo nella prima mezz’ora, si spegne nel finale di frazione, ricomparendo sporadicamente nel corso della ripresa per gestire palloni e prendere qualche fallo. (FORTE al 38′ st SV)

ALBERTO PICCHI  6+

Come Luperini, anche a lui è affidato il compito di maggior sforzo: interdizione e gestione dei palloni. Adattato a questo ruolo visto i problemi fisici di Vitiello, si comporta dignitosamente, marcando a uomo Bellazzini. I suoi inserimenti mancano come il pane. Nel finale è un po’ impreciso, complice la fatica.

LUCA CECCARELLI  6,5

Forse il migliore dei suoi in assoluto: attentissimo al centro della difesa, spesso corregge le sbavature dei due compagni di reparto. Un vero professionista, sia nei modi con cui si muove che con cui dialoga coi compagni.

IL MISTER: ANTONINO ASTA  6+

Nessun gol subito: è questo il dato positivo che il nuovo tecnico arancione porta a casa. Per la prima volta in tutta la stagione la Pistoiese non subisce reti. Detto questo, una formazione così coperta è sembrata esagerata vista la pochezza offensiva dell’Alessandria (ad oggi, soltanto 6 gol messi a segno dai grigi in nove incontri). La strada è quella giusta: nelle prossime gare vedremo come la sua filosofia si adatterà alla squadra. 

TOP E FLOP ALESSANDRIA

I MIGLIORI: TOMMASO BELLAZZINI e TOMMASO CUCCHIETTI  6+

Il primo è l’uomo più pericoloso dei grigi, attivo soprattutto nel primo tempo con una serie di incursioni veloci che mettono in difficoltà la difesa arancione. Schermato dalla marcatura di Picchi, si perde un po’ nel corso della gara.

Il secondo è l’uomo più decisivo della gara: con due parate neutralizza gli unici due tiri pericolosi in porta di tutta la partita (sia da una parte che dall’altra), prima su Rovini e poi su Latte Lath. 

IL PEGGIORE: EMANUELE GATTO  6-

Mediano davanti alla difesa, rimane troppo basso e soltanto raramente riesce ad innescare la manovra dell’Alessandria. Ammonito.

IL MISTER: GAETANO D’AGOSTINO  6

L’Alessandria si conferma una squadra solida, ma anche poco produttiva sotto porta. Mister D’Agostino, che da calciatore è stato un abile trequartista, deve trovare presto il bandolo della matassa riportando la sua squadra al gol. Per il resto tutto bene.

DIRETTORE DI GARA

MARCO MONALDI (MACERATA)  6,5

Partita tranquilla senza particolari scossoni. Nella ripresa il “Melani” reclama un rigore su Picchi ma il direttore di gara lascia correre: le immagini televisive gli danno ragione. Nel complesso ottima gestione.

 

  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Studente di Beni Culturali all'Università di Firenze, amante del calcio e dello sport in generale. Scrivere è una passione e un gioco, la domenica allo stadio un vizio che non ha il coraggio di togliersi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − sei =

Sponsor
Sponsor
Sponsor

Seguici su Facebook

Sponsor
Pistoia Sport

CHI SIAMO | REDAZIONE | PUBBLICITÀ | CONTATTI | COMUNICATI | COLLABORA | ARCHIVIO

Copyright © 2018 Pistoiasport.com
Testata giornalistica n. 4 iscritta al tribunale di Pistoia il 20/04/2012 | Editore: Associazione Culturale Pistoia Sport
Sviluppo web: Your Media Way

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com