Connect with us

Calcio / Serie C

Pistoiese – Albissola 1-1, le pagelle

Migliori e peggiori della Pistoiese nel pari con l’Albissola: Momentè si fa perdonare dopo l’esordio da incubo della scorsa settimana, buona prova per Luperini e Fantacci

IACOPO PAGNINI 6
Seconda partita da titolare che, nel primo tempo, lo vede spettatore non pagante, vista l’inconsistenza dell’attacco ligure. Lui si fa sempre trovare pronto nel rilanciare con i piedi i compagni Nella ripresa, nell’unico tiro in porta scagliatogli contro, capitola senza colpe.

ALBERTO DOSSENA 5,5
Fronteggia in maniera sicura il proprio avversario nei primi 45 minuti, rendendo nulli i tentativi di Martignago & c. Peccato che assieme a Ceccarelli, compie l’incertezza fatale che consente a Cisco di realizzare, con l’unico tiro in porta della gara, il pareggio per l’Albissola.

LUCA CECCARELLI 5,5
Vale lo stesso discorso fatto per Dossena. Tutto nella norma fino alla fatidica incertezza sulla rete ligure. Cerca di riscattarsi successivamente ma ormai la frittata è servita.

EL KAOUAKIBI 6-
Non ancora tornato al top della forma, gioca a sprazzi impegnandosi comunque, grazie al suo prestante fisico, a rendere dura la vita agli avversari che gli si parano davanti.

ANDREA CAGNANO 6
Dopo un primo tempo nel quale giostra prevalentemente da esterno basso, mette il naso fuori nella ripresa collezionando ottimi cross per i compagni che però non vengono adeguatamente sfruttati. Finisce la benzina negli ultimi caotici minuti del match.

GREGORIO LUPERINI 7
Se avesse realizzato a tempo scaduto, dopo una spizzata di testa di Cellini, la rete del successo, presentandosi da solo davanti a Piccardo, ma calcando, stremato dalla stanchezza al lato, la sua prova sarebbe stata monumentale. Magnifico il suo primo tempo nel quale cuce e ricama azioni su azioni. Da segnalare quattro recuperi (4) sugli avversari a interrompere le loro azioni. Capitano vero.

DAVIDE PETERMANN 6+
Al debutto nell’undici titolare, il centrocampista mancino non delude facendosi apprezzare per personalità, guidando, fino a quando resta in campo, il centrocampo e proponendosi con soventi e precisi cambi di gioco e con conclusioni dalla distanza sempre rigorosamente con il piede mancino. ( dal 33’ st. Picchi n.g.)

TOMMASO FANTACCI 7+
Il migliore tra coloro che sono scesi in campo. Con il pallone tra i piedi fa quello che vuole, ubriacando, con tunnel e finte il diretto avversario e proponendo cross mai banali per i compagni. Veramente un ottimo acquisto.

ALESSANDRO PIU 5,5
Schierato a fianco di Momentè, cerca di essere utile alla causa arancione, pasticciando però più del dovuto e non sfruttando i golosi cross provenienti dalla desta ad opera di Fantacci. Scompare nella ripresa. (dal 28’ s.t. Cellini 6). Splendida la sua spizzata per Luperini, cerca di farsi vedere in area, senza riuscirci, nel convulso finale.

MATTEO MOMENTE’ 6,5
Dopo l’allucinante debutto di Pisa, realizza con fiuto da uomo da area di rigore il gol arancione. Bel gesto tecnico doppiato dall’altrettanto bel gesto umano di andare a scusarsi con i tifosi, recandosi nello spicchio della Tribuna a loro deputata.

RICCARDO FORTE 5,5
Anche lui gioca e si fa vedere intraprendente per i primi 45 minuti. Purtroppo, forse anche per la fatica accumulata, esce presto dai radar del match e, specie dopo il pareggio ligure, non entra più nel contesto del match, venendo sostituito, forse tardivamente sul finire della gara. (dal 42’ s.t. Vitiello n.g.)

MISTER ANTONINO ASTA 5,5
Voleva mettere in carniere i tre punti e questo spiega lo spregiudicato ma vincente assetto tattico di inizio gara. Peccato che dopo il pareggio dell’Albissola, non riesce con i cambi effettuati a (ri)generare una squadra che aveva speso tante energie. Un pareggio amaro figlio delle tante paure che attanagliano la squadra.

TOP E FLOP ALBISSOLA

IL MIGLIORE: ANDREA CISCO 7
Per i primi 45 minuti fa la bella statuina assieme ai compagni di reparto, Poi, nella ripresa il ragazzo (classe 1998) in prestito dal Sassuolo, grazie anche alla compartecipazione della difesa arancione, evita un avversario e, puntando l’area di rigore, appena entrato scaglia un tiro sul quale Pagnini nulla può. Il massimo con il minimo sforzo.

IL PEGGIORE: RICCARDO MARTIGNAGO 5
Per la serie chi l’ha visto, uno dei tanti ex di turno, oltre che cannoniere dei suoi, praticamente è assente ingiustificato. Pochi palloni toccati, avulso dal gioco.

MISTER BELLUCCI 6,5
Arrivato nel momento di maggiore crisi per i biancocelesti, è riuscito a dare un’anima ad una squadra, tutto sommato modesta, e a portarla, grazie anche agli ultimi tre risultati utili consecutivi, fuori dalla zona play-out.

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Da quando è in pensione ha più tempo da dedicare ai suoi passatempi preferiti: cani, film, musica e naturalmente Pistoia Sport e la Pistoiese. Il più vecchio del gruppo in mezzo a tanti giovani bravi e motivati: come si dice in gergo, esperienza al servizio della squadra.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 3 =

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com