Connect with us

Calcio / Serie C

Pistoiese Pontedera 0-1, le pagelle

Leandro Vitiello, peggiore in campo contro il Pontedera

Non si salva praticamente nessuno nelle fila della Pistoiese nel k.o. interno con il Pontedera. Per gli ospiti i migliori sono Biggeri e Tommasini

PISTOIESE

IACOPO MELI: 5,5

Passa una serata per 86 minuti da “portoghese” (spettatore non pagante), poi viene uccellato dal colpo di testa vincente di Tommasini, rimanendo, come i centrali di difesa, di sasso.

ALBERTO DOSSENA: 6

Di positivo si ricorda solamente un gran tiro da fuori area nel primo tempo, fuori di poco. Per il resto gioca una partita tutto sommato sufficiente anche se non all’altezza delle ultime sue performance. (dal 35’ s.t. Cellini n.g.)

ZACK MUSCAT: 5

Praticamente non viene mai impensierito dagli avanti del Pontedera ma rimane piantato a terra sullo stacco vincente di testa che da i tre punti agli ospiti, azzerando quanto di buono aveva prodotto sino a quel momento.

ALBERTO TERIGI: 5

Copia e incolla con il giudizio di Muscat.

HAMZA EL KAOUAKIBI: 6,5;

Il migliore della squadra; instancabile, sino all’ultimo secondo della gara propone e interdisce in ugual misura dando sostanza alla sua prestazione. Si conferma, nel grigiore generale del la serata e del periodo, uno dei più in forma.

ALBERTO PICCHI: 5

Esce per infortunio (e ridaje!!!), dopo una prestazione scialba ed incolore. E’ veramente difficile ritrovare il giocatore che, da gennaio scorso, si mise in luce come uno dei miglioridella squadra. (dal 18 s.t. Latte Lath 5); L’assist per la rete ingiustamente annullata a Luperini, è la sola cosa positiva. Involuto e, forse, stanco.

GREGORIO LUPERINI: 5,5

Un unico guizzo vincente (che avrebbe prodotto il pareggio arancione) su lancio di Latte Lath, vanificato dall’errata segnalazione del secondo assistente del direttore di gara, nel contesto di una gara anonima.

LEANDRO VITIELLO: 4,5

Imbarazzante la prestazione del centrocampista arancione. Perde una quantità industriale di contrasti, si fa ammonire dopo appena venti minuti di gara. Insomma una serata no (e purtroppo per lui non è la prima volta.

ANDREA CAGNANO: 6

Nella prima frazione, al rientro dopo il turno di squalifica, è uno dei più brillanti. Nei secondi 45 minuti cala vistosamente, sbagliando appoggi elementari e contrasti con gli avversari.

IACOPO FANUCCHI: 6+

Dopo 180 secondi dal fischio iniziale sfiora il successo personale con un rasoterra di misura al quale si oppone bravamente Biggeri e per il resto del match, pur con qualche pausa (naturale visto le sue 37 primavere), sforna assist importanti che i compagni (specie Forte n.d.r.), gettano al vento.

FRANCESCO FORTE: 5

Prestazione sottotono del numero 24 arancione che fallisce dopo un’ora esatta di gara, una occasione clamorosa, su assist di Fanucchi, che poteva dare il vantaggio alla propria squadra. Unico guizzo importante al minuto 80; una conclusione pericolosa alla quale si oppone con bravura Biggeri.

MISTER ANTONINO ASTA: 5,5

Terza sconfitta consecutiva da quando siede sulla panchina arancione. Deve fare i conti con le numerose assenze ed a un ulteriore infortunio che colpisce Picchi, ma la sua squadra fallisce anche nella fredda e umida serata del Melani, l’occasione per uscire da un labirinto che sembra senza fine. Il silenzio stampa dettato dalla Società e le lamentele di Orazio Ferrari aprono, forse, ulteriori clamorosi scenari.

TOP E FLOP PONTEDERA

IL MIGLIORE: MATTEO BIGGERI e CHRISTIAN TOMMASINI

Il primo riesce a neutralizzare le due nitide occasioni da rete degli arancioni, con prontezza di riflessi; il secondo, subentrato ad inizio ripresa ad uno spento Riccardo Benedetti, realizza la rete che porta la sua squadra nelle posizioni nobili della graduatoria

IL PEGGIORE: RICCARDO BENEDETTI 4,5

Sostituito ad inizio ripresa dopo aver vagato come un fantasma per 45 minuti.

MISTER IVAN MARAIA: 7

Cosa dire di un allenatore che nella gelida serata del Melani indovina i cambi giusti al momento giusto ottenendo (anche se con un pizzico di fortuna), l’ennesimo successo di una squadra che sta disputando un campionato da vera protagonista? Semplicemente bravo, cosi come un bravo merita tutta la società pisana che ogni anno, rivoluzionando il roster della squadra, riesce ad ergersi tra le sorprese del campionato.

DIRETTORE DI GARA FABIO PASCIUTA di RAVENNA: 5,5

Nel contesto di una gara tutto sommato tranquilla e contraddistinta da tre ammonizioni, pesa sulla sua direzione come un macigno l’errata, ma determinante segnalazione di un inesistente fuorigioco, del secondo assistente, Moreno De Ambrosis di Busto Arsizio, che nega il pareggio a Luperini.

  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Da quando è in pensione ha più tempo da dedicare ai suoi passatempi preferiti: cani, film, musica e naturalmente Pistoia Sport e la Pistoiese. Il più vecchio del gruppo in mezzo a tanti giovani bravi e motivati: come si dice in gergo, esperienza al servizio della squadra.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + dieci =

Sponsor
Sponsor
Sponsor

Seguici su Facebook

Sponsor
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com